Germania e Lombardia: la Caduta degli dei. E l’Italia?

I primi saranno gli ultimi. Germania e Lombardia allo sbando con la gestione della Pandemia. L'Italia è intanto inerte, chiude tutto e resta a guardare.

3' di lettura

Affondano i migliori sotto i colpi di maglio di un Coronavirus che, oltre a scrivere la storia, sta riscrivendo rapporti, dinamiche di lavoro, velocità e collegamenti sociali.

Chiariamoci: il Covid-19 è stato prima di tutto una rivoluzione di lunga durata, naturale e cruenta.

Come tutti i ribaltamenti sociali, ha avuto effetti che, all’occhio dell’osservatore, diventano un prisma interpretativo dell’intero sistema.

Covid Italia: primi a chiudere, ultimi a riaprire

Il profilo più percorso dal Covid-19, ciò che meglio di ogni altra cosa ha evidenziato il virus ribelle, è stata la capacità dello Stato italiano di sprigionare energie e virtuosismi solo sul versante repressivo: chiusure e serrate, privazioni, sanzioni e obblighi. Siamo i primi in assoluto. Come lo facciamo noi, nessuno.

Abbiamo una storia alle spalle, evidentemente, troppo affascinante per essere abbandonata al suo prestabilito e univoco destino, così, d’emblée.

Non eguale ingegno, né analoga abilità o competenza, questa Italia ha dimostrato nell’organizzare la difesa e fornire servizi (pagati con le nostre tasse). Barricati dentro, con tanti saluti a tutti.

Italia, vaccinazioni: un Paese «altro»

Per non parlare delle vaccinazioni. Se guardate la statistica che trovate sul sito del Governo (foto sotto) vi renderete conto che siamo un popolo di «ALTRO».

Chi ci sarà in ALTRO? Strano. Non possiamo nemmeno ritenere che siano le classiche «varie ed eventuali»: sono UN MILIONE E OTTOCENTOMILA PERSONE. Più della metà degli ottantenni. Un gruppone secondo solo a questi.

Loro, d’altro canto, erano i primi della classe. Non ALTRI ma LORO: Germania e Lombardia. Prima che arrivasse Re Coronavirus a dimostrare che società, burocrazia e leadership sono tutt’uno, si saldano in un unico corpo: l’una è lo specchio delle altre.

Erano i primi a volare. Sono stati i primi a cadere.

La Lombardia non decolla

Mai in prima linea, incespica più volte. Prima nel piano vaccinale, poi sulle dosi, infine su mascherine e appuntamenti vaccinali.

Con Moratti, d’altronde, il buongiorno l’avevano visto dal mattino: vacciniamo i produttivi, disse.

Mentre l’Italia serrava i battenti perché a morire erano fragili e over 65; a riempirsi ci pensavano gli ospedali; e le chiusure conseguivano – con buona pace dell’ex ministro – dalla morte dei primi e la saturazione dei secondi, al di là di categorie, lavoratori tanto essenziali quanto non toccati dalla nera falce come gli altri.

Germania: «Siamo un Paese rotto»

Der Spiegel, settimanale tedesco famoso per le sue copertine profetiche, qualche settimana fa titolava: «Vergogna e disonore. Siamo un paese rotto».

Effettivamente, da guida nel caos a guida del caos il passo è stato breve.

Lentezza vaccinale, scandalo mascherine e lock-down prima prorogato e poi eliminato, hanno trasformato la Germania in paese da trafiggere.

Germania e Lombardia la Caduta degli dei
Covid: Germania, Lombardia e Italia. L’opinione dell’avvocato Gerardo Di Martino.

La nuova incompetenza tedesca (come l’ha definita la Bild) e la sua strana debolezza sistemica, disvelano l’importanza della guida. Possiamo girarci intorno alla lunga. Ma la leadership è leadership, in Europa e nei singoli Paesi.

Una Merkel non stanca come ora, mai e poi mai si sarebbe impantanata, solo qualche anno fa, nel disastro AstraZeneca – tutto, tutto made in Germany, con sequel, proprio in questi giorni, modello telenovelas brasiliana – e nel naufragio lock-down pasquale.

Gli altri godono.

Che non si trastullino troppo, però: si può cadere solo se si sta in alto.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie