In pensione nel 2023: requisiti, anticipo e contributi

In pensione nel 2023: cosa cambia? Ecco requisiti, anticipo e contributi per accedere alle prestazioni previdenziali a partire dal 1° gennaio 2023.

4' di lettura

In pensione nel 2023: quali saranno i requisiti, gli anni di contributi necessari per accedere alla pensione e le opzioni di uscita anticipata dal mondo del lavoro: ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

In pensione nel 2023: quali novità?

A che età si andrà in pensione nel 2023 e con quanti anni di contributi? L’INPS, con la circolare numero 28 del 18 febbraio scorso, ha comunicato i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici a partire dal 1° gennaio 2023.

Ebbene, i requisiti rimangono invariati e nel 2023 saranno quelli attualmente in vigore (e che andremo ad analizzare nel corso di questo articolo). Almeno fino al 2026 non ci saranno novità, come stabilito dal Decreto del Ministero dell’Economia in data 10 novembre 2021.

Ricordiamo che, i requisiti anagrafici per accedere alla pensione variano in base alla speranza di vita: l’arrivo del Covid e l’alto tasso di mortalità registrato negli ultimi due anni ha rallentato i dati sulla speranza di vita.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

In pensione nel 2023: età e contributi

Spiegato in apertura la conferma dei requisiti anagrafici per accedere alle pensioni, entriamo nel dettaglio delle prestazioni previdenziali, con una tabella riepilogativa, prima di entrare nello specifico:

IN PENSIONE NEL 2023REQUISITI
Pensione di vecchiaia67 anni (fino al 2025)
Pensione per lavori gravosi66 anni e 7 mesi e 30 anni di contributi
Pensione per lavoratori precoci41 anni di contributi (uno maturato prima del compimento dei 19 anni di età) fino al 31 dicembre 2026
Pensione di vecchiaia con anzianità contributiva minima effettiva di 5 anni71 anni (anche nel biennio 2023-2024)
Pensione anticipata (Legge Fornero)42 anni e 10 mesi contributi (uomini) e 41 anni e 10 mesi contributi (donne) fino al 31 dicembre 2026
Pensione di anzianità con il sistema quote62 anni e 35 anni di contributi (Quota 98 per pubblici e privati); 63 anni e 35 anni di contributi (Quota 99 per autonomi)

Per accedere alla pensione di vecchiaia attualmente è necessario rispettare il requisito anagrafico dei 67 anni compiuti. Sarà così anche nel 2023 e fino al 2025.

Tutto invariato anche per chi volesse accedere alla pensione per lavori gravosi: occorreranno 66 anni e 7 mesi e almeno 30 anni di contributi anche nel 2023. Stesso discorso per i lavoratori precoci: confermati i 41 anni di contributi fino al 31 dicembre 2026.

Per chi ha iniziato a lavorare dal 1° gennaio 1996, l’accesso alla pensione di vecchiaia con anzianità contributiva minima effettiva di 5 anni si avrà al raggiungimento dei 71 anni, anche nel biennio 2023-2024.

Passando alla pensione anticipata (Legge Fornero) si valuta il requisito contributivo, che rimarrà invariato anche nel 2023 e fino al 31 dicembre 2026. Ovvero: 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

In pensione nel 2023
In pensione nel 2023: cosa cambia?

La pensione di anzianità con il sistema quote prevede la conferma dei requisiti: 62 anni e 35 anni di contributi (Quota 98 per lavoratori pubblici e privati); 63 anni e 35 anni di contributi (Quota 99 per lavoratori autonomi con iscrizione alla Gestione INPS).

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie