Napoli, Insigne prende Careca e punta Diego

Lorenzo Insigne si è caricato il Napoli sulle spalle e con quello segnato al Cagliari domenica scorsa ha raggiunto Antonio Careca al settimo posto della classifica dei migliori marcatori della storia del Napoli. Maradona, terzo, è a 19 reti: l'obiettivo è possibile.

2' di lettura

Il Napoli, che aveva chiuso male il 2020 con un punto in tre partite, ha iniziato il nuovo anno con un brillante e largo successo sul campo del Cagliari, battuto per 4-1. A illuminare la Sardegna Arena c’hanno pensato Zielinski, bomber a sorpresa con una doppietta, il messicano Lozano e lui, Lorenzo Insigne, che porta avanti il suo processo di crescita e maturazione calcistica con costanza e generosità. Uomo squadra, ma anche efficace realizzatore di gol pesanti.

Lorenzo come Careca

Con quello, su rigore, segnato a Cagliari, il numero 24 azzurro ha raggiunto Antonio Careca al settimo posto della speciale classifica dei migliori marcatori della storia del Napoli, a quota 96. Certo, il brasiliano impiegò sei stagioni per raggiungere l’obiettivo, a Lorenzo ne sono servite nove, ma cambia la posizione in campo, con Careca sicuramente più attaccante di Insigne, a cui piace partire dalla sinistra per poi sterzare, rientrare e calciare col destro delle parabole perfette, che spesso terminano alle spalle dei portieri avversari.

Lorenzo Insigne, Napoli

Nella bacheca dell’attaccante partenopeo figurano già due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, la seconda vorrebbe vincerla tra qualche giorno contro la Juventus, già battuta nell’ultima finale di Coppa Italia. Il sogno resta sempre lo Scudetto, obiettivo massimo raggiungibile per una squadra che senza pressioni staziona al quarto posto e guarda con serenità al futuro. Quello di Insigne si chiama Napoli e Diego Armando Maradona, a cui troppo spesso è stato accostato, per il suo modo di stare in campo e di dare confidenza al pallone.

A 19 gol da Maradona

El Pibe de Oro è il terzo migliore realizzatore del Napoli con 115 reti, 19 in più di quelle messe a segno da Insigne, che per raggiungere il suo idolo deve prima superare Vojak (sesto a quota 102 gol), Cavani (quinto a 104) e Sallustro (terzo a 107 reti). Un obiettivo alla portata per un calciatore ritrovato, simbolo di un Napoli più operaio, ma che ogni tanto ricorda quello spumeggiante ammirato durante la gestione Sarri. E siccome si può sognare in grande, per Insigne non sarà impossibile raggiungere neppure Hamsik al secondo posto con 125 gol e Mertens che ne ha già segnati 130 e al suo ritorno in campo proverà a metterne a segno altri, per tenere distante il compagno di squadra.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie