Avellino, insulti razzisti a una cubana: 60enne nei guai

“Tornatene al tuo paese”. Lo ha urlato a una donna cubana che passeggiava con il marito. E' accaduto nella centralissima piazza Libertà ad Avellino

Parolise, attivo l'autovelox su via Nazionale

1' di lettura

“Tornatene al tuo paese”. Lo ha urlato a una donna cubana che passeggiava con il marito. E’ accaduto nella centralissima piazza Libertà ad Avellino. Protagonista dello spiacevole episodio un 60enne del capoluogo irpino, ingegnere, che ha dato in escandescenze. Un vigile urbano, che ha tentato di calmarlo, è anche caduto.

Insulti alla donna cubana

Al momento la pista, per spiegare quegli insulti, è razziale. Sembra infatti che il 60enne e la donna, destinataria delle offese, non si conoscessero. Insulti che arrivano dopo un altro episodio che ha generato numerose polemiche.

L’aggressione di uno studente cinese del conservatorio, insultato da alcuni coetanei italiani e colpito con almeno uno schiaffo. Tutto perché cinese e complice la psicosi da Coronavirus. Per il 60enne potrebbe scattare una denuncia per minaccia aggravata da odio razziale. La notizia degli insulti, alla donna cubana, è stata raccontata per prima dai colleghi de Il Mattino.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!