Guida invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali

Invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali: chi ne soffre può usufruire delle agevolazioni legate all'invalidità civile? Scoprilo in questo articolo.

3' di lettura

Invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali: chi soffre di queste patologie può beneficiare delle agevolazioni legate all’invalidità civile? (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Vediamo cosa prevede la legge, le classi di invalidità riconosciute e quali sono i requisiti da soddisfare.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali

Anche le malattie infiammatorie croniche intestinali, conosciute anche con l’acronimo MICI, possono causare ripercussioni negative sulla vita lavorativa e sociale di chi ne soffre.

Tra le malattie infiammatorie intestinali più note troviamo la malattia di Crohn e la rettocolite ulcerosa, patologie croniche, che provocano dolore e rendono impossibile svolgere un’attività lavorativa.

Inoltre, chi ne soffre, potrebbe essere stato sottoposto a interventi chirurgici, che lasciano segni evidenti, disturbi fisici, ma anche psicologici (ansia e depressione).

Di conseguenza è possibile richiedere l’invalidità civile e beneficiare di tutte le agevolazioni ad essa collegate. Nei prossimi paragrafi vedremo quali sono le classi di invalidità riconosciute e come presentare domanda all’Inps.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali: percentuali di invalidità

Le malattie infiammatorie croniche intestinali possono essere più o meno gravi. Ad esempio, la gravità della malattia di Crohn si valuta in base a quattro classi, a seconda dell’impatto sulla vita quotidiana di chi ne soffre, mentre la rettocolite ulcerosa ne prevede soltanto due, le più gravi.

La percentuale di invalidità più alta, legata alla malattia di Crohn o alla rettocolite ulcerosa, è valutata tra il 61 e il 70% e prevede alterazioni gravissime della funzione digestiva, un trattamento farmacologico continuativo, perdita di peso superiore al 20% del peso abituale, oltre a dolori, anemia, disordini del transito intestinale gravi e costanti.

Quindi, a chi, in seguito a visita medica effettuata dall’apposita commissione medica dell’Asl, con l’aggiunta di un medico dell’Inps, viene riconosciuta una percentuale di invalidità dal 61 al 70%, sono destinate alcune agevolazioni previste dall’invalidità civile.

Invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali
Invalidità civile e malattie infiammatorie intestinali.

Ci riferiamo all’iscrizione alle liste di collocamento mirato e al congedo straordinario per cure, mentre non è previsto l’assegno mensile, che spetta con una percentuale di invalidità pari o superiore al 74%.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie