Il figlio litiga con un coetaneo, lei lo convince: devi ucciderlo.

Anna Basco è stata arrestata questa mattina. Avrebbe istigato il figlio ad uccidere Antonio Rivieccio. Il delitto si è consumato a Boscoreale l'11 marzo

1' di lettura

E’ stata lei a istigare il figlio, a convincerlo che avrebbe dovuto uccidere il giovane con il quale aveva litigato. Anna Basco è stata arrestata questa mattina dai carabinieri nella sua casa di Boscoreale. Deve rispondere di concorso – insieme al figlio, già in carcere – dell’omicidio di Antonio Rivieccio, massacrato a colpi di pistola l’11 marzo scorso a Piano Napoli, sempre a Boscoreale.

Le indagini dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata avrebbero accertato il coinvolgimento della madre. I due giovani avevano litigato, per motivi molto futili. Sarebbe stata poi la donna a convincere il figlio che quell’affronto doveva essere sanato nell’unico modo possibile: a colpi di pistola. Anna Basco avrebbe poi anche aiutato il suo ragazzo a nascondere l’arma del delitto, che non è stata ancora ritrovata. La donna è stata reclusa in una cella del carcere femminile di Pozzuoli.

Antonio Rivieccio, 30 anni, di Torre del Greco, già conosciuto dalle forze dell’ordine, venne centrato da tre pallottole all’inguine. E’ morto poche ore dopo l’agguato, in ospedale.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!