Nuovi incentivi alle imprese: a chi spettano e le scadenze

In arrivo nuovi incentivi alle imprese che scelgono di investire in ambiti innovativi e sostenibili. Ecco requisiti e spese ammesse.

4' di lettura

Sono in arrivo nuovi incentivi alle imprese che scelgono di investire in ambiti innovativi e sostenibili. Vediamo insieme i requisiti e le spese ammesse per usufruire degli aiuti (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unicoLeggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nuovi incentivi alle imprese: investimenti 4.0

Oltre agli aiuti per l’imprenditoria femminile, arrivano anche i nuovi incentivi alle imprese che mirano a sostenere le attività pronte a puntare tutto sugli investimenti green. 

A partire dal 4 maggio micro, piccole e medie imprese italiane potranno accedere alla piattaforma per compilare la domanda per i nuovi sostegni dedicati agli investimenti innovativi sostenibili.

Ma andiamo con ordine.

La misura, chiamata Investimenti sostenibili 4.0, ha l’obiettivo di sostenere la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, e di orientare la ripresa degli investimenti verso settori strategici per la competitività e la crescita sostenibile del tessuto economico.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

La dotazione complessiva verrà divisa in:

  • 250.207.123,57 euro per le Regioni del Centro-Nord;
  • 427.668.396,00 euro per le Regioni del Mezzogiorno.

Il 25% della dotazione è poi destinato ai programmi proposti direttamente dalle micro e piccole imprese.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavorosempre aggiornate nella tua zona.

A chi spettano e come chiedere gli incentivi

Dopo aver visto come funzionano e a quali obiettivi mirano i nuovi incentivi alle imprese, vediamo ora i requisiti a cui devono rispondere le attività che intendono richiederli:

  • essere regolarmente costituite, iscritte e attive nel registro delle imprese;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non trovarsi in fase di liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  • non essere già in difficoltà al 31 dicembre 2019, fatte salve le deroghe previste per le micro e piccole imprese;
  • trovarsi in regime di contabilità ordinaria e disporre di almeno due bilanci approvati e depositati al registro delle imprese oppure aver presentato, nel caso di imprese individuali e società di persone, almeno due dichiarazioni dei redditi;
    essere in regola in materia di normativa edilizia e urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente ed essere in regola in relazione agli obblighi contributivi;
  • aver restituito somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;
  • non aver effettuato, nei due anni precedenti alla richiesta di incentivi, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento;
  • non trovarsi in una delle situazioni di esclusione previste dall’art. 5, comma 2, del DM 10 febbraio 2022.

Gli incentivi vengono riconosciuti per tutte le attività coinvolte nei settori di:

  • siderurgia
  • estrazione del carbone
  • costruzione navale
  • fabbricazione delle fibre sintetiche
  • trasporti e relative infrastrutture
  • produzione e distribuzione di energia
  • infrastrutture.

Gli aiuti potranno riguardare le spese effettuate per:

  • macchinari, impianti e attrezzature
  • opere murarie, nei limiti del 40% del totale dei costi ammissibili
  • programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali
  • acquisizione di certificazioni ambientali
  • servizi di consulenza diretti alla definizione della diagnosi energetica, nei limiti del 3% dell’importo complessivo delle spese ammissibili e a condizione che l’effettuazione della diagnosi non costituisca un adempimento obbligatorio per l’impresa ai sensi della normativa di riferimento (solo per i progetti di investimento volti al miglioramento della sostenibilità energetica dell’impresa).
nuovi incentivi alle imprese
Nuovi incentivi alle imprese: a chi spettano e le scadenze.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi su come funzionano i nuovi incentivi alle imprese non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie