Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità / Invalidità civile: tabelle e schemi per calcolo percentuali

Invalidità civile: tabelle e schemi per calcolo percentuali

Invalidità civile: tabelle e schemi per calcolo percentuali, come si verifica il grado di invalidità per una o più menomazioni.

di The Wam

Dicembre 2021

Invalidità civile: tabelle e schemi per calcolo percentuali. Il calcolo della percentuale di invalidità di una persona non è un’operazione semplice. Verifichiamo insieme gli schemi e le formule che sono state adottate per rendere il più oggettiva possibile la decisione finale delle commissioni. Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati su diritti degli invalidi e legge 104

In questo articolo vi proponiamo 4 schemi (tratti dal Breve Manuale di invalidità civile di Renato Maria Ferrari), che ci aiutano a capire come funziona la valutazione delle invalidità civile quando sono:

Invalidità civile, tabelle e schemi per calcolo percentuali: lettura

Come sapete, spesso, la valutazione di una patologia e della sua percentuale invalidante non è strettamente connessa alla sua gravità, o meglio, non solo. Incide e molto anche la riduzione che quella malattia comporta alle capacità lavorativa di chi ne soffre.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Vediamo un po’ come funziona.

Partiamo dalla lettura delle tabelle Inps.

Nelle tabelle trovare (nell’ordine):

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Invalidità civile, tabelle e schemi per calcolo percentuali: esempio

Minino, massimo o fisso è riferito alle percentuali invalidanti della patologia.

Facciamo due esempi.

Il primo:

Il secondo:

Per chi è affetto solo da una di queste patologie, l’infermità si definisce “unica”.

In questo caso la percentuale di invalidità permanente viene espressa in questo modo:

se la patologia ha una percentuale fissa di invalidità (come l’asma intrinseco), l’infermità corrisponde per natura e grado esattamente a quella che viene stabilita nella tabella.

Se invece la patologia ha un minimo e un massimo (come l’asma allergico estrinseco), la percentuale di invalidità deve essere calcolata all’interno di quei valori (tra 21 e 35%).

Se si soffre di una patologia che non viene elencata nelle tabelle Inps si ricorre alla valutazione delle infermità che si possono definire analoghe, come gravità.

Invalidità civile, tabelle e schemi per calcolo percentuali: infermità plurime

C’è infine, e non capita di rado tra le persone che chiedono il riconoscimento dell’invalidità civile, il caso delle infermità plurime. Per calcolarle si adottano diversi criteri di calcolo.

Perché possono essere coesistenti: quando riguardano organi e apparati diversi;

Possono essere in concorso tra loro: quando le menomazioni colpiscono lo stesso organo o apparato (con la possibilità di influire in modo ancora più negativo sulla capacità lavorativa di chi ne soffre).

In alcuni casi nelle tabelle Inps il concorso di più patologie è già inserito e calcolato (danni oculari, acustici, degli arti e così via).

Negli altri casi viene valutata separatamente ogni singola menomazione. E la valutazione complessiva non è la somma delle singole percentuali. Il valore percentuale è invece proporzionale alla perdita anatomo-funzionale dell’organo o dell’apparato.

Vi proponiamo di seguito la tabella per il calcolo delle menomazioni concomitanti.

Per scaricare l’immagine clicca qui

Funziona come la battaglia navale (semplifichiamo).

Prendete una percentuale sulla linea verticale (ordinata): quella è la prima patologia.

Prendete la percentuale sulla linea orizzontale (ascissa): l’incrocio tra i due dati darà la percentuale complessiva tra le due patologie.

Un esempio:

avete la prima patologia con il 45% di invalidità e la seconda con il 50%.

Secondo lo schema la percentuale complessiva di invalidità sarà il 72,50%.

Se le menomazioni sono 3, bisogna ripetere la stessa operazione con la percentuale di invalidità riconosciuta per la terza menomazione e il risultato complessivo che è venuto fuori dalle prime due.

Invalidità civile, tabelle e schemi per calcolo percentuali: udito

Nella tabella sotto, invece, potrete calcolare la percentuale di invalidità collegata ai diversi deficit dell’udito.

Per scaricare l’immagine clicca qui

Funziona come la tabella per le menomazioni concomitanti.

Invalidità civile, tabelle e schemi per calcolo percentuali: obesità

Funziona allo stesso modo anche la tabella (qui sotto) per calcolare la massa corporea (e quindi l’eventuale grado di obesità).

Per scaricare l’immagine clicca qui

Invalidità civile, tabelle e schemi per calcolo percentuali: vista

C’è infine (sotto) la valutazione per valutare il deficit della vista (con le relative percentuali di invalidità).

Per scaricare l’immagine clicca qui

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1