I figli sono obbligati ad assistere i genitori? La legge

In Italia cresce il fenomeno degli anziani non autonomi. Vediamo i casi in cui i figli sono obbligati ad assistere i genitori.

6' di lettura

In Italia, le famiglie in cui è presente un genitore anziano non totalmente autonomo sono molto numerose. In questi casi, l’assistenza al genitore anziano spetta ai figli e, qualora questi ultimi si oppongano al loro dovere o non posseggano le necessarie disponibilità economiche per l’adeguato sostentamento del parente, lo Stato è pronto a intervenire.

Ma in che modo il nostro ordinamento giuridico interviene a sostegno di genitori anziani e figli? Vediamo i casi in cui i figli sono obbligati ad assistere i genitori (scopri le ultime notizie su agevolazioni economiche e diritti per la famiglia. Leggi su Telegram le novità su educazione, cura e salute dei figli, gravidanza, consigli per neo-mamme e relazioni familiari. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

I figli sono obbligati ad assistere i genitori: gli obblighi per i genitori anziani

Secondo la legge italiana, l’assistenza dei genitori anziani da parte dei figli è un obbligo.

Cosa significa questo? 

Ciò indica che, nel caso in cui un genitore riversi in condizioni di necessità e abbia bisogno di aiuto, i figli sono obbligati a fornire il sostegno necessario in base a quelle che sono le loro disponibilità in termini di tempo e di soldi.

Questo ha come conseguenza che, in caso di mancata assistenza ai genitori, il figlio può essere soggetto a delle sanzioni economiche (che vanno da 103€ a 1032€) e, addirittura, alla reclusione in carcere. 

Ma in quali casi specifici i figli sono obbligati ad assistere i genitori anziani? I casi sono i seguenti:

  1. In primo luogo, l’assistenza ai genitori anziani è obbligatoria qualora questi riversino in condizione di salute precaria
  2. In secondo luogo, è obbligatorio assistere i genitori anziani quando, per l’età avanzata o per le ridotte disponibilità economiche, questi non riescono a provvedere a sé stessi (anche solo in parte)

Qualora i figli di genitori anziani si trovano in una delle situazioni sopra indicate, i figli hanno l’obbligo di mantenimento del genitore anziano. Ciò non significa necessariamente versare una somma di denaro. Qualora i figli non abbiano le possibilità economiche per garantire ai genitori una certa somma di denaro, essi possono prendersi cura di loro ospitandoli in casa propria e fornendogli vitto e alloggio.

Invece, nel caso in cui un figlio non abbia la possibilità di fornire continua assistenza a un genitore malato o anziano, è possibile ricorrere all’aiuto di un badante. Anche questo, infatti, è un gesto di attenzione nei confronti dei propri cari.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sulla famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

I figli sono obbligati ad assistere i genitori: i doveri di mantenimento

I genitori hanno il dovere di mantenere i figli sino a quando non sono indipendenti in senso economico, provvedendo ai loro bisogni anche se dovessero decidere di andare a vivere per conto loro.

In relazione ai figli, non esiste per loro il dovere di mantenere i genitori quando gli stessi non dispongono di sufficienti risorse economiche.

Salve alcune eccezioni, i figli non devono rivolgere le loro attenzioni ai genitori che sono in pensione e non sono in grado di condurre un tenore di vita dignitoso.

Se la pensione è sufficiente anche meno, e neanche se il genitore spenda i soldi della sua pensione al gioco o simili, oppure regale denaro a terze persone.

Se ci dovesse essere una situazione di evidente incapacità a gestire il patrimonio si potrà valutare la nomina di un amministratore di sostegno che possa seguire e consigliare l’anziano nella gestione dei suoi risparmi, però anche questo adempimento non rappresenta un obbligo per i figli, sarebbe uno strumento posto in essere al fine di per tutelare i beni familiari.

Simili circostanze hanno senso sia dal lato economico si dal lato affettivo.

I figli sono obbligati ad assistere i genitori: il dovere di versare gli alimenti

Ci sono dei casi eccezionali nei quali i figli potrebbero essere tenuti a versare i cosiddetti alimenti nei confronti dei loro genitori, ed è un concetto molto diverso quello del mantenimento.

La prima diversità ricade sotto un aspetto quantitativo.

Gli alimenti sono una misura economica molto inferiore, sono necessari a garantire in modo esclusivo lo stretto necessario per vivere, vale a dire vitto e alloggio.

La seconda diversità è che vengono posti in essere esclusivamente quando il soggetto debole si trova in una situazione di difficoltà oggettiva che gli impedisce di procurarsi il suo sostentamento.

Ad esempio, un genitore disabile al 100% che non si  può procurarsi il denaro per mangiare.

Questa rappresenta un’ipotesi cosiddetta “limite”, quasi di scuola, perché il più delle volte, nei confronti dei soggetti non abbienti la pubblica amministrazione dello Stato prevede sempre determinate forme di sostegno sociale.

In presenza di simili circostanze, l’obbligo degli alimenti ricade su ognuno dei figli, non in pari misura ma in proporzione alle rispettive capacità economiche.

In questo modo, il figlio che dal lato economico sta meglio, dovrà versare di più rispetto a quello che dovranno versare gli altri fratelli o sorelle.

I figli sono obbligati ad assistere i genitori? La legge
I figli sono obbligati ad assistere i genitori? La legge

In presenza di abbandono di incapace, si ha l’obbligo di rivolgere le attenzioni ai genitori, ed è quando gli stessi sono soggetti alla custodia dei figli.

Ad esempio, quando un figlio convive con uno o entrambi i genitori, se li dovesse lasciare per molto tempo a casa senza nessuno, in una situazione di incapacità di provvedere a se stessi, li esporrebbero a un serio rischio di sopravvivenza, commetterebbe il reato di abbandono di persone incapaci e e ne dovrebbe rispondere penalmente.

Un’altra ipotesi è rappresentata dalla vendita della nuda proprietà.

In simili circostanze scatta l’obbligo di mantenere il genitore quando lo stesso cede al figlio la proprietà di un immobile, oppure gli cede la nuda proprietà con riserva di usufrutto, in cambio di un vitalizio.

In presenza di simili circostanze, il figlio si impegna a rivolgere le sue attenzioni al genitore sino a che lo stesso vive.

Si tratta di un autentico contratto dove, se si dovesse verificare un inadempimento da parte del beneficiario, gli eredi del cedente possono chiedere la revoca del trasferimento del bene.

I figli sono obbligati ad assistere i genitori: gli obblighi di assistenza dei figli maggiorenni conviventi

In ottemperanza ai doveri morali e di solidarietà che spettano tra persone che condividono lo stesso tetto, l’articolo 315 bis del codice civile, ha stabilito che il figlio che ancora convive sotto lo stesso tetto dei genitori, li deve rispettare e, in relazione alle sue capacità, alle sue sostanze e al suo reddito, deve contribuire al mantenimento della famiglia sino a quando convive con loro.

L’obbligo cessa nel momento nel quale il figlio va a vivere per conto suo.

La violazione di questa norma non prevede a carico dei figli nessuna sanzione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie