Focus Potenza – La difesa top, l’attacco da rivedere

Conosciamo i segreti del prossimo avversario dell'Avellino, il Potenza di Raffaele.

2' di lettura

Il posticipo del Monday Night della 14^ giornata di Serie C Girone C vedrà sfidarsi al Partenio l’Avellino e il Potenza. Una gara tra una compagine quadrata e che naviga in zone alte di classifica, come il Potenza, anche se nelle ultime giornate viene da due sconfitte, contro i lupi di Capuano che anche loro vengono da due ko di fila e cercano di sfatare il tabù Partenio. Le due squadre, ironia della sorte, sono accomunate da un paio di cose. Entrambe vengono da una vittoria e relativa qualificazione in Coppa Italia ed entrambe hanno contestato l’arbitraggio nelle ultime gare contro la Reggina. Insomma, si affronteranno due squadre che cercano anche risposte da questo punto di vista.

Al di la di queste situazioni, Avellino e Potenza arriveranno al Partenio con delle nette differenze. I lupi sono tra le peggiori difese del torneo, con 22 gol presi, ma attenzione, in attacco, hanno un gol in più segnato dei lucani, 15, contro i 14 del Potenza. E questo dato riassume, se vogliamo, la compagine di Giuseppe Raffaele. Il Potenza è infatti la miglior difesa, solo 8 gol subiti, tra cui 6 nelle ultime due giornate (doppio 3-0 subito a Monopoli e con la Reggina). L’attacco invece è un pò deficitario, con 14 gol messi a segno e il Potenza non trova il gol da 3 giornate. Insomma arriva una squadra compatta e quadrata al Partenio, ma quella macchina perfetta è un pò inceppata ultimamente.

Raffaele, squalificato, non siederà in panchina al Partenio e dovrà fare a meno di un elemento di spessore come Emerson, anche lui espulso con la Reggina.

Focus Potenza, i segreti della difesa dei lucani

Come detto la forza del Potenza è la difesa. Solo 8 gol subiti fin ora, ma fino a 2 settimane fa erano soltanto due, miglior difesa d’Europa. Non a caso. La fase difensiva del Potenza è frutto di un lavoro certosino di Raffaele e lo staff. Una squadra che si schiera con un 3-5-2, quindi al Partenio vedremo due squadre schierate a specchio. In difesa linea a tre di solito composta da Emerson, Di Somma e l’ex Avellino, Giosa (che con due gol è il capocannoniere del Potenza). Vista la squalifica come detto di Emerson, dovrebbe giocare Silvestri.

Sugli esterni spingono Viteritti e Sepe, poi una mediana a 3 dove c’è un altro ex Avellino, Dettori. In attacco Arcidiacono e Murano che non stanno certamente brillando in stagione. In tal senso, il recupero di Franca è fondamentale, visto che serve al Potenza un attaccante importante che potrebbe far fare il salto di qualità ai lucani.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!