Flop Napoli: Gattuso rischia, rispunta Benitez

La sconfitta di Verona ha confermato la crisi del Napoli, mettendo seriamente a rischio il futuro sulla panchina azzurra di Rino Gattuso. In caso di esonero potrebbe tornare una vecchia conoscenza dei partenopei: Rafa Benitez, fresco di divorzio con i cinesi del Dalian.

2' di lettura

Nove punti in meno dal Milan capolista per il Napoli di Gattuso, due da recuperare per raggiungere il quarto posto in classifica, aspettando che si giochi la gara con la Juventus. Ma soprattutto: ottava sconfitta stagionale e secondo passo falso di fila a pochi giorni dal flop in Supercoppa Italiana. Il Napoli è uscito con le ossa rotte dal Bentegodi, trafitto tre volte dal Verona nonostante l’avvio micidiale degli azzurri a segno dopo soli 8 secondi con Lozano, l’unico poi a salvarsi dalla disfatta.

Ringhio in bilico

E mai come in questo momento la posizione di Gattuso è in bilico, la panchina traballa e potrebbe saltare, a giudicare dalla rabbia di Aurelio De Laurentiis, che s’aspettava sicuramente di meglio dal Napoli considerata pure la mole di investimenti estivi pari a 130 milioni di euro (su tutti pesa l’affare Osimhen, ad oggi negativo) e i 110 milioni di euro di ingaggi, in un periodo non certo florido per il calcio italiano vessato, come tutte le altre aziende, dal Covid.

Il Napoli potrebbe mancare nuovamente l’appuntamento con la qualificazione in Champions League e Gattuso, così come il diesse Giuntoli, rischia di perdere il posto nel breve periodo. Al tecnico vengono imputate la mancanza di una vera identità di gioco e la gestione dei vari Lobotka, Demme (costati insieme 30 milioni di euro) e di Fabian Ruiz, involuto rispetto alle passate annate. Non sembrano più reggere neppure gli alibi costruiti intorno agli infortuni di Osimhen e Mertens.

Rafa Benitez

Il primo responsabile

L’allenatore si è preso la responsabilità della sconfitta di Verona e del momento delicato e negativo della squadra: “Sarebbe ingiusto accampare alibi, ma alle prime difficoltà non riusciamo ad annusare il pericolo e questo è anche colpa mia, che sono l’allenatore. Nella ripresa ci siamo fatti del male da soli, puntando sul piano fisico, dove loro sono favoriti. Il veleno? Non è facile, non è che vai al supermercato e lo acquisti per 10 euro“, ha dichiarato Gattuso, sulla cui testa aleggia il fantasma di una vecchia conoscenza degli azzurri: Rafa Benitez.

Come riporta il Corriere dello Sport, il tecnico spagnolo, già a Napoli dal 2013 al 2015 si è da poco liberato dai cinesi del Dalian. Ad oggi è solo una suggestione, ma Benitez riabbraccerebbe Insigne, Koulibaly, Ghoulam e Mertens, gli unici quattro superstiti della sua gestione. De Laurentiis ci starebbe pensando, mentre non è da accantonare neppure l’ipotesi Spalletti (molto remoto il ritorno di Sarri), difficile che Gattuso possa dimettersi sentendo ancora forte la fiducia dei suoi giocatori, con un quarto posto sicuramente alla portata. Di questo passo, però, a suon di prestazioni incolori, il trainer calabrese potrebbe perdere contatto con la squadra, fino al clamoroso addio.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie