senzacategoria

Videogiochi: i 7 migliori Free-to-play in circolazione

0
5' di lettura

Stanchi di spendere fior di quattrini per un titolo che dopo una settimana lascerete inesorabilmente sopra la mensola a prendere polvere ? Siete stufi di pagare un abbonamento online per poter giocare con i vostri amici? Se la risposta è sì, continuate a leggere la mia personale TOP di titoli FREE TO PLAY (Online). Divertimento assicurato senza spendere un centesimo.

Warframe (PC, PS4, XB1, SWC)

Warframe è un must have per i fan di Star Wars e i libri di Asimov. Esplorazione di nuovi pianeti e frotte di nemici sono all’ordine del giorno in questo sparatutto action nel quale impersoneremo un ninja futuristico con una tuta hi-tech che ci assicura poteri unici. La possibilità di affrontare la campagna in cooperativa (meglio se con un amico che conosciamo ) e il gran numero di missioni sono i suoi punti di forza di questo gioco, fruibile in modo gratuito (Poi, se volete i warframe più forti, allora qualche soldino dovrete spenderlo). 

Voto [7/10]

Pro: Rapido e frenetico, possibilità di affrontare la campagna in cooperativa, tanti contenuti.

Contro: alla lunga può annoiare, se volete essere i migliori dovete necessariamente mettere mano al portafoglio. 

Neverwinter  (PC, PS4, XB1 )

Chiunque conosca Dungeons and Dragons è anche un profondo conoscitore di Forgotten Reams: una delle ambientazioni più vaste del gioco, Anche Neverwinter è ambientato in quella location e strizza l’occhio a giochi come Final Fantasy 14 e il più blasonato Word of Warcraft.

Neverwinter non ha canone mensile e permette di giocare in maniera gratuita l’avventura principale; le quest si possono completare sia in solitaria che con l’aiuto di un amico; il comparto tecnico non è a livello dei diretti concorrenti ma vi farà passare qualche ora in compagnia alla scoperta di questo mondo magico che già nei primi anni ‘90 ha rapito milioni di giocatori. 

Voto [7/10]

Pro: Senza canone e fruibile in maniera completamente gratuita.

Leggi anche  Così la depressione ha ucciso la mia gemella: cronache del male nero

Contro: Non regge il confronto con altri MMO più blasonati. Endgame da rivedere.

Fortnite  (PC, PS4, XB1, SWC, ADR, iOS )

Uno dei più giocati nel 2018, attori, politici, star pornografiche, cantanti, con Fortnite hanno provato l’ebrezza di lanciarsi con il paracadute e di essere catapultati in un arena alla stregua degli Hunger Game, chi vince? Non sempre il migliore ma chi riesce a sopravvivere a tutti gli imprevisti che si parano sul suo cammino, con un po’ di fortuna e tanta abilità. Gli sviluppatori rilasciano contenuti con cadenza settimanale e non è assolutamente necessario spendere un euro. A meno che non vogliate personalizzare il vostro personaggio. 

Voto [8/10]

Pro: sempre aggiornato e seguito da migliaia di giocatori. Nuove modalità escono con cadenza mensile. Multipiattaforma consentito.

Contro: Alla lunga personalmente mi ha stancato forse perché non ho particolare abilità con questi giochi. Non a tutti potrebbe piacere il fatto che una volta “morti” bisogna ricominciare una nuova partita. 

Paladins  (PC, PS4, XB1, SWC)

Molto simile ad Overwatch: in Paladins i giocatori vengono riuniti in una squadra e si danno battaglia in arene Hi-Tech con armi ultra moderne e poteri unici in questo FPS ibrido. Ogni campione è diverso da un altro con poteri magici e abilità e, se riuscite ad apprezzare la sua freneticità, promette ore ed ore di gioco in compagnia di amici. Da provare almeno una volta.

Voto [7.5/10]

Pro: vi da la possibilità di provare un esperienza simile a quella di Overwatch in maniera totalmente gratuita. Se apprezzate i combattimenti frenetici vi terrà incollati per ore allo schermo.

Contro: Poche modalità. Caricamenti lunghi. Potrebbe non piacere a tutti a causa del genere di appartenenza.

League of Legend/Dota 2  (PC)

League of Legend

Doppio titolo in questo ultimo posto. I due giochi essenzialmente offrono la stessa esperienza. League of legend è il capostipite del genere, Dota 2 dalla sua ha una realizzazione tecnica superlativa. Se vi piace il genere MOBA dovete provare almeno uno di questi due giochi. 

Leggi anche  Inviti e Locandine Kiwi Club

Come per ogni titolo di questo genere, all’inizio sarà veramente difficile imparare a giocare, ma con costanza e buona volontà potete provare a scalare le classifiche con un gran senso di soddisfazione. Più che di videogames qui parliamo a di veri E-Sport: come il calcio, il tennis, il nuoto. Insomma o lo apprezzate davvero o semplicemente lo evitate senza mezzi termini.

Voto: [4 o 9/10](Amore ed odio per questi due titoli )

Pro: Contenuti a pagamento solo estetici, proprio come in uno sport è richiesta cooperazione e continuo allenamento per diventare i migliori. 

Contro: Può causare dipendenza, attacchi di ira e odio verso la razza umana, ma se siete dei maestri zen fa al caso vostro.

Menzione onorevole per Planetside 2 (PC, PS4)

Uno dei primi a proporre la strana seppur ottima accoppiata fra FPS e MMO. Sviluppato da Sony è arrivato su PlayStation 4 tre anni fa, anche se sul Pc è disponibile da tre anni prima. Ottimo per gli amati di Battlefield e Call of duty; la mole di armi e veicoli utilizzabili è immensa; la grafica sopra le righe e i contenuti avrebbero messo al primo posto questo titolo nella mia personale classifica, ma  il gioco è un po’ troppo invadente a proporre acquisti in App tra armi ed equipaggiamenti. Oggetti che sarebbero altrimenti molto difficili da ottenere senza mettere mano al portafoglio,. Quindi per Planetside 2  solo una menzione onorevole dal vostro Buggher. 

Voto [8/10]

Pro: mappe vastissime tantissimi contenuti fra armi e veicoli. Un titolo free to play da 10…

Contro: …se non fosse per gli acquisti in app un po’ troppo invadenti. 

Questa era la mia personale classifica su i giochi free to play che al momento valgono veramente il vostro tempo e sono assolutamente da provare. E voi siete d’accordo? Avete qualche titolo da consigliare ?

Io non voglio crescere, andate a farvi fottere

Articolo precedente

Abbiamo intervistato il padre di uno zombi vegano e ambientalista

Articolo successivo

Commenti

Rispondi