Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Salute / Invalidità civile per depressione: posso chiederla?

Invalidità civile per depressione: posso chiederla?

Invalidità civile per depressione: è possibile richiederla? Vediamo insieme come fare.

di Carmine Roca

Dicembre 2021

È possibile chiedere l’invalidità civile per depressione? (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

In questo articolo vedremo se chi soffre di sindrome ansioso-depressiva può usufruire dell’invalidità e delle agevolazioni concesse per legge.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Invalidità civile per depressione: è possibile?

Chi soffre di depressione può vedersi riconosciuta l’invalidità civile? C’è subito una buona notizia: la depressione è una delle patologie presenti nelle tabelle del Ministero della Salute che danno diritto all’invalidità civile. Quindi la risposta alla domanda di apertura è positiva: sì, chi soffre di depressione può richiedere l’invalidità civile.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

La percentuale di invalidità varia in base alla gravità della patologia. Se parliamo di nevrosi fobica ossessiva grave, per esempio, ci riferiamo a quella patologia che prevede il riconoscimento di una percentuale di invalidità che va dal 41 al 50%. Diversamente dalla nevrosi fobica ossessiva lieve, per la quale è riconosciuta un’invalidità fissa del 10%.

Se la commissione medica riscontra al soggetto sottoposto a visita, una nevrosi fobica ossessiva e/o ipocondriaca di media entità, la percentuale di invalidità potrebbe variare dal 21 al 30%.

Nella tabella ministeriale sono incluse pure la sindrome depressiva endoreattiva lieve e media e quella grave, per le quali sono riconosciute un’invalidità fissa rispettivamente del 10%, del 25% e tra il 31 e il 40%.

Molto più grave, infine, la psicosi ossessiva che comporta una percentuale di invalidità molto più alta delle altre patologie, dal 71 all’80%.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Invalidità civile per depressione: come richiederla

Per richiedere e ottenere l’invalidità civile per depressione, il soggetto dovrà sottoporsi a una visita dal proprio medico curante, al termine della quale invierà telematicamente all’Inps un certificato introduttivo.

Sarà l’ente a comunicare al soggetto richiedente la data in cui sottoporsi a visita da parte della commissione medica dell’Asl, a cui sarà presente anche un medico dell’Inps.

Alla visita, il richiedente dovrà portare tutta la documentazione medica che attesti il suo stato di salute. Se la domanda dovesse essere respinta, si può sempre fare ricorso al tribunale, che a sua volta potrà nominare un Consulente Tecnico d’Ufficio che accerti la sussistenza della malattia.

Invalidità civile per depressione
Invalidità civile per depressione: è possibile richiederla?

C’è da dire, che le sole attestazioni del proprio medico curante non sono sufficienti a ottenere il riconoscimento dell’invalidità civile. Per avere più possibilità di incontrare parere positivo da parte della commissione medica dell’Asl, occorre presentare anche la documentazione medica rilasciata dalla propria azienda ospedaliera o dall’Asl.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp