Green pass obbligatorio e caccia agli over 60 non vaccinati

Green pass obbligatorio e caccia agli over 60 non vaccinati: sono le due direttive con le quale il Cts spinge il governo ad agire per evitare l'emergenza sanitaria. Il documento sarà discusso mercoledì ed entro fine settimana sarà emesso il nuovo decreto. Si vogliono evitare nuove chiusure, ma si deve spingere forte sulla campagna vaccinale. Troppi over 60 senza protezione.

5' di lettura

Green pass solo per chi ha completato il ciclo, con una particolare attenzione per gli over 60: bisognae identificare e convincere chi non ha ancora ricevuto la somministrazione delle dosi.

L’obiettivo? Arginare la diffusione della variante delta del covid in Italia e arrivare a settembre/ottobre con una situazione epidemiologica sotto controllo. Lo sostiene il Comitato tecnico scientifico, che ha stilato e presenterà al governo nelle prossime ore, il documento che dovrà rappresentare la base scientifica per il nuovo decreto, quello che dovrebbe entrare in vigore entro la fine di questa settimana.

Per riassumere: il green pass sarà obbligatorio in tutti i luoghi dove si creano assembramenti.

Il report di venerdì scorso ha fornito dati che sono ritenuti inequivocabili. La diffusione della variante Delta e di conseguenza la crescita dei contagi in tutto il Paese è evidente. La mutazione è molto più contagiosa, ma non solo. «Può indurre – si legge nel documento – manifestazioni anche gravi o fatali in soggetti non vaccinati o che hanno ricevuto una sola dose».

Green pass, ma anche tracciamenti e sequenziamenti

Tra le priorità messe in evidenza dal Cts c’è quella dei tracciamenti e del sequenziamento. Obiettivo: isolare i casi positivi, individuare i contatti, controllare le eventuali mutazioni del virus.

La crescita dei contagi in Italia sta seguendo traiettorie molto simili a quelle già registrate in altri Paesi europei che hanno indici di vaccinazione molto simili ai nostri.

Ci sono stati altri 3.127 casi, tre decessi, e un tasso di positività che sfiora il 2% in netta crescita rispetto ai giorni precedenti.

Non c’è alcun dubbio che la diffusione del virus sia ripresa. Al momento, e questa è una buona notizia, l’aumento dei casi ancora non si traduce in un incremento dei ricoveri nelle corsie degli ospedali e nelle sale di rianimazione.

È l’effetto dei vaccini, certo. Ma incide anche l’età media di chi ha contratto il virus, che è al di sotto dei 30 anni.

Green pass, dove sarà sicuramente obbligatorio

Ma dove sarà obbligatorio il green pass con la vaccinazione completata da 14 giorni?

Se ne discuterà mercoledì, durante la cabina di regia del governo. Su alcuni luoghi pubblici non ci sono dubbi.

Il green pass sarà obbligatorio per andare in questi posti:

  • stadio
  • palazzetto dello sport
  • eventi e spettacoli
  • concerti
  • cinema e teatro
  • treni
  • aerei
  • navi
  • discoteche (se riaprono)
  • ristoranti al chiuso.

Il green pass, nelle intenzioni del Cts, può essere rilasciato anche a chi è guarito da non più di sei mesi e a chi può esibire un test negativo (entro le 48 ore).

Green pass e quello che accade in Spagna

I timori degli esperti italiani non poggiano le basi su previsioni statistiche, ma su quello che sta accadendo in altri Paesi europei. In particolare la Spagna, che ha avuto un percorso parallelo al nostro rispetto a questa pandemia.

Nella penisola iberica la diffusione della variante delta è partita con qualche settimana di anticipo rispetto all’Italia. Oggi in terapia intensiva ci sono quasi 800 persone.

E se in Spagna la mutazione individuata per la prima volta in India è già dominante, in Italia lo diventerà nel giro di quale giorno. È molto probabile un ulteriore incremento dei contagi, soprattutto tra i giovani.

Green pass, il problema sono gli over 60

Ma potrebbero finire in ospedale anche molti tra gli over 60 che non sono stati ancora immunizzati.

Restano scoperte 2,5 milioni di persone di quella fascia di età. Tra loro anche chi ha condizioni di salute fragile.

I timori più gravi per gli scienziati sono rivolti proprio per quella fascia di popolazione. Bisogna fare presto nel rintracciare gli indecisi e convincerli che è preferibile vaccinarsi piuttosto che correre il rischio di finire in rianimazione, O anche peggio.

Così cambiano i parametri per il passaggio alla zona gialla

Nella Cabina di Regia di mercoledì saranno anche cambiati i parametri per il passaggio di un territorio da una fascia di rischio all’altra.

Le vaccinazioni hanno modificato il quadro: conta meno il numero delle persone contagiate, mentre è più indicativo il livello di occupazione degli ospedali e delle terapie intensive. Una scelta che sembra del tutto logica.

Niente restrizioni, ma green pass quasi obbligatorio

Dunque il governo non ha nessuna intenzione di imporre nuove restrizioni. Ma a patto che il green pass diventi quasi obbligatorio e che questo spinga in tanti che ancora non l’hanno fatto a iniziare o completare il ciclo vaccinale.

Per lo stato di emergenza nessun dubbio. Sarà esteso per almeno altri tre mesi. Ma non si esclude una proroga che lo prolunghi fino al 31 dicembre.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie