Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Il canone Rai fuori dalla bolletta: il governo ha deciso

Il canone Rai fuori dalla bolletta: il governo ha deciso

Il canone Rai fuori dalla bolletta: il governo ha deciso, il provvedimento scatta dal prossimo anno.

di The Wam

Febbraio 2023

Dal prossimo anno il canone Rai fuori dalla bolletta: l’imposta per la Tv pubblica sarà dunque sganciata dalla corrente elettrica. C’è chi pensa di abolirla del tutto, come ha deciso la Spagna. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Lo ha dichiarato il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti. Il provvedimento avrebbe dovuto essere emesso quest’anno, è stato rinviato al 2024 “perché altrimenti saltava tutto”. Ma dal prossimo anno non ci sono più dubbi, il canone della Rai non sarà più inserito nella bolletta degli italiani.

Si troverà probabilmente un altro strumento.

Potrebbe interessarti un post che spiega come le partite Iva possono pagare meno tasse nel 2023 (esempi); o scoprire quali sono le agevolazioni su spese e tasse per chi ha una seconda casa; abbiamo infine elencato tutti bonus per studenti nel 2023: libri, trasporti e tasse.

Il canone Rai fuori dalla bolletta: niente tasse per la tv pubblica

Lo stesso Giorgetti ha aggiunto che non è giusto imporre agli italiani delle tasse per mantenere la tv pubblica. L’esborso per le famiglie è di 9 euro al mese per 10 mesi. In tutto 90 euro l’anno.

Scopri la pagina dedicata al fisco e alle tasse.

Sia la Commissione europea, sia il governo Draghi avevano già stabilito che gli oneri impropri (come appunto il canone Rai) non fossero inseriti all’interno della bolletta elettrica.

Quest’anno il governo non è riuscito ad eliminarli, “ma è chiaro – ha dichiarato il ministro dell’Economia – che il canone per la tv pubblica debba uscire dalla bolletta“.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.                 

Il canone Rai fuori dalla bolletta: la direttiva Ue

La spinta decisiva per far sparire il canone televisivo dalla bolletta è arrivato dall’Unione Europea. La richiesta di Bruxelles di eliminare gli oneri impropri dai costi per l’energia è motivata da due ragioni:

In pratica l’Unione Europea ritiene che non si può pretendere dai fornitori di energia la riscossione obbligatoria di oneri che non sono legati al proprio settore. 

E di conseguenza non si può e non si deve obbligare i cittadini a pagare nella stessa bolletta il costo di un altro servizio.

Per queste ragioni il governo Draghi aveva già previsto di eliminare il canone Rai dalla bolletta elettrica per il 2023. L’esecutivo Meloni non ha avuto i tempi tecnici per approntare il provvedimento. Ma la questione è solo rimandata: non ci saranno ulteriori slittamenti. 

Il canone Rai fuori dalla bolletta: abolizione definitiva?

Non si esclude una decisione ancora più radicale: l’abolizione definitiva del canone Rai. Questa soluzione è già stata adottata da altri Paesi, come Finlandia, Olanda e Spagna. In quelle nazioni non sarà più chiesto ai cittadini di finanziare la tv pubblica. Sarà invece lo Stato a stanziare dei fondi, assegnati direttamente.

In caso contrario, se cioè il canone Rai non dovesse essere abolito, si dovranno trovare, come ha ammesso lo stesso Giorgetti, “altri strumenti”.

Sul punto non è stata ancora trovata una linea. In Francia il canone per la Tv di Stato viene pagato insieme alle imposte sull’abitazione principale. Ma l’ipotesi non sembra adatta per il nostro Paese, difficilmente verrà adottata.

Si pensa, come in Inghilterra, di affidare a società private l’eventuale riscossione dei crediti. C’è infine chi vorrebbe demandare il compito alle Regioni.

L’ultima possibilità è invece un ritorno al passato: affidare alla stessa Rai l’onere di riscuotere il canone.

Un ritorno al passato che per la Rai potrebbe essere controproducente e far tornare a lievitare ai massimi storici l’evasione del canone.

Altroconsumo si batte da anni per l’eliminazione del canone Rai dalla bolletta elettrica. L’associazione di tutela dei consumatori in una nota di qualche settimana fa  ha commentato: «Inserire voci di costo aggiuntive nelle bollette non fa che rendere poco chiaro l’effettivo importo che paga l’utente per l’utilizzo dell’energia. Come avviene per i cosiddetti oneri di sistema sui quali è intervenuta anche l’Autorità garante della concorrenza e del mercato».

Il canone Rai fuori dalla bolletta
Nella foto una persona guarda la televisione

Il canone Rai fuori dalla bolletta: evasione

Il canone in bolletta era stato introdotto dall’allora presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Era il 2015. La decisione venne adottata per azzerare la storica e diffusa evasione dell’imposta della tv pubblica. I dati di quel periodo la stimavano al 27 per cento. Più di un italiano su 4 si rifiutava di versare soldi al servizio pubblico.

Da allora la situazione può essere solo peggiorata. La diffusione dei canali in streaming ha ridotto e di molto l’esigenza dei cittadini di fruire dei canali televisivi di Stato.

L’Unione Europea ha però subito ribadito che quella voce in bolletta era un onere improprio (come chiedere il pagamento dell’Imu con la bolletta del gas). Non solo: l’imposizione era anche fuori da ogni principio legato alla concorrenza.

Se non è stato eliminato da quest’anno è solo perché, come accennato, il governo Meloni si è insediato in autunno e ha ritenuto non ci fossero tempi tecnici sufficienti per l’abrogazione della misura.

Il canone Rai fuori dalla bolletta: così in Europa (tabella)

Vediamo quanto costa il canone della Tv pubblica in altri Stati europei:

Ecco la tabella che richiedi:

NazionePrezzo
Albania5,81
Austria223,3/284,52
Bonis36
Croazia137
Rep. Ceca65,94
Danimarca303,35
Francia133,00
Germania215,76
Grecia51,60
Irlanda160,00
Italia90,00
Macedonia del Nord25,99
Malta34,40
Montenegro42,00
Norvegia315,57
Polonia52,57
Portogallo33,72
Romania11,27
Slovacchia42,00
Slovenia153,00
Serbia56,50
Svezia232,47
Svizzera360,65
Regno Unito185,11

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp