Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Imu prima casa, stretta del governo: ecco chi pagherà

Imu prima casa, stretta del governo: ecco chi pagherà

Imu prima casa, stretta del governo: l'esenzione sarà valida solo per una abitazione a famiglia, anche se la seconda casa si trova in un altro comune, ecco i dettagli.

di The Wam

Dicembre 2021

Imu prima casa, è arrivata la stretta del governo. Un emendamento nel decreto legge Fisco, approvato nelle commissioni Finanze e lavoro del Senato, contiene una misura che non farà piacere a molti italiani: l’esenzione varrà solo per una abitazione a famiglia, anche se la seconda casa si trova in un altro comune.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Imu prima casa: una casa, una famiglia

Ma non solo: i due coniugi, come avviene spesso ora, non potranno più scegliere di risiedere in due case di comuni diversi e in questo modo non pagare l’Imu.

E quindi: fine dello sdoppiamento familiare allo scopo di eludere la tassa sulla casa.

Ribadiamo il concetto: esenzione dal pagamento dell’Imu sono per una abitazione a famiglia.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Imu prima casa: la Cassazione era più severa

Si tratta di un compromesso rispetto a una sentenza della Cassazione che era stata ancora più severa. Nel valutare il caso di due coniugi che risiedevano in immobili differenti, l’Alta Corte ha infatti stabilito che entrambi i coniugi avrebbero dovuto pagare l’Imu.

Piuttosto delusa Confedilizia: l’associazione avrebbe preferito rimanesse la possibilità di esenzione per entrambe le abitazioni, soprattutto nei casi ci siano fondati motivi di lavoro ad imporre la divisione del nucleo familiare.

La novità sull’Imu prima casa è arrivata insieme al decreto fiscale. Ora si attende la fiducia in Senato.

Imu prima casa, c’è anche il bonus per genitori separati

Non si è discusso solo di Imu prima casa.

Tra i provvedimenti sbloccati c’è anche il bonus per genitori separati. Era stato approvato la scorsa primavera, ma mai definitivamente adottato perché la misura in alcuni punti era troppo vaga e questo rendeva impossibile la sua concreta applicazione.

Il bonus per genitori separati prevede un assegno da 800 euro al mese. Andrà a quanto non ricevono l’assegno di mantenimento figli per la crisi che è stata provocata dalla pandemia.

Il fondo per questo bonus è di circa 10 milioni. Sarà operativo nei primi mesi del 2022.

Queste sono tutte le altre misure previste nel decreto legge Fisco e che sono passate nella Commissione Finanze del Senato.

Imu prima casa, le altre tasse

È slittato al 9 dicembre (al 14 se si contano i 5 giorni di tolleranza) il saldo delle rate arretrate per la rottamazione-ter e il saldo e stralcio, previsto al 30 novembre.

Più tempo (da 150 a 180 giorni) anche per le cartelle sospese per l’emergenza Covid.

Trasporti

Sono stati azzerati i limiti sulla massima portata consentita per i trasporti eccezionali su strada. Mentre è stata prorogata di altri 12 mesi la durata delle concessioni di aree demaniali nei porti.

Covid e lavoro

Sono state estese al 2021 le norme per l’applicazione della malattia ai dipendenti privati per quarantena precauzionale, per i lavoratori fragili e in caso di ricovero ospedaliero.

Cumulo invalidità e reddito da lavoro

Via libera, finalmente, alla possibilità di cumulare l’assegno di invalidità con un reddito da lavoro fino a 4.931,29 euro.

Torna una scadenza, il 30 settembre 2022, per l’utilizzo da parte delle aziende di lavoratori in somministrazione assunti a tempo indeterminato dalle Agenzie per il lavoro.

Autismo

Sgravi per le startup che assumono lavoratori con disturbo dello spettro autistico per due terzi del personale.

Sanità

È stata estesa alle strutture sanitarie private accreditate la possibilità fino 2022 di assumere specializzandi a tempo determinato con part time.

Enti locali

Sono stati stanziati 990 milioni per il 2021, inclusi 600 milioni per le spese sanitarie delle Regioni legate al Covid.

Pubbliche amministrazioni, Regioni ed enti locali possano utilizzare le graduatorie di concorsi banditi da altre pubbliche amministrazioni.

Chiesa e Imu

Le basiliche ed altri istituti religioso non dovranno pagare la tassa sui rifiuti.

Limiti al contante

È stato confermato l’abbassamento da 2.000 euro a 1000 da gennaio per il limite del contante, si rialza a 3.000 quello per le operazioni dei cambiavalute.

Tracciamento rinviato

È stato invece rinviato al 2023, l’obbligo per ospedali, farmacie e ambulatori della trasmissione telematica dei dati relativi agli incassi giornalieri (si deve risolvere una questio legata alla privacy).

Posticipata a luglio 2022 l’abolizione della fatturazione elettronica per la vendita di beni e prestazioni transfrontalieri (esterometro).

Una serie di provvedimenti dunque, oltre a quello per l’Imu prima casa, che stanno componendo pezzo dopo pezzo il decreto legge Fisco.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp