Rockstar social, il fenomeno degli influencer. Da Scanzi alla Lucarelli

Giornalisti, scrittori, cantanti, «influencer professionisti» negli anni hanno mostrato le diverse sfaccettature della propria personalità, ma è nei periodi di maggiore interesse mediatico che nascono le cosiddette «rockstar social»

2' di lettura

Negli ultimi anni, in particolare con l’avvento degli influencer, i social sono diventati il mezzo per poter emergere. C’è chi sceglie di condividere la propria vita privata e chi invece preferisce commentare l’attualità.

Sempre più spesso i toni sono ironici, sarcastici o fustigatori, in base alla tematica trattata e al personaggio che si vuole esporre. Giornalisti, scrittori, cantanti, «influencer professionisti», tutti in un modo o nell’altro si esibiscono in attesa del commento di turno.

A volte si spera che una propria fase o battuta possa diventare «il tormentone dell’estate». Tra sostenitori ed haters il web si popola di commenti diretti o indiretti.

Rockstar Social

Molti sono i personaggi che negli anni hanno mostrato le diverse sfaccettature della propria personalità, ma è nei periodi di maggiore interesse mediatico che nascono le cosiddette «rockstar social». A colpi di battute e frecciatine, il web si popola di meme e fake news che non lasciano indifferenti i più puntigliosi.

La signora di Mondello, Angela, diventata famosa per la frase pronunciata durante un’intervista trasmessa su canale 5 è il caso più rappresentativo che si possa citare.

Con il suo «non ce n’è Coviddi» ci ha fatto trascorrere un’estate all’insegna del divertimento. Da quel giorno, chiunque si trovasse su una spiaggia o in un luogo affollato, ha iniziato a pronunciare la frase magica diventata ormai un cult. Oggi è ufficialmente «influencer», con all’attivo oltre 100 mila followers.

Scanzimania

Per ogni fenomeno naturale che nasce, accanto, cresce sempre un personaggio che invece ama raccontare la propria realtà. I commenti personali diventano saette per il popolo social e tra sostenitori e detrattori il marketing di se stessi ha la meglio.

È il caso di Andrea Scanzi, giornalista de «il Fatto Quotidiano», divenuto famoso sui social soprattutto grazie alla situazione di stallo che si è venuta a creare a causa del coronavirus. Non avendo potuto più eseguire i suoi spettacoli in teatro, ha pensato bene di sfruttare i social network, soprattutto Facebook, per aumentare la sua fama. Oggi la sua fanbase conta circa 1 milione di followers.

Selvaggia Lucarelli

A differenza dei due personaggi precedenti lei non ama molto mostrarsi fisicamente sui social, ma la sua penna non lascia indifferenti. A colpi di frecciatine e post al vetriolo, Selvaggia Lucarelli ha saputo conquistarsi negli anni la fama di «fustigatrice dei potenti».

A detta di se stessa, non ha mai moderato i toni per non essere estromessa da determinati ambienti, anzi è sempre stata invitata consapevolmente solo da chi ama il suo modo di scrivere e di essere e questa è stata la sua forza.

A differenza dei suoi colleghi lei non è nata grazie al coronavirus, ma grazie alla sua forza vulcanica che rivendica con fermezza e grande autostima.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie