Invalidità civile con i disturbi alimentari, tutti i diritti

Invalidità civile con i disturbi alimentari, tutti i diritti che sono garantiti dallo Stato per le persone che soffrono di anoressia o bulimia. Vediamo insieme quali sono i criteri di valutazione della Commissione medica per il riconoscimento dell'invalidità civile.

La redazione di thewam.net è composta da giornalisti e copywriter esperti in welfare, fisco, lavoro e disabilità.
Conoscici meglio

4' di lettura

Invalidità civile con i disturbi alimentari. In Italia soffrono di disturbi alimentari più di tre milioni di persone. Il 95,9% sono donne, il 4,1% uomini. Numeri che sono allarmanti e che rendono l’anoressia nervosa la terza malattia cronica più comune tra i giovani. (Scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

L’incidenza dell’anoressia nervosa è di almeno 8 casi per 100mila persone in un anno. Per la bulimia si sale a 12.

In questo articolo vediamo quali sono i più diffusi disturbi alimentari, quando vengono riconosciuti invalidanti, e con quale percentuale, dalle tabelle Inps e quali benefici e agevolazioni hanno diritto i pazienti che soffrono di queste patologie.

Vediamo quali sono i principali disturbi dell’alimentazione.

Invalidità civile con i disturbi alimentari: pica

Il pica è un particolare disturbo dell’alimentazione che spinge una persona a ingerire più volte al mese delle sostanze che non solo alimenti (come il sapone, la carta, e così via).

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Invalidità civile con i disturbi alimentari: ruminazione

Il disturbo della ruminazione si manifesta invece con dei rigurgiti di cibo prolungati. In questo caso per accertarsi che si tratti di un disturbo nervoso bisogna escludere altre patologie che causano gli stessi sintomi, come alcune che colpiscono l’apparato gastro intestinale.

Le ultimissime notizie sull’invalidità civile, la legge 104, i bonus e le agevolazioni

Invalidità civile con i disturbi alimentari: anoressia nervosa

L’anoressia nervosa si manifesta con l’assunzione di pochissimi alimenti, il minimo vitale per garantire la sopravvivenza. Ovviamente questo causa una consistente perdita di peso corporeo.

Tra le origini di questa patologia (potenzialmente letale, sicuramente molto invalidante), ci sono:

  • la paura di diventare grassi;
  • la visione distorta del proprio corpo: si avverte una percezione abnorme del proprio peso;
  • un livello molto ridotto di autostima;
  • non rendersi conto della gravità della denutrizione.

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Invalidità civile con i disturbi alimentari: bulimia

La bulimia è invece caratterizzata da un abnorme ingestione di cibo che viene spesso seguita da sensi di colpa e da comportamenti che provano a porre rimedio all’eccesso di calorie appena ingerite.

La bulimia ha questi elementi tipici:

  • mangiare con estrema velocità (rispetto al normale);
  • mangiare in modo continuativo fino a sentirsi molto più che sazi;
  • assumere quantità cibo che sono ritenute eccessive (come quantità e velocità nell’ingerirle) per la maggior parte delle persone;
  • mangiare in modo esagerato soprattutto quando si è soli;
  • avere vergogna, disgusto di sé e senso di colpa dopo aver mangiato in modo eccessivo;
  • tenere di non riuscire a smettere di mangiare durante una di queste “crisi di fame”;
  • il tentativo successivo di porre rimedio con il vomito autoindotto, l’uso di lassativi, una dieta punitiva o sottoponendosi a un eccessivo esercizio fisico.

Invalidità civile con i disturbi alimentari: criteri di valutazione

Vediamo quali sono i criteri di valutazione delle commissioni Inps per il riconoscimento dell’invalidità civile con l’anoressia nervosa.

Vengono distinte tre classi funzionali, in relazione alla condizione fisica del paziente e al decorso della malattia.

Classe 1, deficit lieve:

  • peso corporeo: Bmi tra 18,4 e 17 kg/m² (Body mass Index, il rapporto tra il peso corporee e il quadro dell’altezza in metri, in un normo peso il Bmi è tra 18,5 e 24,9);
  • sintomi fisici: assenti

Classe 2, defici moderato:

  • peso corporeo: Bmi tra 16,9 e 16 kh/m²;
  • sintomi fisici: amenorrea, stipsi, ipertensione,bradicardia, ipotermia, diatesi emorragica,secchezza della cute.

Classe 3, deficit grave:

  • peso corporeo: bmi meno di 16 kg/m²;
  • sintomi fisici: anemia, insufficienza renale, ipotensione grave, aritmie, osteoporosi.

Invalidità civile con i disturbi alimentari: percentuali di invalidità

Nelle tabelle Inps per il riconoscimento dell’invalidità civile gli unici disturbi alimentari inseriti solo l’anoressia e la bulimia nervosa.

Con queste percentuali:

  • anoressia nervosa lieve: 35%
  • anoressia nervosa moderata: 45%
  • anoressia nervosa grave: 75/100% di invalidità
  • bulimia nervosa non complicata: 20%
Invalidità civile con i disturbi alimentari, tutti i diritti
Invalidità civile con i disturbi alimentari, tutti i diritti
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie