Green pass obbligatorio e sanzioni pesanti: si va avanti

Green pass obbligatorio e sanzioni pesanti: il prossimo decreto riguarderà tutti i dipendenti pubblici, poi si passerà al settore privato. Ma all'interno dell'esecutivo c'è chi spinge per inserire tutti subito nello stesso provvedimento. L'obbligo sarà comunque in vigore per tutti entro la metà di ottobre.

4' di lettura

Green pass obbligatorio e sanzioni pesanti per chi trasgredisce. Il governo va avanti, la strada scelta è quella del certificato verde per tutti. E non si rallenta, anzi. Presto il green pass obbligatorio verrà esteso al lavoro pubblico e privato.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Giovedì la discussione in Consiglio dei ministri. Un punto all’ordine del giorno: l’estensione del green pass obbligatorio per i dipendenti della pubblica amministrazioni.

Green pass obbligatorio nel settore pubblico

Dovranno essere vaccinati per andare al lavoro:

  • i lavoratori degli organi costituzionali;
  • delle agenzie fiscali;
  • degli enti culturali;
  • delle federazioni sportive;
  • delle fondazioni;
  • degli istituti di ricerca;
  • degli enti di previdenza;
  • delle partecipate.

Si aggiungono ai dipendenti della sanità e della scuola.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Green pass obbligatorio: obiettivo 90%

I primi a dover esibire il green pass obbligatorio saranno gli statali. Ma il governo spinge per chiudere in settimana anche con i lavoratori del privato. Compresi autonomi e professionisti.

Un green pass obbligatorio esteso in questo modo equivale di fatto a un obbligo di vaccino. Poco da discutere. Anche se resta in piedi l’ipotesi di un obbligo vaccinale entro Natale, soprattutto se la situazione epidemiologica non dovesse migliorare in modo significativo.

I ministri della Lega sono in sintonia con la strategia di Draghi, così come tutti i governatori del nord. La linea Salvini, che un po’ strizzava l’occhio ai no vax, sembra sia stata accantonata.

L’obiettivo è stato più volte dichiarato: raggiungere la soglia del 90% di vaccinati entro un mese, prima che arrivi il “grande freddo”, con il prevedibile aumento sia della circolazione del virus, sia di sempre possibili nuove varianti.

Se non si centra quell’obiettivo – sostengono gli esperti – la lotta contro il virus sarà molto difficile. Anche quest’inverno.

Green pass obbligatorio anche nel settore privato

Ma estendere il green pass obbligatorio anche al mondo del lavoro, e in particolare a quello del settore privato, è materia delicata. L’esecutivo si sta impegnando a scrivere un provvedimento che non sia attaccabile giuridicamente. Dovrebbe essere in vigore entro la metà di ottobre.

Green pass obbligatorio: maxi sanzioni

Chi non è ancora vaccinato ha tempo per farlo ed evitare così di rinunciare ad andare al lavoro o incorrere in sanzioni che si preannunciano pesanti.

A proposito di sanzioni. Si parla di multe da 400 a 1000 euro e sospensione dallo stipendio.

Green pass obbligatorio: smart working addio

Per i dipendenti pubblici il green pass obbligatorio sarà fondamentale che per eliminare lo smart working (o comunque ridurlo in modo drastico). Si pensa a far rientrare in ufficio almeno l’85% dei dipendenti.

Per quanto riguarda il settore giustizia. Il green pass sarà obbligatorio anche per i magistrati e per tutte le persone che operano all’interno dei tribunali. Non sarà esteso a chi deve partecipare ai processi, nel caso imputati o testimoni (si rischierebbero rinvii su rinvii).

Green pass obbligatorio: Confindustria e sindacati

La questione Pubblica amministrazione, sembra chiusa. Non ci sono dubbi: nel prossimo decreto sarà previsto il green pass obbligatorio. Per quello privato, come detto, si stanno limando i dettagli dopo gli incontri con Confindustria e i sindacati.

Una parte consistente del governo spinge per inserire subito, nello stesso decreto, il green pass obbligatorio per tutti i lavoratori. Tra gli altri il ministro Renato Brunetta, che ritiene si possano creare delle discriminazioni: meglio, questo è il suo ragionamento, estendere subito a tutti l’obbligo di avere il certificato verde per andare al lavoro a pubblico e privato. Sulla stessa linea anche il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Green pass obbligatorio: altri lavoratori

Ma il presidente del Consiglio, Mario Draghi, sembra più propenso a procedere per step.

Nello stesso decreto verrà inserito il green pass obbligatorio per tutti i lavoratori che operano in settori dove viene richiesto ai clienti il certificato verde.

Per capirci:

  • ristoranti;
  • palestre;
  • cinema;
  • teatri;
  • treni;
  • aerei;
  • navi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie