Indennità di frequenza 2021: a quali genitori spetta

Indennità di frequenza 2021: ecco quali sono i requisiti per richiederla e a chi spetta.

4' di lettura

Oggi vi parliamo di indennità di frequenza 2021, ovvero del contributo economico erogato dall’INPS in favore dell’inserimento scolastico e sociale dei minori disabili (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo spiegheremo a chi è rivolta la prestazione economica e quali sono i requisiti per richiederla e ottenerla.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere.

Indennità di frequenza 2021: requisiti e importo

L’indennità di frequenza spetta ai minori di 18 anni con disabilità e ai minori ipoacusici, con una perdita uditiva superiore ai 60 decibel nell’orecchio migliore, nelle frequenze di 500, 1.000 e 2.000 hertz.

Il minore deve possedere la cittadinanza italiana e frequentare scuole pubbliche o private di ogni ordine o grado o i centri di formazione o addestramento professionale pubblici o privati convenzionati, oppure centri ambulatoriali diurni o di tipo semi-residenziale pubblici o privati.

Per i cittadini stranieri comunitari c’è bisogno dell’iscrizione all’anagrafe del comune di residenza, mentre per gli extracomunitari il possesso di un permesso di soggiorno valido almeno per un anno. Sia i cittadini comunitari che gli extracomunitari devono risiedere stabilmente e abitualmente sul territorio italiano.

L’importo è di 287,09 euro al mese, l’indennità è corrisposta per un massimo di 12 mesi a partire dal primo giorno del mese successivo in cui inizia il trattamento terapeutico-riabilitativo.

Per usufruire del sussidio non bisogna superare il limite di reddito personale annuo fissato a 4.931,29 euro. Si considerano i redditi in corso dichiarati dal richiedente in via presuntiva, mentre per gli anni successivi si considerano gli importi percepiti negli anni precedenti o, per le pensioni, i redditi percepiti nell’anno di riferimento.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Indennità di frequenza 2021: come presentare domanda

Per presentare domanda per l’ottenimento del sussidio, è necessario che la minorazione venga riconosciuta da un’apposita commissione medico-legale, chiamata a rilasciare un verbale che attesti l’effettiva disabilità del minore.

In primis, l’interessato dovrà farsi rilasciare un certificato medico introduttivo e la ricevuta completa del codice univoco, da inserire nella domanda di accertamento sanitario, da inoltrare attraverso il servizio “Invalidità civile – Procedure per l’accertamento del requisito sanitario (Verifiche Ordinarie INVCIV 2010)”.

L’INPS, in caso di accoglimento della domanda, invierà al richiedente il verbale di invalidità civile tramite PEC o raccomandata A/R. Una volta ricevuto il verbale, il richiedente dovrà presentare il modulo AP70 (con i requisiti socio-economici), utilizzando il servizio “Invalidità civile – Invio dati socio-economici e reddituali per la concessione delle prestazioni economiche”, sul sito dell’INPS.

La domanda può essere presentata online, direttamente sul sito dell’INPS, o tramite un patronato o un’associazione di categoria. Non sarà possibile presentare una nuova domanda, prima che l’iter della prima sia esaurito, oppure in caso di ricorso, prima che la sentenza passi in giudicato. L’unica eccezione riguarda le domande di aggravamento.

Indennità di frequenza 2021

Indennità di frequenza 2021: informazioni utili

Ogni anno i titolari dell’indennità di frequenza devono inviare all’INPS una dichiarazione periodica relativa alla conferma dei requisiti previsti per legge.

È obbligatorio, inoltre, comunicare l’eventuale cessazione della partecipazione alla scuola dell’obbligo (dai 6 ai 16 anni) oppure il cambio dell’istituto scolastico, quando per esempio il minore passa dalla scuola elementare alla scuola media.

L’indennità di frequenza è incompatibile con l’indennità di accompagnamento per invalido civile totale, con l’indennità di accompagnamento per i ciechi totali, con la speciale indennità prevista per i ciechi parziali, con l’indennità di comunicazione prevista per i sordi prelinguali e con qualsiasi forma di ricovero.

Se hai ancora dubbi su come richiedere l’indennità di frequenza 2021, non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie