Il commovente addio a Lucky, ucciso dai veri bastardi

Lite in consiglio per Lucky impiccato: arrivano i carabinieri
3' di lettura

Dopo l’impiccagione del cane Lucky, a Montemiletto, è scattata una sollevazione popolare. I carabinieri hanno denunciato per il barbaro gesto un 65enne. Ora alla redazione di The Wam è arrivata la denuncia della padrona di Lucky, Imma. Ringraziamo Valentina Sordillo per avercela inviata.

La lettera di Imma

“Ciao a tutti, mi chiamo Imma e sono la proprietaria di Lucky. Sono ancora molto provata a causa della sua morte, ma sono riuscita a scrivere la storia di Lucky, affinché tutti voi la conosciate. Lucky, da cucciolo, fu abbandonato insieme ai suoi fratelli e alle sue sorelle. Tutti insieme vennero rinvenuti da una ragazza di Torre Le Nocelle, la quale costruì per loro un riparo nei pressi di una fabbrica abbandonata, provvedendo, giornalmente, al loro nutrimento.

Ricordo che un giorno, mentre ero alla fermata dell’autobus, fui avvicinata dalla ragazza, la quale si offrì di accompagnarmi a casa, ma a patto che saremmo andate prima presso la fabbrica abbandonata per nutrire i cuccioli.
Io accettai subito, ma non nascondo il fatto che io fossi molto titubante perché, in quella stessa settimana, era morto il mio precedente cane, Rocky, e io ero, oramai, convinta del fatto che non avrei più preso un cucciolo, proprio per evitare di soffrire nuovamente. 

Tuttavia, Lucky si avvicinò a me, scondinzolando, con degli occhi pieni d’amore. Lui mi scelse e, in quello stesso istante, io mi innamorai di lui. Lo presi tra le mie braccia e dissi alla ragazza che l’avrei adottato io. Lo portai, pertanto, a casa mia e, sin da allora, io e i miei cari lo abbiamo trattato come un vero e proprio membro della nostra famiglia; lo abbiamo allevato con delle qualità preziose: quella di essere buono e quella di mostrare amore nei confronti degli altri animali. 


Ricordo, ancora oggi, che lui giocava con i gattini che avevo, e anche con le galline e le papere e, a volte, lo trovavo addirittura accovacciato insieme a loro. Lucky per noi è stato un cucciolo speciale e, sicuramente, non lo dimenticheremo mai. Un episodio singolare è il seguente: qualche mese fa, ho adottato un altro cucciolo (Justin) che, purtroppo, era stato abbandonato. Lucky non si è mai mostrato geloso nei confronti del nuovo arrivato, ma è stato subito affettuoso con lui; forse perché sapeva cosa significava essere abbandonati.

In un’altra occasione Lucky salvò due gattini che erano stati abbandonati, a loro volta, nel terreno vicino casa mia. Come? Lui, dopo aver udito il miagolio dei gattini in difficoltà, si avvicinò a me per farmi capire che c’erano dei gattini in pericolo. A Lucky mancava soltanto la parola, era un cane straordinario. Quando andavo a lavorare a piedi, capitava che Lucky stesse giocando con altri cani della zona, ma, pur di salutarmi, lasciava momentaneamente i suoi amici per venire da me e farsi accarezzare, prima che io me ne andassi.


Purtroppo, venerdì 1 Marzo è stata l’ultima volta che ho accarezzato e visto Lucky, perché poi, mentre ero al lavoro, un uomo ha deciso di mettere fine alla vita di Lucky.. Una cosa è certa, però: Lucky avrà giustizia vera perché non meritava quella fine. Non lo dimenticherò mai, sarà sempre nella mia mente e lo ricorderò sempre come un cane straordinario e pieno di amore verso tutti. Vi ringrazio tanto per il vostro sostegno, spero che mi e ci sosteniate in tanti in questa nostra battaglia”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!