Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Risparmio e Investimenti » Servizi Finanziari / Investire in ETF conviene?

Investire in ETF conviene?

Nell’articolo di oggi vedremo quando Investire in ETF conviene e come funziona questo strumento finanziario.

di Alda Moleti

Settembre 2023

Scopriamo quando investire in ETF conviene e quali sono le principali caratteristiche di questo tipo di investimento (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cosa sono gli ETF?

Gli ETF, o Exchange-Traded Fund, sono strumenti finanziari progettati per tracciare l’andamento di un indice, una materia prima, un gruppo di asset o altre categorie di investimento.

Sono negoziati in borsa, il che significa che gli investitori possono comprarli e venderli come azioni ordinarie durante le sessioni di negoziazione, cosa che li rende facilmente accessibili.

Gli ETF sono diventati popolari tra gli investitori per la loro facilità di utilizzo, la diversificazione e la liquidità che offrono. Possono essere utilizzati per creare un portafoglio ben diversificato, per coprire il rischio o per sfruttare opportunità di mercato specifiche.

Tuttavia, è importante comprendere appieno il funzionamento di un ETF e considerare gli obiettivi di investimento personali prima di investire.

Quali sono i principali ETF

Gli ETF permettono l’accesso a una vasta gamma di asset, offrendo diversificazione e opportunità di investimento. Nel mercato italiano, sono disponibili vari tipi di ETF che seguono l’andamento di diverse categorie di asset, tra cui:

Investire in ETF conviene-indici
In foto, degli indici di borsa.

Le caratteristiche degli ETF

Ecco alcune caratteristiche chiave degli ETF, che caratterizzano questo particolare strumento di investimento:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Investire in ETF conviene?

Qual è la differenza tra un ETF e un fondo comune di investimento?

La principale differenza tra un ETF e un fondo comune di investimento sta nel modo in cui vengono negoziati e gestiti.

Gli ETF sono negoziati in borsa come azioni e hanno prezzi in tempo reale, mentre i fondi comuni di investimento vengono negoziati una volta al giorno a un prezzo di chiusura fisso.

Inoltre, gli ETF tendono ad avere costi operativi inferiori e offrono maggiore trasparenza rispetto ai fondi comuni di investimento.

Quali sono i vantaggi di investire in ETF?

Investire in ETF può essere conveniente grazie ad alcuni vantaggi chiave: minori costi, trasparenza e accessibilità.

Rispetto ai fondi comuni di investimento, gli ETF sono negoziati in tempo reale come le azioni, con costi di gestione notevolmente inferiori, spesso fino all’80% in meno. Questo li rende più economici e attraenti per gli investitori con meno risorse.

Gli ETF hanno un costo medio annuo di gestione (TER) nettamente inferiore allo 0,5%, mentre alcuni grandi ETF possono avere commissioni annuali inferiori allo 0,1%. Inoltre, non ci sono commissioni di performance.

Oltre ai costi, gli ETF offrono maggiore trasparenza rispetto ai fondi comuni di investimento. Le loro performance sono direttamente legate al mercato, eliminando l’influenza del gestore del fondo. Questo li rende una scelta più equa per tutti gli investitori, grandi e piccoli.

Infine, gli ETF sono altamente accessibili, con ordini eseguiti al valore dell’indice corrente e spesso senza commissioni di custodia.

Tabella dei vantaggi e svantaggi quando si investe in ETF

Ecco una tabella che sintetizza e schematizza vantaggi e svantaggi di un investimento in ETF.

Vantaggi dell’investimento in ETFSvantaggi dell’investimento in ETF
Diversificazione: Gli ETF consentono una facile diversificazione su un ampio numero di asset.Commissioni di Trading: Gli investitori possono incorrere in commissioni di trading quando acquistano o vendono ETF.
Costi Operativi Ridotti: Gli ETF tendono ad avere costi operativi inferiori rispetto ai fondi comuni di investimento, grazie a una gestione passiva.Spread Bid/Ask: Gli ETF possono avere uno spread bid/ask, il che significa che il prezzo di acquisto è leggermente superiore al prezzo di vendita, comportando un costo aggiuntivo.
Trasparenza: Gli ETF offrono maggiore trasparenza, consentendo agli investitori di vedere in tempo reale il prezzo e la composizione del portafoglio.Rischio di Tracciamento: Gli ETF potrebbero non riprodurre esattamente le prestazioni dell’indice di riferimento a causa di costi e altri fattori.
Liquidità: Gli ETF sono generalmente liquidi e possono essere acquistati o venduti in qualsiasi momento durante le ore di trading.Distribuzioni Fiscali: Alcuni ETF possono generare distribuzioni fiscali capital gain, che potrebbero essere tassate per gli investitori.
Accessibilità: Gli ETF sono facilmente accessibili tramite broker online e possono essere acquistati con facilità da parte degli investitori retail.Complessità dei Prodotti: Alcuni ETF utilizzano strategie complesse o seguono indici meno conosciuti, il che potrebbe comportare una maggiore comprensione da parte degli investitori.
Diversi Asset e Settori: Gli ETF seguono una vasta gamma di asset e settori, consentendo agli investitori di scegliere in base alle proprie preferenze e obiettivi.Assenza di Gestione Attiva: Gli ETF seguono spesso indici passivamente, il che significa che non c’è una gestione attiva per superare il mercato.
Tabella dei vantaggi e svantaggi quando si investe in ETF

FAQ: Domande frequenti sugli ETF

Come si acquistano e si vendono gli ETF?

Gli ETF possono essere acquistati e venduti tramite un intermediario finanziario, come una banca o un broker online. Gli ordini possono essere eseguiti durante le sessioni di trading in borsa.

Qual è la liquidità degli ETF?

Gli ETF sono noti per la loro liquidità. Possono essere scambiati in qualsiasi momento durante le ore di trading, offrendo agli investitori una maggiore flessibilità rispetto ai fondi comuni di investimento.

Qual è la differenza tra un ETF fisico e un ETF sintetico?

Gli ETF fisici detengono effettivamente gli asset sottostanti (come azioni o obbligazioni) che compongono l’indice di riferimento.

Gli ETF sintetici, invece, utilizzano derivati finanziari per replicare le prestazioni dell’indice. Questa differenza può influenzare i costi e il rischio dell’ETF.

Gli ETF possono essere utilizzati all’interno di un piano di risparmio periodico (PAC)?

Sì, molti investitori utilizzano gli ETF all’interno di un piano di risparmio periodico (PAC) per investire somme fisse regolarmente nel tempo. Questo può aiutare a pianificare gli investimenti a lungo termine in modo disciplinato.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp