Donne ridotte a schiave del sesso: inizia processo a pastore evangelico

Donne ridotte a schiave del sesso: inizia processo a pastore evangelico


1' di lettura

Molestie sessuali subite senza protestare per compiacere il pastore della chiesa evangelica libera che guidava la loro comunità religiosa in Alta Irpinia. Accuse sfociate in un processo, a carico di un 84enne salernitano (difeso dall’avvocatessa Giovanna Perna), che inizierà domani in Corte d’Assise ad Avellino. (La foto di copertina è tratta da Google)

Pastore evangelico: racconti delle violenze sessuali

Le donne della comunità altirpina, ascoltate durante le indagini, hanno raccontato di incontri erotici col pastore. Fra le vittime delle molestie ci sarebbe una ragazza che all’epoca dei fatti aveva appena 13 anni. Dell’indagine si è occupata la Procura di Napoli perché l’induzione in schiavitù è un reato di competenza distrettuale. Alcuni incontri avrebbero avuto come protagonista il pastore con più donne insieme.

Processo a rischio

Durante l’udienza preliminare solo due fedeli, assistite dall’avvocato Danilo Iacobacci, hanno deciso di costituirsi parti civili. Per il processo è stata già nominata la giuria popolare. Il procedimento penale è a rischio rinvio per lo sciopero nazionale delle camere penali.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie