Invalidità civile anche senza la visita diretta

Invalidità civile anche senza la visita diretta: l'Inps ha deciso di semplificare la procedura, sarà possibile la valutazione solo sugli atti e senza la presenza. È possibile inviare la documentazione online sia per le prime domande sia per la revisione. Se gli atti saranno ritenuti sufficienti la pratica verrà approvata. Come funziona, dove si inviano i documenti, e per chi.

4' di lettura

Invalidità civile anche senza la visita diretta: l’Inps ha deciso di semplificare la procedura per l’accertamento dello stato di invalidità civile.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Nei casi ritenuti più gravi (ma non solo) le commissioni mediche dell’istituto di previdenza, potranno limitarsi a redigere un solo verbale senza la necessità di convocare l’invalido a visita diretta. E questo varrà sia per la prima istanza, sia per la revisione.

L’Inps ha reso nota questa decisione con il messaggio numero 3315/2021. Una scelta che è stata adottata anche in virtù del decreto semplificazioni (articolo 29-ter del decreto legge 76/2020 poi convertito in legge).

Invalidità civile anche senza la visita diretta: possono bastare i documenti

In pratica cosa significa accertamento dell’invalidità civile anche senza la visita diretta?

Il messaggio Inps (nel rispetto del decreto semplificazioni), autorizza le commissioni dell’ente previdenziali e di quelle in convenzione con le Regioni, che si occupano di accertare e redigere verbali sullo stato di invalidità civile degli assistititi, a poter effettuare una valutazione anche solo sulla base degli atti a disposizione.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Invalidità civile anche senza la visita diretta per una valutazione obiettiva

Soprattutto se la documentazione sanitaria presentata dal cittadino risulti sufficiente per consentire una valutazione pienamente obiettiva.

Questa disposizione – ribadiamo – è valida sia per le domande da vagliare in prima istanza (le richieste di invalidità civile), sia per quelle di revisione (quando bisogna confermare l’eventuale handicap).

Invalidità civile anche senza la visita diretta: documenti via online

Il servizio di valutazione documentale e non di persona può essere richiesto direttamente dal cittadino.

Come? Sarà sufficiente inviare la documentazione sanitaria in via telematica all’Inps.

Saranno poi le commissioni dell’ente di previdenza a valutare la bontà della documentazione ricevuta. E se la ritengono adatta per esprimere un giudizio sanitario non sarà necessario sottoporre il cittadino a una visita di controllo di persona.

In caso contrario, se cioè i documenti inviati non saranno ritenuti così completi per formare un giudizio solo sulla base degli atti, l’assistito sarà convocato per la visita.

Invalidità civile anche senza la visita diretta: si semplifica e velocizza

Questa disposizione consentirà all’Inps di alleggerire in meno tempo il carico di arretrati che si è accumulato durante la pandemia. Ma anche di agevolare l’accertamento di quei casi che riguardano pazienti in condizioni più gravi e per i quali la visita diretta potrebbe provocare non poche difficoltà.

Ma, a proposito di pandemia, questa nuova regolamentazione serve anche a non far perdere efficienza a un servizio che è comunque chiamato a rispettare tutte le misure anticovid disposte dal governo.

Invalidità civile anche senza la visita diretta: sul portale dell’Inps

Ma come si presenta la documentazione online per l’accertamento o la conferma dell’invalidità civile?

Sul portale dell’Inps troverete un nuovo servizio. Si chiama “Allegazione documentazione sanitaria Invalidità Civile”.

Questo servizio, appunto, permette ai cittadini di inviare online la documentazione sanitaria necessaria per l’accertamento medico legale dell’invalidità civile.

Sia per la definizione delle domande di prima istanza (la richiesta di invalidità civile), sia per l’eventuale aggravamento o per la revisione di invalidità, cecità, sordità, handicap e disabilità.

Invalidità civile anche senza la visita diretta: anche se hai già presentato la domanda

Il servizio per via telematica potrà essere utilizzato anche dai cittadini che hanno già presentato la domanda o che hanno già ricevuto una comunicazione dell’Istituto di previdenza per una revisione. Devono però fornire un esplicito consenso alla valutazione degli atti (come prevede l’articolo 29-ter del decreto legge numero 76/2020).

Dopo che la documentazione è stata trasmessa all’Inps verrà valutata dalla commissione medica. Al termine dell’esame della pratica sarà trascritto un verbale e trasmesso all’assistito con una raccomandata andata e ritorno.

Se la valutazione della documentazione non dovesse essere ritenuta sufficiente, la commissione potrà convocare l’interessato per sottoporlo a una visita diretta.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie