Fondo di sostegno alla natalità: ecco importi e moduli

Fondo di sostegno alla natalità: scopri quali sono gli importi massimi che si possono ottenere, a chi spetta e quale modulo compilare.

3' di lettura

Fondo di sostegno alla natalità. Vediamo insieme gli importi principali e i moduli da compilare per richiedere l’incentivo (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo approfondiremo nel dettaglio cos’è il bonus famiglia, a chi è rivolto e per cosa serve.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, allora continua a leggere questo articolo.

Fondo di sostegno alla natalità: cos’è?

Il fondo di sostegno alla natalità è una misura ideata dal governo italiano per sostenere le famiglie che hanno avuto figli, da poco tempo.

L’obiettivo è garantire l’accesso al credito alle famiglie con uno o più figli, nati o adottati dal 2017 ad oggi.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Fondo di sostegno alla natalità: beneficiari

Il piano non prevede limiti di reddito. È fondamentale, però, che il prestito venga richiesto entro il compimento dei tre anni del bambino. In caso di adozione, i tre anni fanno riferimento al periodo di permanenza nella nuova famiglia.

Le famiglie che vogliono usufruire di questa possibilità devono rivolgersi alle banche che aderiscono all’iniziativa. Per consultarle c’è un apposito elenco che puoi trovare qui.

Altri requisiti da rispettare sono:

  • Cittadinanza italiana, oppure di uno Stato membro dell’Unione europea oppure permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • Residenza in Italia.

Fondo di sostegno alla natalità: importo ed esclusi

I beneficiari del Fondo di sostegno alla natalità possono richiedere un prestito fino a 10mila, da usare per coprire qualsiasi tipo di spese.

Il credito deve essere restituito in un massimo di sette anni. Le banche aderenti all’iniziativa si impegnano ad applicare un tasso annuo effettivo globale (TAEG) fisso non superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM) sui prestiti personali.

Il prestito è garantito per il 50% della quota capitale dallo Stato italiano.

L’incentivo non può essere concesso a tutti. I beneficiari che rientrano nell’elenco dei cattivi pagatori, nonostante abbiano i requisiti in regola, potrebbero non ricevere il prestito.

La norma è chiara: «resta in facoltà dei soggetti finanziatori l’erogazione del prestito. La presenza della garanzia del Fondo, che permette un tasso agevolato, non esonera le famiglie dall’obbligo di restituzione delle intere somme finanziate alle scadenze pattuite».

Fondo di sostegno alla natalità: cos'è e come funziona.
Fondo di sostegno alla natalità: cos’è e come funziona? Ecco tutte le informazioni utili

Fondo di sostegno alla natalità: modulo di domanda

Per rientrare nel fondo di sostegno alla natalità, dovrai presentare alle banche un modulo compilato, allegando copia del documento d’identità tuo e dei tuoi figli grazie ai quali puoi ricevere la misura.

I fogli che dovrai compilare puoi scaricarli qui, in basso.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie