Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti / I prestiti personali scadono? I tempi della prescrizione

I prestiti personali scadono? I tempi della prescrizione

I prestiti personali scadono? E quali sono i termini di prescrizione? Scoprilo subito in questo articolo.

di The Wam

Aprile 2022

I prestiti personali scadono? E quali sono i termini di prescrizione per l’esattezza? Lo vediamo insieme in questo articolo di approfondimento. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unicoLeggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

I prestiti personali scadono?

Ebbene sì: come qualunque altra tipologia di debito, anche i prestiti personali scadono, ma è necessario chiarire subito che la prescrizione in questo caso è lunga e complessa.

In particolare esistono due diversi tipi di prestito tra privati: il prestito infruttifero senza interessi e il prestito oneroso con interessi, ed entrambi rispondono alla stessa normativa in fatto di prescrizione.

Ti ricordiamo che i prestiti personali sono legalmente validi sia in presenza che in assenza di un contratto o scrittura privata. Anche se, nel secondo caso, il creditore deve dimostrare lo scambio di denaro e il tipo di rapporto instaurato fra le parti. In sostanza, per far valere le proprie ragioni in assenza di un contratto, le cose sono più complesse.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Le tempistiche della prescrizione

Dopo aver chiarito che anche i prestiti personali scadono, vediamo nel dettaglio quali sono i termini di prescrizione.

Nel caso di un prestito con un istituto si ha una prescrizione in 10 anni, tranne nel caso in cui si verifichino eccezioni previste al momento della sottoscrizione del contratto, mentre un libero professionista può esigere il pagamento della parcella entro i 3 anni.

Una volta superato il limite temporale previsto, nel momento in cui scatta la prescrizione, chi ha prestato denaro non può rivendicare alcun diritto.

Questo però non vuol dire che chi eroga prestiti personali non farà nulla fino al momento della prescrizione.

Istituti, enti e singoli creditori hanno la possibilità di effettuare una serie di azioni legali per ottenere la cifra prestata ed evitare che il debitore riesca a ottenere altro credito da banche e istituti creditizi, segnalandolo come cattivo pagatore.

Come abbiamo visto, se è vero che i prestiti personali scadono è altrettanto vero che la prescrizione ha un iter molto complesso da cui è difficile uscire vincitori.

Il consiglio è sempre quello di valutare bene la propria situazione finanziaria prima di chiedere e sottoscrivere contratti di prestito, per capire se si è davvero in grado di ripagarlo senza intoppi.

Anche l’aiuto di un consulente finanziario potrebbe essere una soluzione possibile per affrontare le tue esigenze e necessità.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sul funzionamento del prestito Inps non esitare a scriverci su Instagram.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp