Il fisco arriva a casa tua: stop alle file agli sportelli

Il fisco arriva a casa tua: stop alle file grazie allo sportello online, sarà possibile dialogare in video chiamata con un funzionario dell'Agenzia delle Entrate. Saranno attivate già in autunno altre innovazioni tecnologiche che consentiranno agli utenti di avere sempre e in tempo reale informazioni sulla loro situazione. Rivoluzione anche per la riscossione.

4' di lettura

Il fisco arriva a casa tua. Non è minaccia. Sembra più una promessa che sta per realizzarsi. Il fisco arriva a casa tua, nelle intenzione dell’Agenzia delle Entrate significa stop alle file agli uffici.

Il fisco arriva a casa tua significa, in pratica che si potrà dialogare direttamente con un funzionario. Basta una semplice prenotazione via web.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

È un altro passo della rivoluzione digitale che cambierà radicalmente l’organizzazione dell’ente di riscossione. Insieme, sia chiaro, all’assunzione di 4.000 nuovi dipendenti, che si specializzeranno soprattutto nella lotta all’evasione fiscale, così come prevede e pretende il Pnrr.

Visualizza articolo

Il fisco arriva a casa tua: lotta all’evasione

Per la lotta all’evasione fiscale sono già stati avviati i miglioramenti di strumenti che riguardano l’analisi dei dati. Ci sarà un incremento anche per questo tipo di attività

L’Agenzia delle Entrate, dopo la pausa causata dalla pandemia, è pronta a riprendere la piena operatività. La riscossione ripartirà tra poche settimane, all’inizio di settembre.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

I servizi già a disposizione degli utenti

Ma torniamo al tema iniziale di questo articolo, il fisco arriva a casa tua. L’Agenzia delle Entrate ha sviluppato diverse applicazioni che consentiranno ai contribuenti di accedere a servizi sul sito collegandosi dal pc, dal tablet o dallo smartphone.

Sul web sarà anche possibile prenotare una richiamata dall’ufficio per essere assistiti a distanza sulle pratiche.

Non bisognerà recarsi nelle sede territoriale dell’Agenzia.

A distanza è già possibile richiedere (tra l’altro):

  • Rilascio di certificati
  • tessera sanitaria
  • chiedere rimborsi
  • presentare la dichiarazione dei redditi
  • presentare la dichiarazione di successione
  • registrare un contratto di locazione
  • consultare le banche date catastali e ipotecarie.

Prenotazioni, la strada da percorrere

Ma naturalmente sarà sempre possibile passare in ufficio. Basta prenotare online un appuntamento, ma si può fare anche con il numero verde o tramite le app o ancora chiamando al centralino delle Direzioni provinciali.

Ad imporre questo tipo di rapporto utenti/agenzia è stata la pandemia. Quest’anno le prenotazioni sono state l’80%. L’anno precedente sono l’8%. E questi numeri sono stati possibili anche perché i servizi web sono diventati più fruibili e i cittadini hanno accettato il cambiamento. Ora si accede all’Agenzia delle Entrare solo quando è necessario e su appuntamento.

Il fisco arriva a casa tua: la riscossione

Ma queste informazioni saranno disponibili anche nel settore molto più delicato della riscossione?

Sì, e lo ha dichiarato Ernesto Maria Ruffini, direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, a Il Messaggero.

In pratica, sul sito per la riscossione, si potranno richiedere informazioni e assistenza per cartelle e avvisi. Ma non solo: i contribuenti potranno anche:

  • conoscere la propria posizione debitoria,
  • scaricare, compilare e inviare i moduli per ottenere la rateizzazione dei debiti,
  • richiedere la sospensione della riscossione o il rimborso delle somme versate in più che vengono accreditate direttamente sul proprio conto corrente,
  • pagare le cartelle
  • attivare il servizio “Se Mi Scordo” per ricevere i promemoria delle scadenze.

Il fisco arriva a casa tua: le cartelle esattoriali

Un servizio utile soprattutto in questo periodo, tra cartelle esattoriali in arrivo (diversi milioni) e il mini condono delle cartelle emesse tra il 2000 e il 2010 non superiori ai 5.000 euro e per contribuenti con un reddito annuo inferiore a 30.000 euro.

Gli utenti potranno avere accesso alla posizione personale e sapere quindi se hanno debiti iscritti al ruolo. Ci sarà anche un servizio per verificare se nel piano di pagamento della Rottamazione Ter e del Saldo e Stralcio ci sono debiti oggetto di annullamento.

E l’ultima novità ci riporta all’inizio di questo articolo: il fisco arriva a casa tua.

Infatti l’Agenzia delle Entrate si appresta a lasciare lo sportello online. I cittadini potranno prenotare un appuntamento web con un operatore e dialogare con lui grazie a una videochiamata evitando di recarsi in ufficio.

Questo servizio partirà in alcune città già in autunno per estendersi progressivamente ovunque.

Il fisco arriva a casa tua: in qualche caso non è una cattiva notizia.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie