Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Pensioni / Invalidità civile: come funzionano le maggiorazioni per età

Invalidità civile: come funzionano le maggiorazioni per età

Invalidità civile: come funzionano le maggiorazioni per età, quando e quanto spettano, quali sono i requisiti necessari e gli importi.

di The Wam

Gennaio 2022

Invalidità civile: come funzionano le maggiorazioni per età. Ci occupiamo in questo articolo della maggiorazioni sociali. Cosa sono? Si tratta di una forma di incremento degli importi dei trattamenti previdenziali disposti a vantaggio di persone che sono economicamente in difficoltà e che hanno compiuto almeno 60 anni. (aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Invalidità civile e maggiorazioni: per chi

La maggiorazione viene applicata sull’importo della pensione, a prescindere dall’integrazione al trattamento minimo. Possono beneficiarne i pensionati titolari di prestazioni a carico dell’Ago (assicurazione generale obbligatoria), delle sue forme esclusive o sostitutive e i lavoratori autonomi che sono iscritti alla gestione speciale.

Ma sempre a patto che non vengano superati determinati limiti di reddito. Limiti che vengono fissati per legge anno dopo anno.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Le maggiorazioni sociali sono applicate sia ai trattamenti previdenziali (pensioni con requisito contributivo), sia a quelli assistenziali (come l’assegno sociale e le prestazioni economiche riservate agli invalidi civili, ai ciechi e ai sordomuti).

Leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Invalidità civile e maggiorazioni: la legge

Questa materia è regolata dall’articolo 1 della legge 544 del 1988, più una serie di integrazioni successive che hanno previsto, tra l’altro, un incremento maggiore per le persone che hanno più di 70 anni.

L’articolo 1 della 544 del 1988, specifica a chi deve spettare la maggiorazione (sempre che vangano rispettati i requisiti):

ai titolari di pensioni «a carico dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti dei lavoratori dipendenti; della gestione speciale per i lavoratori delle miniere, cave e torbiere; delle gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali dei coltivatori diretti, mezzadri e coloni, degli artigiani e degli esercenti attività commerciali; delle forme esclusive e sostitutive dell’assicurazione generale obbligatoria».

Invalidità civile e maggiorazioni: pensionati

Le maggiorazioni sociali spettano (sempre in presenza dei requisiti di reddito, che poi vedremo) a tutti i titolari di pensione diretta (pensione di vecchiaia, anticipata, assegno ordinario di invalidità, pensione di inabilità) o ai superstiti (pensione di reversibilità).

La richiesta di maggiorazione deve essere presentata insieme alla domanda di pensione o dopo. L’istanza sarà corredata da una dichiarazione dei redditi che certifica i redditi percepiti nell’anno, anche se presunti.

Invalidità civile e maggiorazioni: aumenti per età

Le maggiorazioni non aumentano ogni anno, come le pensioni (per effetto della rivalutazione legata alla svalutazione). L’importo delle maggiorazioni è fisso ed è esente da Irpef.

Vediamo le maggiorazioni per fasce di età:

Invalidità civile e maggiorazioni: riduzione anagrafica

Il limite dei 70 anni può essere abbassato fino a 65. Come? Ogni 5 anni di contribuzione viene ridotto un anno di età.

Ma la riduzione di un anno la può ottenere anche chi non ha versato meno di due anni e mezzo di contributi.

E quindi:

Per i titolari della pensione di inabilità l’incremento della maggiorazione sociale parte a 60 anni.

Invalidità civile e maggiorazioni: requisiti reddito

Ma veniamo ai requisiti di reddito. Che sono fondamentali (come quelli anagrafici).

Possono beneficiare della maggiorazione sociale i titolari di pensioni che sono uguali o inferiori al minimo (523,83 euro) e non hanno altri redditi.

In pratica:

Le maggiorazioni vengono comunque concesse in modo da non superare mai i limiti di reddito previsti.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1