Governo Draghi: quali saranno i suoi ministri?

Ipotesi sulla squadra dei Ministri del Governo Draghi. Molte le opzioni sul tavolo, il premier incaricato scioglierà il riservo solo al termine delle consultazioni.

4' di lettura

Governo Draghi. Sono iniziate ieri consultazioni con le forze parlamentari per sondare la possibilità di una maggioranza che sostenga un esecutivo guidato da Mario Draghi. I nomi sul tavolo per la squadra di governo, vediamo le ipotesi.

Indice:


Governo Draghi: iniziate le consultazioni

Negli ultimi due giorni è accaduto quello che solo due mesi fa sarebbe stato impensabile. Non solo ha avuto fine il Governo Conte-bis ma l’incarico di formare il prossimo governo (il terzo di questa legislatura, iniziata a marzo 2018) è stato affidato a Mario Draghi, l’italiano forse più famoso e stimato al mondo.

Dopo il fallimento dell’esplorazione del Presidente della Camera Roberto Fico (martedì 2 febbraio), il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha pronunciato un sentito discorso alla nazione, nel quale ha annunciato la sua intenzione formare un “governo di alto profilo” non rispondente ad alcuna formulazione politica.

Rimessosi al timone del Paese, Mattarella ha indicato una via percorribile per traghettare l’Italia (e il Parlamento) fuori dalla crisi, convocando Mario Draghi al Quirinale per affidargli l’incarico di formare un nuovo esecutivo (per maggiori informazioni, leggi anche “Mattarella governo tecnico, ecco Draghi: che succede ora“).

Mario Draghi ha risposto positivamente alla “chiamata alle armi”, accentando l’incarico. Ma dovrà passare per le consultazioni con i gruppi parlamentari e le forze politiche, attività che sta svolgendo in queste ore e che proseguirà nei prossimi giorni.

È il giorno delle consultazioni di Mario Draghi. Ha cominciato con i partiti minori e terminerà sabato con la Lega“(Il Corriere della Sera)

Governo Draghi: ipotesi squadra di governo

Anche se molto sarà deciso nei prossimi giorni, i nomi sul tavolo in lizza per guidare questo o quel Ministero sono già molti. Se ne parla sul Corriere della Sera dove si legge che è già iniziato il “toto-ministri”.

L’idea trasmessa dalle parole e dal “modus operandi” di Draghi non sembra riflettere i meccanismi incestuosi delle ultime settimane. Il sospetto è che non ci saranno grandi trattative su Ministeri e sottosegretari, come quelle denunciate da Bruno Tabacci nel corso della scorsa puntata di Di martedì su La7.

Il Corriere lo ha precisato: “sulla squadra di governo non si aprirà alcun mercato, semmai quello che appare certo dai primi colloqui istituzionali avuti ieri dal capo del governo incaricato è il modello che seguirà, quello dell’esecutivo Ciampi, che per la prima volta sperimentò un mix di politici e tecnici, puri o d’area”.

Ma veniamo ai nomi in pole position.

Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo della BCE, Banca Centrale Europea. Un dottorato alla London Business School (1996), una carriera passata tra Banca d’Italia, Ocse e ora Francoforte. Secondo il Corriere è molto stimato da Draghi e potrebbe ottenere un ministero economico.

Marta Cartabia, costituzionalista e accademica italiana, la prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Corte Costituzionale (2019-2020). Ha studiato Giurisprudenza a Milano per poi ottenere un dottorato di ricerca all’European University Institute. Dopo una carriera accademica ai massimi livelli, che sia lei la designata Ministra della Giustizia per attuare “una riforma radicale”? (Il Corriere della Sera)

Carlo Cottarelli, Direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani con una carriera pluridecennale al Fondo Monetario Internazionale. Nel 2018 quando le sorti del Governo Giallo-Verde (allora non ancora “nato”) erano appese al nome di Savona, fu a sua volta convocato al Quirinale, ma non se ne fece nulla. Che sia questa la volta buona? Un Ministero economico farebbe al caso suo.

Luciana Lamorgese, un profilo tecnico, l’attuale inquilina del Viminale che potrebbe essere confermata al Ministero dell’Interno. Già prefetto e consigliere di Stato, Lomorgese è laureata in Giurisprudenza e ha ricoperto ruoli di primo piano nella Pubblica Amministrazione nel corso della sua lunga carriera. Potrebbe essere riconfermata insieme ad altri operanti nel Governo uscente, come Roberto Speranza e Francesco Boccia.

Enrico Giovannini, ex Presidente dell’Istat e professore ordinario di Statistica all’Università di Roma Tor Vergata, già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali nel Governo guidato da Enrico Letta e fondatore dell’ASVIS. Potrebbe ottenere un ministero economico.

Un lista che non solo non è esaustiva, ma che ricordiamo essere un’ipotesi. Non resta che attendere l’esito delle consultazioni che potrebbero decretare l’atto di nascita del Governo Draghi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie