Green pass obbligatorio, niente sospensione per gli statali

Green pass obbligatorio, niente sospensione per gli statali: il provvedimento è stato firmato dal presidente Mattarella, e ci sono delle novità. La più sostanziale riguarda la mancata sospensione dei dipendenti pubblici che si rifiutano di esibire il certificato verde: per loro niente sospensione, ma anche niente stipendio. Stadi verso la capienza dell'80%. Forse riaprono le discoteche.

4' di lettura

Green pass obbligatorio, niente sospensione per gli statali. Nel decreto firmato da Sergio Mattarella, che ha imposto il green pass obbligatorio per i lavoratori del pubblico e privato, ci sono state piccole correzioni.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Alcune meno piccole, come quella che riguarda la sospensione.

Cosa è cambiato? Se un dipendente del settore pubblico rifiuta di vaccinarsi e quindi si presenta al lavoro senza il green pass non sarà sospeso. Ma verrà comunque dichiarato assente ingiustificato e lasciato senza stipendio.

Green pass obbligatorio: niente sospensione per due motivi

Una modifica di forma e non di sostanza. Ma che è stata consigliata dai tecnici.

Per diverse motivazioni:

cercare di evitare contenziosi contro il provvedimento di sospensione. Con l’assenza ingiustificata, inevitabile se il dipendente rifiuta di presentarsi con il green pass obbligatorio, la sospensione dello stipendio è difficilmente attaccabile (anche per via giudiziaria);

è anche una piccola apertura nei confronti dei sindacati che sin dall’inizio della discussione hanno ritenuto necessaria, più di ogni altra cosa, evitare che si associasse alla mancata esibizione del green pass obbligatorio il rischio licenziamento. E se la sospensione sembrava l’anticamera del licenziamento, soprattutto nel settore privato, l’eliminazione – seppur formale – di quel provvedimento, rende il pericolo ancora più remoto.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Green pass obbligatorio: ma senza stipendio

Ma, come detto, è comunque solo una scelta formale. Per il dipendente sprovvisto di green pass obbligatorio la vera “sanzione” è la sospensione non dal lavoro, ma dallo stipendio.

Questo il timore più grande. E non può essere altrimenti.

Green pass obbligatorio: aumentano le vaccinazioni

Un timore che ha spinto molti scettici del vaccino a mettersi in fila e farsi vaccinare. Negli ultimi giorni si è registrato un aumento delle somministrazione del 35% rispetto alla settimana precedente. Se questo era l’intento del green pass obbligatorio per i lavoratori del pubblico e privato, l’obiettivo sembra essere stato raggiunto. O, almeno, è stata ridata una spinta significativa all’immunizzazione, rendendo l’obiettivo dell’82/85% di vaccinati entro la fine di ottobre più concreto.

Green pass obbligatorio: lavoratori autonomi

Obiettivo possibile senza passare per l’obbligo vaccinale. L’arma finale e che se si vuole evitare.

Restano da chiarire aspetti del protocollo, ma anche le norme che dovranno tutelare l’ampio e variegato settore dei lavoratori autonomi. Le tante partite Iva, le colf, le badanti, le baby sitter, gli artigiani, i tassisti e così via. Una lunga schiera di lavoratori che non hanno un dirigente e non lavorano in istituti o stabilimenti.

Green pass obbligatorio: stadi, aumenta la capienza

Si sta intanto discutendo di un’altra questione, la capienza di stadi, palazzetti, cinema e teatri. Sembra probabile il passaggio dal 50% attuale all’80%. Si aspetta solo l’ultimo parere del Comitato Tecnico Scientifico. Il provvedimento dovrebbe essere adottato già dalla prima settimana di ottobre.

Green pass obbligatorio: cinema e stadi, obiettivo 100%

Ma si punta a ripristinare il 100%, la capienza piena. Con il green pass obbligatorio si può fare. Soprattutto se dovesse aumentare la platea delle persone completamente vaccinate e di conseguenza ridursi sia la circolazione del virus, sia la possibilità di infezioni gravi (con conseguenti ricoveri in ospedale).

Anche in questo caso, e dopo un passaggio intermedio a una capienza dell’80%, sarà importante nelle scelte dell’esecutivo il parere espresso dal Cts.

Green pass obbligatorio: i dati dopo l’apertura delle scuole

Si attendono nel frattempo i primi dati sulla diffusione del contagio dopo l’apertura delle scuole. Verificare cioè se c’è stato un aumento delle infezioni da covid (che entro certi valori era ritenuto molto probabile), e come ha inciso sull’andamento della curva epidemiologica e sui ricoveri.

Due settimane dopo il ritorno in classe i dati potrebbero già essere significativi.

Se le notizie dovessero essere positive, e cioè le scuole non avranno avuto una incidenza significativa sulla diffusione del coronavirus, beh, in quel caso anche la scelta di aumentare la capienza delle strutture che ospitano spettacoli (sportivo o meno), potrebbe essere presa sulla base di dati più tranquillizzanti.

Green pass obbligatorio: riaprono le discoteche?

Resta il nodo discoteche. Che sono ancora chiuse. Ma il green pass obbligatorio lascia qualche speranza in più su una possibile riapertura, dopo un anno e mezzo.

Si parla di riaprire le sale da ballo con il 75% della capienza e naturalmente il green pass obbligatorio (e probabilmente le mascherine). Sarebbe un inizio, un altro piccolo passo verso il ritorno alla normalità.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie