Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto » Fisco e tasse / Gratuito patrocinio, i nuovi limiti di reddito

Gratuito patrocinio, i nuovi limiti di reddito

Scopri quali sono i nuovi limiti di reddito per accedere al gratuito patrocinio.

di The Wam

Agosto 2023

Sono cambiati i limiti di reddito per essere ammessi al gratuito patrocinio, la possibilità di avere una tutela legale con le spese dell’avvocato pagate dallo Stato. Il ministero della Giustizia ha di recente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che adegua l’importo stabilito dalle legge. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Patrocinio gratuito: il nuovo limite di reddito

L’attuale soglia per accedere al gratuito patrocinio è stata rivista, con un incremento rispetto ai valori precedenti. Questo adeguamento è avvenuto in risposta alle variazioni dell’inflazione registrate negli ultimi anni.

L’adeguamento biennale degli importi

La variazione del limite di reddito è frutto dell’adeguamento che avviene ogni due anni, tenendo conto delle fluttuazioni del costo della vita.

Gratuito patrocinio: i redditi da considerare

Per determinare l’ammissibilità al gratuito patrocinio, vengono presi in considerazione diversi tipi di reddito imponibile. Questi includono:

La pensione di invalidità fa reddito per il gratuito patrocinio?

Calcolo del reddito imponibile

Il reddito da considerare nel calcolo comprende non solo quello del richiedente, ma anche quello dei familiari conviventi. Esistono però alcune eccezioni:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Quando spetta sempre l’avvocato gratis

Ci sono situazioni, come nei casi di violenza sessuale, in cui, come vedremo, il limite di reddito non è applicabile. Le vittime di certi reati possono avere l’avvocato a spese dello Stato in ogni circostanza. Per ulteriori dettagli su queste eccezioni, consulta l’articolo “Gratuito patrocinio: quando il reddito non conta”.

Cosa succede se non pago l’avvocato e quando è possibile?

Gratuito patrocinio: per quali cause?

Il gratuito patrocinio si estende a vari ambiti:

E’ importante sottolineare che non tutti possono accedere al patrocinio. IL beneficio è garantito solo alle persone che, oltre a rientrare nei limiti di reddito, vedono riconosciute le proprie ragioni come non manifestamente infondate.

Come dimostrare che un familiare è carico fiscale

Gratuito patrocinio e difesa d’ufficio: quali differenze?

Molti confondono il gratuito patrocinio con la difesa d’ufficio. Sebbene simili, i due istituti hanno finalità diverse.

Reddito massimo per non pagare le tasse in Italia.

Mentre il primo garantisce la copertura delle spese legali, il secondo si riferisce alla nomina di un avvocato per chi non ne ha uno di fiducia. L’avvocato di ufficio, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, va pagato, a meno che non si acceda al patrocinio a spese dello Stato.

Gratuito patrocinio senza limiti di reddito

Alcuni cittadini, a prescindere dal loro reddito, possono accedere al gratuito patrocinio. Questo vale per le persone vittime di reati particolarmente gravi come:

Gratuito patrocinio: le esclusioni

Non tutti, però, possono beneficiare di questa forma di assistenza. Esistono alcune esclusioni, come per coloro che:

Domanda di ammissione al gratuito patrocinio

La domanda va inoltrata presso il magistrato competente. Il punto di accesso varia in base alla fase del procedimento e al luogo di detenzione del richiedente. Una volta ammesso, l’assistenza vale per ogni stato e grado del processo.

Documenti necessari

Per la domanda di gratuito patrocinio è fondamentale allegare:

La veridicità dell’autocertificazione è fondamentale. Fornire dati falsi può portare alla revoca del beneficio e all’avvio di un procedimento penale.

Gratuito patrocinio, i nuovi limiti di reddito
Nella foro un avvocato e una bilancia, simbolo della giustizia.

FAQ (domande e risposte)

Cos’è il gratuito patrocinio?

Il gratuito patrocinio è un servizio legale che consente ai cittadini di ottenere assistenza legale senza dover pagare le spese dell’avvocato, poiché sono coperte dallo Stato.

Qual è il limite di reddito per il gratuito patrocinio?

Per il 2023, il limite di reddito per il gratuito patrocinio è di 12.838,01 euro.

Chi paga l’avvocato in caso di gratuito patrocinio?

In caso di gratuito patrocinio, le spese dell’avvocato sono pagate dallo Stato.

Cosa non comprende il gratuito patrocinio?

Il gratuito patrocinio copre le spese legali, ma ci sono certe condizioni e limiti di reddito da rispettare per poterne beneficiare.

Quando si perde il gratuito patrocinio?

Il gratuito patrocinio può essere perso se il reddito del beneficiario supera il limite stabilito o se non vengono rispettate altre condizioni previste dalla legge.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp