Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità » Salute / Invalidità civile con 3 o più patologie. Esempi

Invalidità civile con 3 o più patologie. Esempi

Invalidità civile con tre o più patologie: vediamo con qualche esempio pratico come si calcola la percentuale di invalidità con 3 o più patologie.

di The Wam

Aprile 2022

Invalidità civile con 3 o più patologie. Abbiamo visto nell’articolo che trovate qui, come si calcola la percentuale di invalidità civile con due patologie diverse. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Ma vediamo come individuare la percentuale di invalidità quando le malattie o le menomazioni sono più di due.

Invalidità civile con 3 o più patologie: tabella ministeriale

Come sapete il ministero della Sanità ha redatto una tabella suddivisa in cinque parti, dove vengono segnalate le percentuali di invalidità per le minorazioni e le malattie.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Le percentuali sono riferite non tanto o non solo alla gravità della patologia ma anche all’incidenza che queste infermità hanno sulla capacità lavorativa.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Invalidità civile con 3 o più patologie: fissa o variabile

Nella tabella – e questa introduzione è necessaria anche per capire i criteri di valutazione – sono indicate sia delle invalidità con una percentuale fissa, sia delle infermità che possono variare tra un minimo e un massimo, dipende dalla gravità della malattia.

Ma anche il valore fisso rappresenta comunque solo una percentuale indicativa, un punto di partenza. Perché la commissione può ridurlo o aumentarlo di 5 punti in rapporto alla condizione specifica della persona che viene presa in esame.

Un esempio: chi soffre di una patologia cardiaca ed è impegnato in un lavoro che richiede un costante sforzo fisico, non può essere valutato allo stesso modo di un lavoratore che svolge un lavoro da scrivania.

Invalidità civile con 3 o più patologie: analogie

Prima di arrivare al dunque un altro chiarimento. Molti lettori non hanno trovato la patologia di cui soffrono, anche quando è molto grave, all’interno delle tabelle ministeriali. Ebbene non è un problema, in questo caso la commissione valuta quelle malattie alla pari di patologie che sono state incluse e hanno una natura e una gravità analoghe.

Del resto questo è il criterio che si utilizza per decidere il livello di invalidità di molte malattie rare.

Invalidità civile con 3 o più patologie: due sistemi

Siamo al calcolo della percentuale di invalidità quando ci sono più di due patologie.

Ci sono diversi casi:

Per il calcolo si seguono due sistemi di calcolo diversi.

Invalidità civile con 3 o più patologie: tabella

Il metodo più semplice per il calcolo di tre patologie distinte è quello tabellare.

Date uno sguardo alla tabella qui sotto.

In numeri che sono ai due lati (quelli nelle fasce colorate), si sono le percentuale di invalidità di riferimento.

Invalidità civile con 3 o più patologie: diverse

Ora, mettiamo che soffriamo di 3 patologie:

Partiamo dalle prime due (A e B):

utilizzate questo schema come nella battaglia navale e trovare il punto dove A e B si incontrano:

sarà il numero 48, quindi la patologia A e quella B insieme danno il 48% di invalidità.

Ora passiamo al calcolo della terza, faremo allo stesso modo:

il punto dove 48 (che arrotondiamo a 50) interseca 45: 73.

E dunque le tre patologia insieme danno il 73% di invalidità complessiva.

Come avete potuto notare l’invalidità complessiva non è la somma di tre percentuali.

È bene ricordare che quel numero (73%) è comunque indicativo, ci saranno poi ulteriori valutazioni da parte della commissione medico legale.

Ma comunque l’esito finale della valutazione non dovrebbe discostarsi di molto.

Ovviamente se le patologie sono 4 si ripete lo stesso schema, partendo appunto da 73 e incrociando la percentuale di invalidità riconosciuta alla quarta patologia.

Invalidità civile con 3 o più patologie: stesso organo o apparato

Ma veniamo al caso un po’ più complesso ma comunque frequente delle cosiddette infermità plurime concorrenti. Ovvero quelle che interessano lo stesso organo o apparato. In qualche caso possono essere giudicate con le percentuali che sono già inserite in tabella (per delle patologie è già prevista ad esempio la condizione più grave della “compromissione dell’organo”).

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Per gli altri casi si ricorre alla cosiddetta formula Salomonica. In questo caso la percentuale complessiva dell’invalidità non sarà altro che la media tra la somma delle singole invalidità e il risultato del calcolo riduzionistico (quello che abbiamo trattato nell’articolo che trovi qui).

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Ma il calcolo può essere fatto anche in questo modo:

somma delle singole invalidità + calcolo effettuato con il metodo tabella diviso due.

Ci capiamo meglio con un esempio pratico.

Partiamo dall’esempio che abbiamo fatto sopra, ma questo volta le patologie riguardano lo stesso organo o appartato.

La somma tabellare ha dato come risultato 73%.

E quindi:

somma delle singole patologie: 100%

risultato della “somma” tabellare: 73%

Avremo:

(100 + 73): 2 = 86%

Dal che si deduce che quando le singole patologie interessano lo stesso organo o apparato, per i criteri di valutazione le condizioni cliniche di un paziente sono più compromesse e danno quindi diritto a una percentuale di invalidità superiore.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1