Crisi di governo. Conte va via? Cosa sta succedendo

Giuseppe Conte deve fare i conti con una possibile crisi di governo. A minacciarla è Matteo Renzi, segretario del partito Italia Viva, che è in maggioranza con il presidente. Ecco tutti gli scenari possibili e cosa può accadere nel 2021.

governo-crisi-conte-renzi-2020
Crisi di governo? L'esecutivo guidato dal presidente Giuseppe Conte deve fare i conti con una parte della maggioranza, capitanata da Matteo Renzi, che non gradisce più la sua gestione del potere.
3' di lettura

In questi giorni si sente più volte parlare di «crisi di governo». Significa che chi sta gestendo l’Italia in questo periodo comincia a perdere consenso all’interno del Parlamento. Se anche i parlamentari che ora fanno parte della maggioranza decidono che questo governo non è più adatto ad amministrare l’Italia, allora si arriverà a un voto che porterà il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a dimettersi.

In questo momento le forze politiche di maggioranza, quindi quelle che governano il Paese, sono tre: Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Italia Viva. Se anche una di queste tre si tira indietro, allora non ci sono più le condizioni per stare al governo, perché non ci sarebbe più il numero dei voti necessario.

Italia Viva è il partito più piccolo, ma le persone che lo compongono sono indispensabili al Partito Democratico e al Movimento 5 Stelle per continuare a governare.

A capo di Italia Viva c’è Matteo Renzi. È entrato in questo governo con i voti del Partito Democratico, poi una volta entrato ha creato un proprio Partito e si è staccato per poter contare di più.

Il pericolo per Giuseppe Conte, presidente del Consiglio scelto dal Movimento 5 Stelle, è proprio Matteo Renzi, a cui non piace più la sua gestione del potere. Ma cosa esattamente non piace a Renzi?

Dall’Europa arriveranno tanti soldi: oltre duecento miliardi. Sono soldi che serviranno all’Italia per poter far ripartire l’economia e riprendersi dall’emergenza coronavirus. Giuseppe Conte ha proposto un piano su come spendere questi soldi e, secondo lui, vanno gestiti da un gruppo di manager e di tecnici, non secondo le consuete procedure, ossia scelte politiche da valutare una ad una con un confronto parlamentare.

Giuseppe Conte ha proposto questo per velocizzare gli investimenti ed evitare la burocrazia. Renzi invece crede che non sia corretto democraticamente e che ogni scelta vada discussa con tutti in Parlamento. Ecco perché nell’ultima discussione al Senato ha minacciato di uscire dalla maggioranza, ritirando anche i suoi due ministri.

Che succede se Renzi esce dalla maggioranza?

Se Renzi esce dalla maggioranza, allora non ci sarebbero più le condizioni per governare e Conte sarebbe costretto a dimettersi. A quel punto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dovrà decidere se provare a fare una nuova maggioranza (quindi vedere se qualcuno dell’opposizione vorrà sostituire Renzi), oppure potrà decidere di andare a nuove elezioni.

Andare al voto però è una scelta che non piace a nessuno, perché con il taglio dei parlamentari che è stato approvato molti non sarebbero rieletti, perderebbero quindi il loro posto di lavoro in politica.

crisi-di-governo-conte-renzi
Matteo Renzi, segretario di Italia Viva, minaccia Giuseppe Conte di fare una crisi di governo se non cambierà modo di governare il Paese.

Qual è la situazione adesso?

Attualmente ci troviamo in una situazione di stallo. Sia Renzi che l’opposizione (Salvini, Berlusconi e la Meloni) hanno detto che si ritornerà a parlare di un nuovo governo quando sarà passata l’emergenza coronavirus. Quindi, presumibilmente, a marzo: quando sarà finito l’inverno e saranno cominciate le vaccinazioni.

Quello che molti vorrebbero fare è un governo che metta insieme tutti, con l’obbiettivo di risolvere insieme le ultime questioni sul coronavirus e poi andare al voto, forse già nella prossima estate.

Se quindi la strada sarà quella di un governo di «unità nazionale» il Presidente del Consiglio non potrà sicuramente essere Giuseppe Conte, ma molto probabilmente sarà una figura terza, estranea alla politica. Molti vorrebbero Mario Draghi al suo posto.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie