Green pass obbligatorio da lunedì, ecco dove

Green pass obbligatorio da lunedì: le Regioni hanno detto sì all'uso del certificato verde per entrare nei locali al chiuso, anche bar e ristoranti. L'obbligo sarà esteso nei prossimi mesi e nel caso di passaggio in zona più alte di rischio i limiti per i non vaccinati diventeranno sempre più numerosi. Questa sera la decisione del Consiglio dei Ministri.

4' di lettura

Green pass obbligatorio da lunedì per tutte le attività al chiuso, anche i ristoranti e i bar (ma non per prendere un caffè al banco). Ieri pomeriggio si è concluso l’incontro tra i presidenti di Regione e la ministra Gelmini, che ha sancito il sì al green pass obbligatorio.

Decisivo è stato un numero: 38 milioni di italiani hanno già scaricato il certificato verde. Se si aggiungono anche i bambini fino a 12 anni (che non possono essere vaccinati), è una fetta importante di italiani. Ai 38 milioni bisogna sommare tutti i cittadini che stanno continuando a vaccinarsi, senza dimenticare che dopo l’adozione del green pass obbligatorio, così come è accaduto in Francia, potrebbero convincersi a immunizzarsi anche gli italiani che erano più scettici nei confronti dei vaccini.

Green pass obbligatorio sempre più esteso

La decisione delle Regioni, a meno di ripensamenti dell’ultima ora, apre un percorso che porterà all’uso sempre più esteso del green pass obbligatorio. Non si escludono le scuole e i posti di lavoro. Ma di questo si deciderà nelle prossime settimane. L’obiettivo immediato è tenere sotto controllo il più possibile la nuova ondata di contagi scatenata dalla diffusione della variante Delta.

Entro oggi gli ultimi due passaggi chiave prima dell’entrata in vigore del nuovo decreto: la riunione della Cabina di Regia (con il Cts) e infine il Consiglio dei Ministro che dovrà emanare il provvedimento.

Oltre al green pass obbligatorio saranno decisi anche i nuovi parametri per le quattro fasce di rischio.

Green pass obbligatorio e Rt ospedaliero

Scontato il passaggio all’Rt ospedaliero. Ma non c’è ancora accordo tra le Regioni e il Governo.

Se il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha proposto che si attivi la zona gialla con il 5% dei posti letto occupati in terapia intensiva e il 10% nei reparti ordinari, i governatori sono propensi ad alzare quella soglia rispettivamente al 20 e al 30%.

Si arriverà a una mediazione, con la zona gialla che scatta con il 10% di occupazione nelle rianimazioni e il 15% nei reparti.

Sarà comunque inserito un altro parametro: le Regioni avranno l’obbligo di effettuare un certo numero di tamponi (e sequenziamenti) per tracciare eventuali varianti.

Green pass obbligatorio e zona gialla

Si troverà di certo un accordo condiviso, anche perché la questione più spinosa, quella dove le divergenze erano più evidenti, era il green pass obbligatorio.

In Italia il green pass è stato fino a oggi rilasciato anche chi ha fatto una sola dose. Potrà utilizzarlo per andare al ristorante al chiuso o in discoteca.

Ma il green pass obbligatorio diventerà più stringente in caso di passaggio alla zona gialla. Scatterebbero altre limitazioni per i non vaccinati. Limitazioni che aumenteranno se la fascia di rischio dovesse poi diventare arancione o rossa. A quel punto molte attività si potranno svolgere solo con il certificato verde.

Questi aspetti potrebbero essere elencati nel dettaglio durante la conferenza stampa che si terrà al termine del Consiglio dei Ministri.

L’obiettivo del governo è chiaro: convincere più persone possibile a vaccinarsi, anche perché l’alternativa è finire in una sorta di lockdown personale.

Bassi i ricoveri in terapia intensiva

Il presidente del Consiglio intende accelerare su questa strada per evitare di trovarsi di nuovo di fronte alla necessità di disporre chiusure e restrizioni. Una ipotesi che il Paese non può neppure prendere in considerazione.

Ma è una possibilità che resta sullo sfondo, anche alla luce della crescita notevole dei contagi. In una sola settimana siamo passati da 1.534 nuovi positivi al giorno a 4.259. La stessa traiettoria seguita da altri Paesi europei che ora sono sopra i 30.000 infetti al giorno.

La buona notizia è che rispetto all’incremento dei contagi la media nazionale di ricoveri in terapia intensiva è al 2%.

Green pass obbligatorio: stadi e cinema pieni

E dunque già da lunedì prossimo green pass obbligatorio per i ristoranti e i bar al chiuso.

Il ciclo completo di vaccinazione sarà indispensabile per entrare in palestra, discoteca, treni, aerei, navi.

Nel nuovo decreto si valuteranno i sistemi per l’ingresso a scuola e sui mezzi di trasporto pubblico locale.

Con l’ingresso riservato solo a chi avrà la vaccinazione completa non ci dovrebbero essere limiti di capienza nei locali, nei cinema, negli stadi.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie