Lutto per Giuseppe Aufiero: ti ricorderemo ascoltando i Dark Tranquillity

giuseppe aufiero lutto
1' di lettura

Ci sono persone lasciano il segno. Un modo particolare di parlare, di ridete, a volte è sufficiente uno sguardo. Nel caso di Giuseppe Aufiero, molti ricorderanno le canzoni o le serate animate dal suo basso.

Giuseppe se ne è andato a 41 anni. E’ stato trovato morto nella sua casa di Torchiati, a Montoro. Per comprendere l’eco del dramma è sufficiente scorrere la sua bacheca facebook.

Sono centinaia di messaggi di cordoglio. Commossi. Davvero toccanti.

Proprio da quei messaggi emerge il profilo di un uomo che ha saputo lasciare il segno. Nella vita di tutti quelli che ha incrociato anche una sola volta.

Giuseppe….ma perché? – scrive un amico – Mancherai tanto! Grazie per tutto quello che hai fatto per me negli anni, per tutto quello che sei stato, per l’aiuto che mi hai sempre dato, l’amicizia onesta e la schiettezza! Ti voglio un bene immenso e lo sapevi per fortuna ! Fa buon viaggio tesoro, fa buon viaggio”.

“Ogni volta – scrive chi lo conosceva bene – che ascolterò un pezzo dei Dark Tranquillity, penserò a quella serata al R’N’R di Romagnano”.

Giuseppe non era solo un bravo musicista. Alla musica aveva dedicato la vita. Insegnava al conservatorio Cimarosa di Avellino. E quella sua stessa passione riusciva a trasmetterla a tutti i suoi allievi. Quella capacità di infondere passione anche nello studente più distratto. Quella semplicità nello spiegare gli argomenti, tipica di chi la materia la vive ogni giorno. Con passione e curiosità. La stessa con la quale due giorni fa si preparava ad affrontare la vita.

“Sono pronta a prenderla a piene mani”, scriveva sul suo profilo facebook. Purtroppo un tragico destino ha scelto diversamente.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!