Avellino, in piazza con il popolo curdo contro l’invasione turca

Il popolo avellinese si schiera a favore dei curdi. Dopo la votazione in consiglio comunale di ieri, proposta da Amalio Santoro, manifestazione in Piazza Libertà.

2' di lettura

Avellino esprime la sua vicinanza al popolo curdo. Dopo la mozione proposta ieri in consiglio comunale da Amalio Santoro, il popolo irpino scende in Piazza Libertà. Domani pomeriggio infatti alle 17 e 30, varie associazioni e promotori si riuniranno nel centro città per esprimere il loro dissenso all’azione militare turca.

Ieri il consigliere di Si Può ha proposto all’assise comunale, che ha approvato all’unanimità, una mozione dove il comune di Avellino si schiera contro le azioni militari che stanno colpendo curdi e civili in Turchia in questi giorni.

Ci hanno liberato dall’Isis e li lasciamo soli

L’amministrazione autonoma democratica Curda del nord-est della Siria (Dasa) ha garantito la sicurezza tra il confine turco – Siriano settentrionale e orientale. Le forze democratiche siriane durante i colloqui tra la Dasa e lo stato turco, mediati dall’amministrazione statunitense, hanno garantito e lavorato nella regione per una pace duratura. Con Il ritiro delle truppe il presidente degli Stati Uniti, Trump ha violato l’accordo negoziato, abbandonato i Curdi e destabilizzato la coesistenza in Siria; spianando la strada ad Erdogan ed al suo regime totalitario e persecutorio verso le minoranze.

Più di 11.000 donne e uomini delle forze di sicurezza del nord-est della Siria hanno liberato la regione dall’Isis. L’invasione da parte dell’esercito turco, sotto il nome di operazione “primavera di speranza” già iniziata, sta permettendo la riorganizzazione dell’Isis, pericolo vero per tutto il Medio Oriente, l’Europa e il mondo. La guerra di occupazione turca è un attacco contro le libertà, le coesioni tra popoli e la democrazia. Per queste ragioni sollecitiamo la società civile irpina a mobilitarsi contro l’invasione turca, stimoliamo altresi’ le forze di governo italiane a reagire con atti politici contro l’ennesimo genocidio, per la democrazia e la pace.
No invasione! No pulizia etnica!

No rinascita ISIS! OCALAN Libero!

No alla vendita di armi italiane alla Turchia, no guerre si pace!

Le associazioni e i promotori

Cgil Avellino, Usb Avellino, Anpi, Arci, Comunità Accogliente, Controvento, Avellino prende parte, Comitato No eolico selvaggio, Salviamo la Valle del Sabato, Giuristi democratici, S.O.M.A., Libera “Associazione contro le mafie”, Partito della Rifondazione Comunista, Giovani Comunisti Irpini, Amalio Santoro consigliere comunale “Sì può”, Massimo Vietri “Terrafuoco Avellino”, Franco Festa, Ugo Santinelli, Michela Arricale di Giuristi democratici, Franco Mazza, Maria Cristina Galasso, Mario Barbarisi direttore “Il Pontenews”, Giovanni Sarrubbi direttore “Il dialogo”, Gianni Ferraro del Partito comunista dei lavoratori.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!