Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro » Lavoro domestico / Come funziona l’indennità per le badanti qualificate

Come funziona l’indennità per le badanti qualificate

Indennità per le badanti qualificate: cos'è, a quanto ammonta e come si prende la certificazione di qualità? Scopriamolo in questo articolo.

di Carmine Roca

Maggio 2024

In questo approfondimento vi parleremo di come funziona l’indennità per le badanti qualificate (scopri le offerte di lavoro e i concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è l’indennità per le badanti qualificate?

Le badanti qualificate, ovvero coloro che sono inquadrate nei livelli B, B Super, C Super e D Super, e risultano in possesso della certificazione di qualità in corso di validità, hanno diritto, oltre alla retribuzione, anche a un importo aggiuntivo, erogato ogni mese, e noto come indennità per le badanti.

La maggiorazione fu introdotta dal nuovo contratto per il lavoro domestico ed è riconosciuta, al lavoratore e alla lavoratrice domestico/a, a partire dal 1° ottobre 2021.

Oltre alle badanti, hanno diritto all’indennità anche i collaboratori familiari generici polifunzionali (colf) e i baby-sitter o le baby-sitter regolarmente assunti/e.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

A quanto ammonta l’indennità per le badanti qualificate?

Come detto in precedenza, le indennità spettano solo a quattro profili professionali di lavoratori domestici.

Ai lavoratori che sono inquadrati nei livelli D e D super spetta una indennità di funzione, che per il 2024 ha un valore di 196,07 euro al mese.

Se il lavoratore è inquadrato nei livelli CS o DS ed è addetto all’assistenza di persone non autosufficienti, spetta un’indennità aggiuntiva pari a 100 euro al mese, 0,58 euro orari.

Inoltre spetta un’indennità mensile per la certificazione di qualità a coloro che sono inquadrati nei livelli B, BS e CS, di importo pari a:

Indennità per le badanti qualificate: cos’è la certificazione di qualità?

Per avere diritto all’indennità, la badante deve risultare in possesso della certificazione di qualità.

Dovrà seguire percorsi specifici e separati, a seconda del lavoro svolto (se badante, colf o baby-sitter), al termine del quale va affrontato e superato un esame.

Occorre, dunque:

Per ottenere la certificazione è richiesto il rispetto di specifici requisiti, identificati in termini di conoscenza, abilità e competenza, in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualifications Framework – EQF).

Quali sono i livelli di inquadramento dei lavoratori domestici?

Il livello di inquadramento dei lavoratori domestici cambia a seconda delle mansioni svolte e del grado di specializzazione.

livelli sono:

Quanto guadagna una badante nel 2024?

Ecco quanto guadagna una badante nel 2024:

Livello di inquadramentoTabella ATabella BTabella CTabella DTabella ETabella G
Lavoratori conviventiLavoratori non conviventi e con meno di 30 ore settimanaliLavoratori non conviventi per 40 ore settimanaliAssistenza notturnaPresenza notturnaLavoratori per copertura riposo
Valori mensiliValori mensiliValori orariValori mensiliValori mensiliValori orari
Livello A729,25 euro5,30 euro
Livello AS861,86 euro6,24 euro
Livello B928,15 euro

662,96 euro
6,62 euro
Livello BS994,44 euro693,13 euro7,03 euro1,143,60 euro
Livello C1.060,76 euro769,02 euro7,42 euro
Livello CS1.127,04 euro7,83 euro1.296,09 euro8,41 euro
Livello D1.325,92 euro (+ 196,07 di indennità)9,03 euro1.592,17 euro10,09 euro
Livello DS1.391,21 euro (+ 196,07 di indennità)9,41 euro1.601,09 euro10,15 euro
Livello unico761,45 euro
Quanto guadagna una badante nel 2024: la tabella

A quanto ammonta l’indennità sostitutiva vitto e alloggio nel 2024?

Stando alle comunicazioni fornite da ISTAT, per quest’anno (2024), l’indennità base di vitto e di alloggio per lavoratrici domestiche è pari:

Il totale dell’indennità giornaliera (6,52 + 1,96 = 8,48) va moltiplicato per tutti i giorni di lavoro e riconosciuto in busta paga alla fine di ogni mese.

Indennità per le badanti qualificate
Indennità per le badanti qualificate: in foto una badante abbraccia una signora anziana.

Faq sul lavoro domestico

Quando si versano i contributi alle badanti nel 2024?

Mercoledì 10 aprile è scaduto il termine per versare i contributi previdenziali del 1° trimestre del 2024 (da gennaio a marzo) alle lavoratrici domestiche (badanti, colf e baby sitter).

Le successive date da ricordare sono le seguenti:

Cosa c’è da sapere su bonus assunzioni per badanti nel 2024 e sulle nuove misure?

Il segretario nazionale Assindatcolf, Teresa Benvenuto ha ricordato “a tutte le famiglie che le lavoratrici madri assunte come colf, badanti o baby sitter che non potranno usufruire dell’esonero contributivo previsto nell’ultima Legge di bilancio, poiché il settore domestico è stato escluso“.

Si è ancora in attesa, invece, “per quanto riguarda la decontribuzione al 100% prevista dal Dl PNRR bis per gli anziani over 80 non autosufficienti con ISEE non superiore ai 6.000 euro in caso di nuove assunzioni di badante (o trasformazioni a tempo indeterminato) a decorrere dal 1° aprile 2024 e fino al 31 dicembre 2025”.

Come trovare lavoro come badante?

Per trovare lavoro come badante, puoi esplorare diverse opzioni. Puoi consultare annunci su giornali locali, cercare su siti web specializzati nell’assistenza domiciliare o rivolgerti a agenzie di collocamento specializzate.

Inoltre, chiedere referenze a persone con cui hai già lavorato o frequentato corsi di formazione nel settore può essere utile per ottenere raccomandazioni.

Qual è l’orario di lavoro tipico di un badante?

L’orario di lavoro di un’assistente familiare può variare notevolmente a seconda delle esigenze del cliente e delle modalità di lavoro stabilite.

In genere, si possono avere turni di lavoro diurninotturni o anche assistenza 24 ore su 24, a seconda delle necessità della persona assistita e dell’accordo contrattuale stipulato con il datore di lavoro.

Qual è l’orario della badante notturna?

Il Contratto collettivo nazionale di lavoro prevede due tipologie di orario, a seconda del contratto sottoscritto:

Entrambi i contratti prevedono la convivenza, anche se durante le ore diurne la collaboratrice domestica fa ritorno nella sua abitazione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul lavoro domestico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp