Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità » Salute / Invalidità civile con l’asma, tutti i diritti

Invalidità civile con l’asma, tutti i diritti

Invalidità civile con l'asma: vediamo quali sono i diritti e a quali agevolazioni può accedere un lavoratore che soffre di asma.

di The Wam

Febbraio 2022

Invalidità civile con l’asma. In Italia l’asma si sta diffondendo in modo preoccupante e aumenta anche il numero dei casi gravi. L’incidenza è pari al 4,5% della popolazione, circa 2,6 milioni di persone. Per buona parte di questi casi a provocare l’asma è la presenza di una o più allergie. (Scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

L’asma grave interessa il 10% di questi pazienti e ha una incidenza significativa sulla qualità della vita di chi ne soffre.

Un asmatico su tre ha meno di 14 anni. Questa patologia può causare limitazioni all’attività fisica, disturbi del sonno e conseguenze serie sull’attività lavorativa o scolastica.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

In questo articolo verifichiamo quali sono i diritti delle persone che soffrono d’asma (in particolare per le condizioni cliniche ritenute gravi) e quali percentuali di invalidità civile vengono riconosciute.

Invalidità civile con l’asma: estrinseca e intrinseca

L’asma è una patologia che colpisce l’apparato respiratorio, causata dall’infiammazione dei bronchi . Può manifestarsi in ogni momento, all’improvviso, anche durante il sonno. Può essere causata anche da fattori ambientali: allergeni, inquinamento, umidità, variazioni della temperatura (in questi casi si parla di asma estrinseca).

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Invalidità civile con l’asma: percentuali invalidità

L’asma è inserita nelle tabelle Inps tra le malattie invalidanti. Non però con percentuali così significative:

Invalidità civile con l’asma: agevolazioni

Percentuali dunque (almeno nel secondo e terzo caso) che sono sufficienti per il riconoscimento di una invalidità civile, ma non abbastanza per avere diritto ad agevolazioni di tipo economico.

Ricordiamo che per persone in età lavorativa, con il 35% di invalidità si ha diritto alla concessione gratuita di protesi (ma solo per le patologie riconosciute nel verbale dalla commissione medica).

Con una invalidità superiore al 45% si ha diritto all’iscrizione nelle liste del collocamento mirato.

Invalidità civile con l’asma: ricorso

In questi casi, quando cioè la patologia causa problemi alla vita di tutti i giorni molto più rilevanti da quelli prospettati nelle tabelle Inps e dalle valutazioni della commissione medica (che su quelle tabelle si basa), potrebbe essere opportuno presentare ricorso in tribunale.

Il consulente tecnico d’ufficio nominato dal giudice potrebbe valutare senza limiti burocratici l’effettiva gravità della patologia e le conseguenze che causa al paziente nella vita di tutti i giorni e quindi anche alla sua possibilità di svolgere un lavoro.

Invalidità civile con l’asma: malattia professionale

Ma l’asma può anche essere riconosciuta come malattia professionale. In questo caso la patologia si sviluppa o si aggrava dopo mesi o anni di esposizione a un allergene sul posto di lavoro.

In questo caso i sintomi sono:

(Qui puoi trovare un elenco degli allergeni che sono associati all’asma professionale)

Il dipendente che soffre di asma professionale ha diritto a essere trasferito in un luogo che è più adatto alle sue condizioni di salute.

Ma non solo. Gli può anche essere riconosciuta la malattia professionale dall’Inail. Può avere diritto (dipende dalla gravità della situazione clinica):

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1