Invalidità civile con malattie neurologiche, le tabelle

Invalidità civile con malattie neurologiche, le tabelle con le percentuali relative a ogni patologia, la lista di quelle che danno l'invalidità totale. I disturbi neurologici sono la prima causa di invalidità. Le malattie del sistema nervoso centrale e quelle del sistema nervoso periferico.

7' di lettura

Invalidità civile con malattie neurologiche. Proseguiamo il nostro percorso tra le patologie per le quali viene riconosciuta l’invalidità civile. Quelle neurologiche, che saranno l’argomento di questo articolo, possono avere una particolare gravità. Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

O meglio: incidono in modo determinante sulla riduzione della capacità lavorativa di chi ne soffre.

Le patologie neurologiche si suddividono, anche nelle tabelle Inps per l’invalidità civile, in due grandi categorie:

  • malattie del sistema nervoso centrale;
  • malattie del sistema nervoso periferico.

Invalidità civile con malattie neurologiche: prima causa di disabilità

Le malattie del cervello rappresentano la condizione patologica più diffusa nei Paesi Occidentali. L’Organizzazione mondiale della Sanità ha stimato che colpiscono un miliardo di persone ogni anno.

Le malattie neurologiche rappresentano la prima causa di disabilità. Il 10% delle visite al pronto soccorso vengono effettuate per problemi neurologici.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Invalidità civile con malattie neurologiche: numeri in Italia

Questi sono alcuni dati in Italia:

  • 150.000 nuovi casi di ictus ogni anno;
  • sono 800.000 persone che sono sopravvissute all’ictus ma portano i segni dell’invalidità;
  • 300.000 pazienti con la malattia di Parkinson;
  • 120.000 colpiti da sclerosi multipla;
  • 5 milioni soffrono di emicrania;
  • 1 milione le persone affette da decadimento mentale.

Invalidità civile con malattie neurologiche: le patologie più invalidanti

Alcune patologie neurologiche sono così invalidanti da ottenere una percentuale del 100% all’interno delle tabelle Inps (qui le trovi anche per altre patologie). Portano quindi al riconoscimento di una invalidità civile con malattie neurologiche che è totale.

Queste sono le più gravi.

  • sclerosi multipla EDSS 4-5: invalidità dal 61 all’80%;
  • sclerosi multipla EDSS 5,5: invalidità dall’81 al 90%;
  • sclerosi multipla EDSS pari o superiore a 6: invalidità del 100%;
  • demenza vascolare con cdr 1: invalidità dall’81 al 90%;
  • demenza vascolare con cdr 2-5: invalidità del 100%;
  • morbo di Alzheimer con cdr 1: invalidità dall’81 al 90%;
  • morbo di Alzheimer con cdr 2-5: invalidità del 100%;
  • morbo di Parkinson – stadio 3 di hy (malattia bilaterale da lieve a moderata; instabilità posturale;
  • fisicamente autonomo): invalidità dal 71 al 90%;
  • morbo di Parkinson –stadio 4 – 5 di hy (severa disabilità; ancora in grado di camminare o stare in piedi senza assistenza – obbligato alla sedia a rotelle o costretto a letto, a meno che aiutato) o stadio 3 con gravi effetti collaterali da farmaci antiparkinsoniani: invalidità dal 91% al 100%;
  • epilessia con crisi settimanali generalizzate o parziali complesse oppure parziali a frequenza
  • plurisettimanale: invalidità dal 71 al 90%;
  • epilessia con crisi plurisettimanali generalizzate o parziali complesse: invalidità dal 91% al 100%;
  • emiparesi grave: invalidità dal 71 all’80%;
  • emiplegia: invalidità dall’81 al 100%;
  • paraparesi con deficit di forza medio: invalidità dal 71 all’80%;
  • paraparesi con deficit di forza grave: invalidità dall’81 al 100%;
  • paraplegia: invalidità del 100%;
  • tetraparesi con deficit di forza medio: invalidità dal 91 al 100%;
  • tetraparesi con deficit di forza grave: invalidità del 100%;
  • atassia cerebellare con disabilità moderata: invalidità dall’81 al 90%;
  • atassia cerebellare con disabilità grave o totale: invalidità del 100%;
  • afasia di livello 1 o 0 alla asrs: invalidità dall’81 al 100%;
  • mielomeningocele in associazione con deficit radicolari lombosacrali e sfinteriali: invalidità dall’81 al 100%;
  • mielomeningocele associato a Arnold-hiari di tipo ii e/o idrocefalo: invalidità del 100%;
  • sindrome della cauda equina completa con disturbi sfinterici e anestesia a sella: invalidità dal 71 all’80%;
  • miopatie con ipostenia prossimale grado 4 mdrs: invalidità dal 71 all’80%;
  • miopatie con grave astenia prossimale grado 5 mdrs: invalidità dal 91 al 100%;
  • distrofia di Duchenne: invalidità del 100%.

Invalidità civile con malattie neurologiche: tabella sistema nervoso centrale

Si intende per sistema nervoso centrale il cervello (encefalo) e il midollo spinale.

Le percentuali di invalidità civile con malattie neurologiche sono queste:

  • Alzheimer con deliri o depressione ad esordio senile: 100;
  • Acalculia: 10;
  • Epilessia generalizzata con crisi annuali in trattamento: 20;
  • Epilessia generalizzata con crisi mensili in trattamento: 40;
  • Epilessia generalizzata con crisi plurisettimanali in trattamento: 100;
  • Epilessia generalizzata con crisi quotidiane: 100;
  • Epilessia localizzata con crisi annuali in trattamento: 10;
  • Epilessia localizzata con crisi mensili in trattamento: 41;
  • Epilessia localizzata con crisi plurisettimanali o quotidiane in trattamento: da 91 a 100;
  • Sindrome cerebellare: da 41 a 50;
  • Sindrome cerebellare grave: da 91 a 100;
  • Afasia lieve: da 21 a 30;
  • Afasia media: da 61 a 70;
  • Afasia grave: da 91 a 100,
  • Sindrome occipitale con emianopsia controlaterale: 41 a 50;
  • Sindrome parietale con emianopsia a quadrante: 20,
  • Emiparesi grave o emiplegia associata a disturbi sfinterici: 100;
  • Emiparesi grave o emiplegia (emisoma dominante): da 61 a 70;
  • Emiparesi grave o emiplegia (emisoma non dominante): da 51 a 60;
  • Emiparesi con emisoma dominante: da 41 a 50;
  • Emiparesi con emisoma non dominante: d 31 a 40;
  • Paralisi cerebrale infantile con emiplegia o atassia: da 91 a 100;
  • Sindrome extrapiramidale parkinsoniana o coreiforme o coreoatetosica grave: da 91 a 100;
  • Sindrome extrapiramidale parkinsoniana o coreiforme o coreoatetosica: da 41 a 50;
  • Sindrome parietale aprassia bilaterale mani: da 41 a 50;
  • Microcefalia con esclusione di deficit di altre funzioni: 25;
  • Idrocefalo derivato: da 31 a 40.

Invalidità civile con malattie neurologiche: tabella sistema nervoso periferico

Si intende per sistema nervoso periferico i gangli (insieme di neuroni) e i nervi che connettono le informazioni del sistema nervoso centrale al resto dell’organismo. I nervi sono responsabili sia della sensibilità sia della motilità (manifestazioni del movimento) volontaria e involontaria.

Le percentuali di invalidità civile con malattie neurologiche sono queste:

  • Lesione bilaterale dei nervi cranici IX-X-XI-XII con deficit grave della deglutizione, fonazione e articolazione del linguaggio: da 91 a 100;
  • Plegia dei muscoli oculomotori estrinseci (III nervo cranico): da 21 a 30;
  • Plegia dei muscoli oculomotori estrinseci (IV o Vi nervo cranico): da 1 a 10;
  • Mielomeningocele lombare: 45;
  • Atrofia muscolare cronica progressiva infantile: 95;
  • Lesione non dominante del nervo sottoscapolare: da 1 a 10;
  • Lesione dominante del nervo circonflesso: da 11 a 20;
  • Lesione non dominante del nervo circonflesso: da 1 a 10;
  • Lesione del nervo crurale: 25;
  • Lesione dominante del nervo mediano al braccio: da 31 a 40;
  • Lesione non dominante del nervo mediano al braccio: da 21 a 30;
  • Lesione dominante del nervo mediano al polso: da 11 a 20;
  • Lesione non dominante del nervo mediano al polso: da 1 a 10;
  • Lesione dominante del nervo muscolo cutaneo: da 11 a 20;
  • Lesione non dominante del nervo muscolo cutaneo: da 1 a 10;
  • Lesione dominante del nervo radiale sopra la branca tricipitale: da 31 a 40;
  • Lesione non dominante del nervo radiale sopra la branca tricipitale: da 21 a 30;
  • Lesione dominante del nervo radiale sotto la branca tricipitale: da 21 a 30;
  • Lesione non dominante del nervo radiale sotto la branca tricipitale: da 11 a 20;
  • Lesione del nervo sciatico (tronco comune): da 21 a 30;
  • Lesione del nervo sciatico popliteo esterno: 25;
  • Lesione dominante del nervo sottoscapolare: da 11 a 20;
  • Lesione dominante del nervo ulnare al braccio: da 21 a 30;
  • Lesione non dominante del nervo ulnare al braccio: da 11 a 20;
  • Lesione dominante del nervo ulnare al polo: da 11 a 20;
  • Lesione non dominante del nervo ulnare al polso: da 1 a 10;
  • Lesione radicolare dominante tipo Dejerine Klumpke: da 51 a 60;
  • Lesione radicolare non dominante tipo Dejerine Klumpke: da 41 a 50;
  • Lesione radicolare dominante tipo Erb-Duchenne: da 41 a 50;
  • Lesione radicolare non dominante tipo Erb-Duchenne: da 31 a 40;
  • Paraparesi con deficit di forza grave o paraplegia associata o non a disturbi sfinterici: 100;
  • Paraparesi con deficit di forza lieve: da 31 a 40;
  • Paraparesi con deficit di forza medio: da 51 a 60;
  • Paresi dell’arto inferiore con deficit di forza grave o plegia: da 41 a 50;
  • Paresi dell’arto inferiore con deficit di forza grave o plegia associata ad incontinenza sfinterica: da 71 a 80;
  • Paresi dell’arto inferiore con deficit di forza lieve: da 11 a 20;
  • Paresi dell’arto inferiore con deficit di forza medio: da 21 a 30;
  • Paresi dell’arto superiore dominante con deficit di forza lieve: da 21 a 30;
  • Paresi dell’arto superiore dominante con deficit di forza medio: da 41 a 50;
  • Paresi dell’arto superiore dominante con deficit di forza grave o plegia: da 61 a 70;
  • Paresi dell’arto superiore non dominante con deficit di forza lieve: da 21 a 30;
  • Paresi dell’arto superiore non dominante con deficit di forza medio: da 31 a 40;
  • Paresi dell’arto superiore non dominante con deficit di forza grave o plegia: da 51 a 60;
  • Tetraparesi con deficit di forza medio: da 71 a 80;
  • Tetraparesi con deficit di forza grave o tetraplegia associata o meno a incontinenza sfinterica: 100,
  • Sindrome della cauda equina completa con disturbi sfinterici e anestesia a sella: da 61 a 70.
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie