A Battipaglia il doppio della diossina riscontrata a Pianodardine

1' di lettura

Due territori con la stessa sorte: impianti industriali, stoccaggio rifiuti e incendi disastrosi. La Valle del Sabato e la Piana del Sele vanno tristemente a braccetto. Accomunate dallo stesso incubo: il disastro ambientale. E dalla giornaliera attesa dei risultati dell’Arpac sulla qualità dell’aria e la presenza di diossine e furani.

Poco fa sono stati diffusi i dati delle sostanze disperse nell’aria dopo l’incendio che il 12 settembre ha interessato a Battipaglia un sito di recupero di pneumatici fuori uso. Ad emettere i dati il laboratorio regionale delle diossine della Uoc siti contaminati di Agnano. La concentrazione di sostanze nocive è pari a 0,3392 pg, di molto superiore al valore di riferimento (scientificamente accettato come limite massimo), che è pari a 0,15.

Una situazione decisamente peggiore rispetto a Pianodardine. Il valore registrato ieri è infatti di 0,14, e per un incendio che si è verificato giorni dopo a quello di Battipaglia, con meno tempo quindi per disperdere le diossine.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!