Irpinia, frustini e social: nella casa del sesso dominicano

Irpinia, frustini e social: nella casa del sesso dominicano
2' di lettura

“Per notti bollenti, sai dove trovarmi”, l’annuncio via web portava a Montemiletto, paese in provincia di Avellino. L’autrice era un’avvenente 50enne dominicana che è stata denunciata per violazione della legge Merlin, quella che oltre cinquant’anni fa ha chiuso le case di piacere, provocando tanto dolore agli amanti del sesso a pagamento.

C’è chi si rifaceva proprio a Montemiletto e al castello della Leonessa preferiva la casa della pantera dominicana. Discrezione ed estrema dedizione al cliente erano le due caratteristiche vincenti sul mercato, pubblicizzate con dovizia di particolari attraverso il web: dove foto, che lasciavano poco spazio all’immaginazione, mettevano a nudo tutte le grazie della bellezza della casa. Occhi neri, labbra carnose, gambe lunghe e infinite, tute in latex descrivevano forme sinuose e promettevano serate focose.

Il marketing del sesso sui social

Un marketing, alimentato dai social e da una certa audacia, che aveva dato i suoi frutti. Per gli investigatori, che hanno incastrato la 50enne proprio grazie a un’indagine preliminare su internet, la bella dominicana guadagnava eccome.

Ma nei paesi, si sa, le case del piacere hanno vita breve. C’è il vicino invidioso, l’anziana invadente, a volte la moglie tradita che – incurante di portare allo scoperto i panni sporchi – punta il dito contro chi gli ha “rubato il marito“.

Quindi – quando i carabinieri di Montemiletto hanno iniziato gli appostamenti – avevano un’idea precisa di quello che succedeva in quella quella casa che affaccia su una strada piuttosto trafficata. Il via vai di uomini soli, in orario post prandiale o a tarda sera, è stato solo la conferma di un quadro indiziario già ricco di particolari. I clienti, avvicinati, non ci hanno messo troppo a vuotare il sacco, rassicurati dalla promessa di anonimato: “Sì, là dentro c’è la domenicana, ci sono andato un paio di volte”.

Il sequestro nell’oasi dell’eros

Il “blitz”, nell’oasi dell’eros montemilettese, ha offerto ulteriori elementi di prova a carico di Bocca di Rosa. Frustini, dildo e altri giochi erotici sono stati sequestrati dai carabinieri, con contraccettivi e 315 euro: gli ultimi guadagni, questo pensano gli investigatori, incassati dalla dominicana. Il suo smartphone rivelava una serie di numeri, con foto e dettagli sui clienti. Nella galleria privata c’erano poi alcuni degli scatti che avevano fatto impazzire i social. Il biglietto di sola andata, per tornarsene a casa, si è materializzato come foglio di via. Anche se, gli amanti di De André e a questo punto della dominicana, non escludono di incontrarla alla stazione successiva.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie