Isochimica: altri sei imputati sono accusati di omicidio colposo

1' di lettura

Omicidio colposo: è stato modificato il capo d’accusa a carico di quattro funzionari di Ferrovie dello Stato e due ex dirigenti dell’Isochimica che erano finiti a processo per lesioni personali gravissime, nel procedimento penale legato alle morti degli operai impiegati nella fabbrica dei veleni di Pianodardine, oggi dismessa. Il processo – dopo le notifiche agli imputati – riprenderà il prossimo 28 giugno. Quando sono attese le deposizioni del responsabile Amianto dell’Asl di Avellino, Luigi Borea, e dell’ex curatore fallimentare, Leonida Gabrieli. (La foto di copertina è tratta da Google ed è correlata a un articolo dei colleghi de Il Ciriaco)

Isochimica, esposto contro l’Inail

L’avvocato Brigida Cesta, nei prossimi giorni, dovrebbe depositare un esposto contro l’Inail (Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro) di Avellino legato al mancato riconoscimento di una correlazione fra la causa delle morti di alcuni suoi assistiti e l’esposizione prolungata all’amianto. Ieri un 53enne di Grottolella si è aggiunto ai 26 operai deceduti dopo aver lavorato nella fabbrica di Pianodardine. Gli ex lavoratori l’hanno definita “una mattanza senza fine”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!