Invalidità civile con problemi alla vista. Tabelle

Invalidità civile con problemi alla vista: ecco le tabelle con le percentuali di invalidità civile per le patologie che colpiscono l'apparato oculare. I requisiti, il grado di invalidità, gli importi e come ottenere il riconoscimento dell'assegno mensile.

5' di lettura

Invalidità civile con problemi alla vista. Ci sono patologie che colpiscono la vista e sono ritenute così invalidanti che, in presenza di determinati requisiti sanitari ed economici, l’Inps riconosce una indennità.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Com’è ovvio, per chi conosce più meno le procedure per l’assegnazione dei benefici previsti dalla legge, stiamo parlando di una invalidità certificata che oscilla tra il 74 e il 99%.

Ebbene, chi ha problemi alla vista e rientra in quei parametri, può avere diritto a un assegno Inps di circa 300 euro al mese.

Vediamo quali sono le patologie alla vista incluse nelle tabelle dell’Inps (sotto c’è anche l’elenco delle patologie dell’apparato oculare) che danno diritto all’indennità economica erogata dall’istituto di previdenza sociale.

Invalidità civile con problemi alla vista: requisiti per l’assegno mensile

L’assegno mensile per gli invalidi civili viene riconosciuto grazie alla legge numero 118 del 30 marzo 1971. Lo Stato ha deciso in questo modo di dare tutele e garanzie a chi per un problema fisico di una certa gravità ha subito una diminuzione delle proprie capacità lavorative.

L’invalidità civile viene riconosciuta alle persone che hanno una età compresa tra i 18 e i 67 anni (quando scatta la pensione di vecchiaia o l’assegno sociale).

Tra gli altri requisiti richiesti per avere diritto a un assegno mensile per invalidi civili ci sono:

  • riconoscimento dell’invalidità civile almeno del 74% (quindi la riduzione di due terzi della capacità lavorativa);
  • reddito personale annuo non superiore a 4.932,29 euro.

I beneficiari di questo sussidio riceveranno nel 2022 un assegno mensile di 291,97 euro per 13 mensilità annuali.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Invalidità civile con problemi alla vista: i requisiti specifici

Questi sono i requisiti generali per avere l’assegno di invalidità civile. Ci sono poi quelli specifici, relativi cioè alle singole patologie così come sono state inserite dall’Inps nelle tabelle per il calcolo delle percentuali di invalidità.

Queste possono garantire l’accesso alla pensione:

  • cecità monoculare con residuo visivo controlaterale superiore a 1/20 o inferiore a 3/50 (invalidità tra 81% e 90%);
  • cecità binoculare (invalidità al 100%);
  • cecità monoculare con visus nell’occhio controlaterale inferiore a 1/20 (invalidità tra il 91% e 100%);
  • cecità monoculare con grave riduzione del campo visivo (invalidità tra il 71% e 80%); restringimento concentrico del campo visivo con residuo inferiore e 10 gradi in entrambi gli occhi (invalidità 80%);
  • cecità parziale con campo visivo residuo tra il 9% e 3% (invalidità 80%).

Invalidità civile con problemi alla vista: cecità totale

Per queste patologie potrebbe esserci il riconoscimento dell’assegno mensile di invalidità civile.

Nei casi di cecità totale l’Inps prevede che l’utente che ne soffra abbia diritto anche ad altri sussidi economici.

Invalidità civile con problemi alla vista: tabelle, criteri

Vediamo ora le tabelle di invalidità civile con problemi alla vista.

Sono state seguite queste indicazioni per la valutazione dei deficit funzionali:

  • la diminuzione della vista deve essere valutata con la migliore correzione, fatta eccezione per i casi in cui la lente necessaria sia di potere troppo elevato (nel caso si aggiungono 5 punti percentuali di invalidità);
  • difetti perimetrici che derivano da glaucoma congenito o acquisito devono essere valutati a parte;
  • i difetti visivi che riguardano entrambi gli occhi si valutano secondo una apposita tabella che stabilisce l’acutezza visiva di entrambi gli occhi e da questa valutazione si stabilisce la percentuale di invalidità.

Invalidità civile con problemi alla vista: tabelle con tutte le patologie

Ecco la tabella con le malattie della vista, sono suddivise in fasce (a seconda della percentuale di invalidità attribuita):

FASCIA 91% – 100%

  • Cecità binoculare = 100%;
  • Cecità monoculare con visus nell’occhio
  • controlaterale inferiore 1/20 = 91% – 100%.

FASCIA 81% – 90%

  • cecità monoculare con visus nell’occhio
  • controlaterale superiore 1/20 e inf. 3/50 = 81% – 90%.

FASCIA 71% – 80%

  • Cecità monoculare, visus controlaterale sup. 3/50 e inf. 1/10
  • e riduzione del campo visivo di 30° = 71% -80%;
  • Restringimento concentrico del campo visivo,
  • con campo residuo inferiore a 10° in entrambi gli occhi = 80%.

FASCIA 51% – 60%

  • Emianopsia bitemporale = 60%;
  • Emianopsie monoculari senza conservazione del visus centrale = 60%.

FASCIA 41% – 50%

  • Emianopsia inferiore = 41%;
  • Sindrome occipitale con emianopsia controlaterale = 41% – 50%.

FASCIA 31% – 40%

  • Anoftalmo senza possibilità di applicare protesi estetica = 31% – 40%;
  • Emianopsia omonima = 40%;
  • Restringimento concentrico del campo visivo,
  • con campo residuo tra 10° e 30° in entrambi gli occhi = 31% -40%.

FASCIA 21% – 30%

  • Anoftalmo con possibilità di applicare protesi estetica = 30%;
  • Cecità monoculare = 30%;
  • Diplopia in posizione primaria = 25%;
  • Plegia dei muscoli oculomotori estrinseci (III n. cranico) = 21% – 30%.

FASCIA 11% – 20%

  • Diplopia nello sguardo in basso = 20%;
  • Emianopsia binasale = 20%;
  • Emianopsie monoculari con conservazione del visus centrale = 20%; Restringimento concentrico del campo visivo,
  • con campo residuo inferiore a 10° in un solo occhio = 15%;
  • Sindrome parietale con emianopsia a quadrante = 20%;
  • Glaucoma acquisito = 11% -20%.

FASCIA 1% – 10%

  • Cataratta senza riduzione del visus ed intervento chirurgico possibile = 5%;
  • Cheratocono con possibilità di correzione
  • con occhiali o lenti corneali = 5%;
  • Diplopia nello sguardo in alto = 5%;
  • Diplopia nello sguardo laterale = 10%;
  • Discromatopsia congenita o acquisita = 1% – 10%;
  • Emianopsia nasale = 10%;
  • Emianopsia superiore = 10%;
  • Malattie del vitreo con visus inferiore a 5/10 = 10%;
  • Quadrantopsie (superiore o inferiore) = 10%;
  • Restringimento concentrico del campo visivo con campo
  • residuo tra 10° e 30° in un solo occhio = 10%;
  • Coloboma = 5%;
  • Corioretinite (esiti cicatriziali senza riduzione del visus
  • campimetrica) = 5%;
  • Distacco di retina (operato con recupero della funzione) = 5%;
  • Ectropion palpebrale = 8%;
  • Entropion palpebrale = 1% – 10%;
  • Glaucoma congenito = 10%;
  • Occhio secco = 1% – 10%;
  • Paralisi del muscolo orbicolare = 1% – 10%;
  • Plegia dei muscoli oculomotori estrinseci
  • (IV o VI n. cranico) = 1% – 10%;
  • Epifora = 1% – 10%.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie