Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / ISEE precompilato: come sapere se è andato tutto bene

ISEE precompilato: come sapere se è andato tutto bene

Scopri come capire se l'ISEE precompilato è stato accolto, come compilare la DSU e se utilizzare questo metodo è davvero conveniente.

di Imma Duni

Gennaio 2023

ISEE precompilato accolto: come capire se il tuo ISEE precompilato è stato accolto? Scoprilo nell’articolo (scopri le ultime notizie sul fisco e sulle tasse e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

ISEE precompilato accolto: come capire se l’ISEE precompilato è stato accolto?

L’INPS, sul proprio portale, ha messo a disposizione il servizio di ISEE precompilato. Troverai la Dichiarazione Sostitutiva Unica precompilata (Dsu) nella tua area personale MyInps.

Una volta compilata la dichiarazione, per comprendere se il tuo ISEE è stato accolto, dovrai tornare nella stessa pagina ed effettuare i seguenti passaggi:

Utilizzare la DSU precompilata significa evitare eventuali segnalazioni per omissioni o difformità nell’ISEE.

I dati precompilati presenti possono essere:

Scopri la pagina dedicata al fisco e alle tasse.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

ISEE precompilato accolto: come compilarlo?

Per poter richiedere l’ISEE precompilato è necessario seguire i seguenti passaggi:

Quindi, dovrai inserire i dati anagrafici dei componenti del nucleo familiare. Ricorda che ogni componente maggiorenne deve autorizzare la precompilazione dei propri dati presentai dal dichiarante.

Come autorizzare i dati compilati? In due modi:

Dopo aver inviato la DSU sottoscritta, l’INPS invia all’Agenzia delle Entrate la richiesta per ricevere i dati precompilati dei componenti del nucleo familiare.

Completato questo procedimento, l’INPS avviserà il contribuente tramite e-mail o SMS. L’attestazione ISEE resterà sul portale INPS e potrà essere scaricata.

In questo articolo troverai un tutorial completo per un ISEE precompilato perfetto.

ISEE precompilato accolto: conviene farlo?

Autorizzare l’INPS alla redazione della dichiarazione ISEE precompilata vuol dire risparmiare molto tempo nella compilazione dei documenti necessari alla dichiarazione dei redditi.

Nell’ISEE ordinario, infatti, le informazioni vanno inserite di nuovo ogni anno rendendo la documentazione anche più complessa da generare.

Con l’ISEE precompilato, inoltre, riduci al minimo il rischio di fare errori e omissioni, perché la maggior parte dei dai è inserita automaticamente.

La dichiarazione ISEE è fondamentale per tutti i cittadini che hanno intenzione di richiedere incentivi, bonus o prestazioni sociali.

Per accedere a molti sussidi infatti è necessario rispettare alcune soglie di ISEE.

ISEE precompilato: come sapere se è andato tutto bene
ISEE precompilato accolto: nella foto un uomo firma un documento.

ISEE precompilato accolto: che fare se ci sono omissioni?

La prima cosa da fare è rivolgersi all’ente che eroga la prestazione sociale per la quale è necessaria l’attestazione.

Potrai rivolgerti dunque al CAF, al Patronato, all’INPS stessa, di persona o in modo telematico.

L’ente, con tutta probabilità, ti richiederà una documentazione aggiuntiva, ma, tranne nel caso dell’Rdc, ti rilascerà comunque la prestazione per non andare contro il DPCM n. 159/2013.

In caso di DSU con difformità, dovrai presentare una nuova Dichiarazione, con gli elementi corretti e le informazioni aggiuntive, in caso di omissioni.

Se invece l’errore è del Caf, la pratica difforme può essere rettificata.

Per poter ottenere la certificazione ISEE 2023 è necessario consegnare la documentazione riguardante la situazione economica patrimoniale e reddituale riferita al periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2021, ovvero:

Da questi dati dichiarati si evinceranno i seguenti parametri:

Abbiamo visto come verificare l’ISEE precompilato accolto. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:


Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp