Green pass obbligatorio nei locali al chiuso

Green pass obbligatorio nei locali al chiuso, ma anche per viaggiare, partecipare a eventi e cerimonie, andare a cinema, teatro, in palestra e in piscina. Probabile il green pass obbligatorio anche per i ristoranti, meno per i bar. Le nuove misure potrebbero essere introdotte già questa settimana. Rischio nuove zone gialle tra luglio e agosto.

5' di lettura

Del green pass obbligatorio si discuterà all’inizio della prossima settimana, e forse già giovedì potrebbe entrare in vigore al termine del Consiglio dei ministri. Quel giorno potrebbe anche essere più evidente la portata dei contagi causati dalla diffusione in Italia della variante Delta.

Per il Comitato tecnico scientifico è necessario agire subito per evitare che il numero dei casi cresca così tanto da non riuscire più ad effettuare un controllo efficacie.

Green pass obbligatorio, il governo è diviso

Ma il modello Macron – che in Francia ha imposto il green pass obbligatorio per fare quasi tutto – seppure, più stemperato, non convince tutti al governo. La Lega è contraria, i 5 Stelle sono cauti. Il Pd e Leu ritengono sia necessaria una stretta per evitare di ritrovarsi all’inizio dell’autunno con un quadro epidemiologico compromesso.

Ad alimentare i timori degli esperti non sono né le statistiche, né i calcoli, né le previsioni. Ma quello che sta accadendo in altri Paesi europei con un’alta percentuale di persone vaccinate.

Per il ministro della Salute, Roberto Speranza, più esteso sarà l’utilizzo del green pass obbligatorio e meno saranno le probabilità di tornare a chiudere attività che sono state riaperte da poco (comprese palestre, piscine, cinema e teatri).

Nuovi parametri per le zone a rischio: conta il numero di ricoverati

Nel nuovo decreto dovrebbero essere inseriti anche i nuovi parametri per il passaggio delle regioni da una fascia di rischio all’altro.

La campagna vaccinale ha infatti rallentato – e di molto, si spera – il numero delle persone che sono costrette a essere ricoverate in ospedale e nelle terapie intensive. Ovvero, si è abbassata la percentuale di chi contrae il covid in maniera grave (i contagiati sono quasi tutti giovani e le persone più fragili sono in gran parte vaccinate). E dunque, piuttosto che avere il numero dei contagi come riferimento principale per passare da zona bianca a zona gialla, avrà un perso determinante l’Rt ospedaliero, ossia il numero dei ricoverati.

Con l’aumento dei casi presto nuove zone gialle

Con l’attuale andamento della curva comunque, si teme che le prime zone gialle potrebbero scattare a breve, forse a fine luglio o più probabilmente entro metà agosto.

Zona gialla significa ritorno delle mascherine obbligatorie all’aperto e limite di quattro persone non conviventi ai tavoli del ristorante. Oltre a una riduzione drastica del pubblico che potrà assistere a eventi sportivi: 1000 persone negli stadi, 500 nei palazzetti al chiuso.

In zona gialla, oltre al green pass obbligatorio, potrebbero essere reintrodotte limitazioni anche per le feste e i ricevimenti.

Sarà prolungato lo stato di emergenza

Il nuovo cambiamento nel quadro epidemiologico, forse non del tutto inatteso, ma comunque molto repentino, causerà di certo il prolungamento dello stato di emergenza, che scadeva il 31 luglio. Si immaginava di prorogarlo per qualche mese, fino all’autunno, quando l’intero Paese sarà ripartito e comincerà l’anno scolastico, ma l’ipotesi più credibile è quella di una estensione fino al 31 dicembre.

Green pass obbligatorio: due obiettivi

Green pass obbligatorio dunque per accedere a locali, viaggiare (treni, aerei, navi) e partecipare a eventi, anche sportivi, andare in discoteca (se verranno riaperte) o nei centri commerciali. La differenza, come accennato, è che il certificato verde sarà rilasciato solo a chi ha completato il ciclo delle vaccinazioni contro il covid.

L’Italia si allinea così alle disposizioni in vigore in gran parte d’Europa. Solo in Italia era possibile ottenere il green pass con una sola dose di vaccino.

Il green pass obbligatorio risponde a un duplice obiettivo:

  • evitare nuove chiusure
  • convincere anche gli indecisi a vaccinarsi

In Francia il sistema ha funzionato. Il green pass obbligatorio per fare quasi tutto ha alimentato un boom di prenotazioni per la vaccinazione.

Green pass obbligatorio: i controlli

Quando si adottano queste misure il problema sono sempre i controlli. C’è una questione di privacy. Proprio per questo le verifiche per il green pass obbligatorio dovrebbero essere effettuate solo dalle forze dell’ordine.

Comunque sia, nel decreto si prevede che i controlli dovranno essere garantiti dai gestori dei locali. Saranno loro ad accertare se una persona ha il green pass prima di farlo entrare.

Green pass obbligatorio: bar e ristoranti

Sui ristoranti la questione è aperta. L’intenzione è di rendere il green pass obbligatorio per tutti i locali al chiuso. Non è chiaro se anche i bar rientrano nello schema. La questione divide il governo, tra chi vorrebbe la linea dei rigore (si andrebbe più volentieri in un ristorante dove sai che tutti sono vaccinati) e chi invece ritiene sia una misura inutile e aumenterebbe solo le paure dei cittadini.

Ma sul punto si troverà un’intesa. Forse una via di mezzo (i bar potrebbero essere esclusi).

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie