Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: vediamo quando e a chi spetta l'esenzione e come si fa ad ottenerla. La legge dispone che gli studenti che hanno più del 66% di invalidità non debbano pagare le tasse per gli atenei. Ma ci sono agevolazioni anche per gli studenti che hanno gradi di invalidità più bassi o sono stati costretti a lunghe assenze per motivi di salute. Ma le agevolazioni non riguardano solo le tasse. Vediamo.

4' di lettura

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie. Gli studenti che hanno un certo grado di invalidità riconosciuta hanno diritto a molte agevolazioni. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Come abbiamo visto ci sono sconti sulle utenze domestiche (con la Legge 104), ma anche, e ne parliamo in questo articolo, l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie.

Esenzioni che per gli studenti con disabilità possono essere parziali o complete. I benefici in alcuni casi variano da ateneo ad ateneo.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Le ultime notizie sull’invalidità civile e la legge 104, bonus e agevolazioni

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: 66%

L’esonero totale dal pagamento delle tasse universitarie spetta agli studenti che hanno un grado di disabilità superiore al 66%. Questo beneficio che non dipende dal reddito o dal merito.

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Quello che può variare tra i diversi atenei (ovviamente statali) è il versamento dell’imposta di bollo.

Per accedere all’esonero bisogna verificare le procedure che sono previste dalle singole università. In genere, comunque, il documento che non deve mancare e la certificazione che attesta il grado di invalidità o lo status di handicap.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: genitore inabile

L’esonero completo dal pagamento delle tasse universitarie viene garantito anche ai figli di persone che sono beneficiare della pensione di inabilità (legge numero 118 del 1971). Viene richiesta in questo caso l’esibizione:

  • l’Indicatore della Situazione Economica equivalente (ISEE)
  • la certificazione emessa dall’ente di riferimento che attesti di appartenere ad una delle categorie indicate dall’articolo 30 della Legge 118/71
  • un’autocertificazione del proprio stato di famiglia

Tutte le tabelle per l’invalidità civile suddivise per patologie con le relative percentuali

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: studi interrotti

Agevolazioni sono riconosciute anche agli studenti che sono stati costretti a interrompere gli studi per un determinato periodo a causa di una infermità, ovviamente certificata.

Così dice a proposito il decreto legislativo 68/12:

«Gli studenti costretti a interrompere gli studi a causa di infermità gravi e prolungate debitamente certificate sono esonerati totalmente dal pagamento di tasse e contributi universitari in tale periodo».

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: 45%

Se invece lo studente ha un grado di invalidità riconosciuta che oscilla tra il 45 e il 66% ha diritto a un esonero parziale dal pagamento delle tasse universitarie (ma sempre comunque sulla base delle indicazioni che sono fornite da ciascun ateneo).

Molte università non fanno pagare una o due rate, mentre l’altra dipende dal reddito Isee.

La legge recita così:

«Le Istituzioni e le università statali possono prevedere autonomamente, nei limiti delle proprie disponibilità di bilancio e tenuto conto della condizione economica dello studente, la concessione di esoneri totali o parziali dalla tassa di iscrizione e dai contributi universitari, con riferimento a studenti con disabilità con invalidità inferiore al sessantasei per cento».

In questo caso per avere accesso a queste agevolazioni è dunque necessario presentare anche l’Isee.

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: mezzi pubblici

Alcune università (tra queste anche la Sapienza di Roma), forniscono agevolazioni che riguardano i mezzi pubblici. Negli anni scorsi sono stati forniti anche dei bonus taxi per favorire la frequentazione dei corsi di studi.

Ne hanno diritto:

  • Handicap motorio o visivo ai sensi della Legge n. 104;
  • Invalidità al 100% con gravi problemi di mobilità;
  • Invalidità visiva.

Invalidità, esenzione dalle tasse universitarie: altre agevolazioni

Le altre agevolazioni previste per studenti universitari con disabilità possono essere queste (ribadiamo, utilizziamo il “possono” perché dipende sempre dai singoli atenei):

  • incremento degli importi delle borse di studio;
  • fornitura di supporti didattici, informatici o tecnologici;
  • fornitura gratuita di testi universitari in formato elettronico e / o in braille a studenti ipovedenti, non vedenti o dislessici;
  • servizi di ristorazione a condizioni agevolate.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie