I regali tra fidanzati vanno restituiti se salta il matrimonio

4' di lettura

I regali tra fidanzati vanno restituiti se salta il matrimonio. Lo sancisce in modo chiaro l’articolo 80 del codice civile. Ma la richiesta di restituzione deve essere presentata entro un anno

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

In questo articolo ci occuperemo anche di un’altra questione, che è sempre relativa ai regali tra fidanzati: se tra i doni fatti a uno dei promessi sposi c’è anche una abitazione, va restituita anche quella?

I regali tra fidanzati vanno restituiti: sono donazioni

I regali tra fidanzati vanno restituiti perché sono intesi dalla legge come donazioni in senso proprio. Anche la donazione indiretta di un immobile. E cioè – ad esempio – se la fidanzata acquista un immobile con il denaro del fidanzato.

Il punto è questo: se la donazione è stata effettuata esclusivamente in vista del matrimonio e il matrimonio non si celebra, chi ha fatto il dono può chiederne la restituzione e nel caso di un immobile ne diventa l’effettivo acquirente.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

I regali tra fidanzati vanno restituiti: non c’è più il presupposto delle nozze

Il codice civile si occupa delle conseguenze che seguono la mancata celebrazione di un matrimonio. E in particolare dopo che è stata conclusa la “promessa”.

La “promessa” non costringe le parti a sposarsi, ma se i fidanzati si sono scambiati dei doni l’articolo 80 del codice civile, ne impone la restituzione.

Il motivo: quel dono è stato fatto sul presupposto che ci sarebbe stato un matrimonio, se il matrimonio non viene celebrato quel dono deve ritornare al mittente.

Lo stesso discorso si applica se il dono in questione è l’appartamento dove avrebbero vissuto i coniugi: il presupposto sono le nozze, se le nozze non ci sono il dono deve essere restituito.

I regali tra fidanzati vanno restituiti: la donazione indiretta

Come abbiamo visto sono da restituire anche le cosiddette donazioni indirette.

Prima di andare avanti una precisazione.

Le donazioni possono essere di due tipi:

  • la donazione tipica, quando liberamente una persona dona qualcosa di valore a un’altra;
  • la donazione indiretta: quando si persegue lo stesso fine della donazione tipica ma con altre modalità.

Ci spieghiamo meglio, anche utilizzando l’acquisto dell’immobile regalato prima delle nozze:

  • la donazione indiretta può essere:
  • il denaro, che viene poi usato per acquistare il bene;
  • l’immobile, acquistato con la somma regalata.

I regali tra fidanzati vanno restituiti: sono donazioni la donazione tipica

La donazione viene definita tipica se chi ha ricevuto il denaro è libero di spenderlo come preferisce.

La donazione è indiretta se la somma regalata deve servire esclusivamente all’acquisto di una casa.

I regali tra fidanzati vanno restituiti: cosa dice il codice

La norma del codice civile (così come è stata interpretata dalla Cassazione), non valuta esclusivamente il valore del dono, ma la volontà di eliminare tutti i segni di un matrimonio che non mai stato celebrato.

L’interpretazione della norma si conforma con quello che è un sentimento sociale. Tenendo conto di una consuetudine: non è certo raro che i genitori di uno dei promessi sposi acquisti o ristrutturi degli immobili da destinare alla nuova famiglia.

Per questo motivo – così ritengono i giudici – bisogna considerare queste donazioni pre matrimoniale come doni che devono essere restituiti in caso di rottura del fidanzamento.

Per i giudici della Cassazione «il mancato verificarsi del matrimonio rende restituibili tutti i beni donati dalle parti durante il fidanzamento quale presupposto di un matrimonio che poi non è stato contratto».

I regali tra fidanzati vanno restituiti: in sintesi

Sintetizzando i giudici hanno fatto questo ragionamento (nell’esempio della casa donata prima del matrimonio):

  • il fidanzato dona la somma di denaro per acquistare l’immobile;
  • la fidanzata acquista la casa con i soldi del promesso sposo;
  • un terzo vende l’immobile.

I soggetti sono tre, ma la donazione coinvolge solo i due fidanzati.

Se la causa della donazione viene meno (il matrimonio non si celebra più):

  • diventa inefficace il rapporto tra chi fa il dono e chi lo riceve (gli ex fidanzati);
  • mentre resta efficace quello il venditore e l’acquirente sostanziale (chi ha versato la somma).

Per questo motivi il bene acquistato dovrà tornare in possesso di chi ha versato la somma.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie