Investimenti in start up: tutte le detrazioni e i vantaggi

Investimenti in start up: il rischio è alto, ma dal punto di vista fiscale conviene. Ecco alcune informazioni utili sull'argomento.

3' di lettura

Investimenti in start up: è un’opzione che può rivelarsi conveniente anche per i piccoli risparmiatori, ma presenta in ogni caso dei rischi (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Conviene davvero investire in start up? E se sì, quali sono i siti migliori da visionare per non aggiornarsi sull’argomento?

In questo articolo troverai alcune risposte in merito: diamo uno sguardo alle informazioni più importanti sugli investimenti in start up.

Investimenti in start up: convengono davvero?

Investire in start up conviene? Prima di rispondere a questa domanda, bisogna precisare a cosa ci si riferisce quando si parla di start up. Queste sono delle aziende di recente fondazione che, solitamente, si muovono in settori innovativi o comunque scalabili, dove la concorrenza è poca e dove conta molto l’originalità delle soluzioni proposte.

Investire in una start up, di per sé, rappresenta un investimento ad alto rischio. D’altra parte, un alto rischio corrisponde potenzialmente a un alto margine di guadagno. Inoltre, l’investimento in una start up permette di accedere a una serie di agevolazioni dal punto fiscale.

Le principali:

  • Detrazione dell’imposta lorda Irpef al 30% per il capitale investito fino a un milione di euro (la detrazione Irpef sale al 50% per i capitali non superiori ai 100mila euro “bloccati” per minimo 3 anni)
  • Deduzione dall’imponibile Ires del 30% del capitale investito fino a 1,8 milioni per le persone giuridiche
Riforma Irpef 2021: ecco cosa cambia per le partite Iva

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Siti per investire in start up: quali sono i migliori?

Investimenti in start up: se si accetta di correre un alto rischio è possibile, con un po’ di intuito e di fortuna, indovinare un vero e proprio affare investendo in una start up tra rendimenti potenzialmente altissimi e vantaggi fiscali.

Per non rischiare troppo e cominciare a muovere i primi passi in un settore molto complesso è possibile utilizzare alcune piattaforme online che permettono di selezionare le aziende più promettenti e spendere anche piccole somme.

Tra i migliori portali che consentono di effettuare questo genere di investimento:

  • Lita.co
  • WeAreStarting
  • Crowdestor

ATTENZIONE: Le informazioni nell’articolo sono fornite a titolo informativo e non devono essere intese come una consulenza d’investimento o un consiglio di acquisto. I contenuti hanno scopo esclusivamente divulgativo. Ogni decisione di investimento deve essere ponderata molto bene, avvalendosi del supporto di consulenti esperti. I risultati precedenti di ogni prodotto finanziario non vanno intesi come garanzia delle stesse performance in futuro. Se deciderai di investire, quindi, fallo sempre in modo responsabile.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie