Il tasso di interesse dei mutui salirà nel 2022

Il tasso di interesse dei mutui salirà nel 2022, ormai ci sono pochi dubbi: l'inflazione continua a crescere nell'area Euro è ormai oltre il 3%. Per ora accendere un mutuo per acquistare un immobile è ancora molto conveniente in Italia. Con questa situazione è consigliabile scegliere un tasso fisso.

4' di lettura

Il tasso di interesse dei mutui salirà nel 2022. Sembra prossima a finire la stagione dei tassi a cifre molto vantaggiose. Inizieranno a essere meno convenienti. È la conseguenza, inevitabile, del ritorno dell’inflazione. Per ora è certo che accadrà, il dubbio riguarda solo il quando. Non dovrebbe essere nell’immediato. Ma la prospettiva non appare così lontana.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

A quel punto acquistare un immobile non sarà conveniente come oggi. E le rate per il rimborso del finanziamento meno sostenibili (in molte zone sono molto simili a un canone di locazione).

Il tasso di interesse dei mutui: il denaro inizia a costare di più

La corsa verso l’alto dell’inflazione porta con sé l’inasprimento della politica monetaria. Questo significa che il denaro inizierà a costare di più. Detto in parole semplici: quando chiederete un prestito la banca o la finanziaria che lo concede pretenderà più soldi per la restituzione.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Il tasso di interesse dei mutui: inflazione, termometro che non sbaglia

Purtroppo i dati sull’inflazione sono un termometro che non sbaglia. Non siamo nella fase delle semplici previsioni. Ma oltre.

Qualche numero per essere più chiari: negli Stati Uniti l’inflazione oscilla tra il 5 e il 6%, che è il livello più alto dalla crisi del 2007.

Il tasso di interesse dei mutui: Italia inflazione oltre il 2%

In Italia l’inflazione ha superato il 2%, e non accadeva dal 2013. In Europa invece l’inflazione è salita al 3%, il massimo da 10 anni.

Direte: ma come le cose vanno meglio è aumenta l’inflazione?

Beh, in parte è anche perché le cose vanno meglio se il denaro inizia a costare di più.

Quella svalutazione a zero virgola, non era un segnale di salute per le nostre economie. Ma quando si inizia a viaggiare oltre il 2, 3% le cose iniziano a essere meno rassicuranti.

Il tasso di interesse dei mutui: la fase dei tassi bassi è durata molto

La fase dei tassi di interesse dei mutui ai minimi è durata molto. E si è trattata di una fase a suo modo straordinaria (nel senso fuori dall’ordinario). Anche ai tempi della lira mai si erano registrati tassi così bassi. Ha inciso anche la volontà della Banca Centrale Europea, che non voleva crescesse il costo del denaro.

Il tasso di interesse dei mutui: un aumento a dine 2022

Ma cosa dobbiamo aspettarci, quando i tassi di interesse saliranno in Italia tanto da non rendere più così appetibili i mutui?

La tendenza del mercato, come detto, è al rialzo. Anche se per gli esperti l’inflazione non inciderà a brevissimo sulla crescita dei tassi di interesse praticati da banche e finanziarie.

In molti si aspettano un incremento piuttosto significativo dalla fine del 2022.

Se le previsioni dovessero rivelarsi corrette acquistare di un immobile tra un anno potrebbe essere meno conveniente rispetto a oggi.

E non solo per l’aumento del tasso di interesse dei mutui. Infatti se cresce è perché sale l’inflazione e l’inflazione porta con sé un aumento dei prezzi. Anche delle case.

E cioè, nel giro di un anno, alla fine del 2022, potremmo trovarci in una situazione piuttosto mutata rispetto a ora.

Con questa sintesi:

  • case dai prezzi più alti;
  • mutui con tassi di interessa più onerosi.

Il tasso di interesse dei mutui: inflazione e costo del denaro

Ma perché c’è questa connessione quasi automatica tra aumento dell’inflazione e risalita dei tasso di interesse dei mutui?

Perché quando ci sono periodi con una inflazioni in rialzo le banche centrali (nel nostro caso la Bce), agiscono sui tassi di interesse proprio per farli aumentare.

Ma per quale motivo?

In questo modo si inducono i consumatori a ridurre la spesa e di conseguenza far scendere i prezzi.

È una operazione comunque a medio termine.

Oggi non siamo ancora in quella fase.

Il tasso di interesse dei mutui: conviene farne uno ora?

In questo momento è ancora conveniente accendere un mutuo per acquistare un immobile (se poi si riesce a usufruire di agevolazioni come il mutuo giovani con fondo garantito dallo Stato è anche meglio).

Ma proprio per le condizioni finanziarie che stanno maturando in questi mesi (il ritorno della svalutazione appunto), sarebbe molto più saggio scegliere un tasso fisso piuttosto che variabile. Costa un po’ di più, ma tiene al sicuro da eventuali (e quasi certe) oscillazioni verso l’alto del tasso di interesse dei mutui.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie