Rimborso Irpef 730 in busta paga: quando? Cosa cambia e chi lo riceverà

Ecco a chi spetta e come compilarlo online o cartaceo.

4' di lettura
Video del canale Anaao Assomed

Ho diritto al rimborso 730 in busta paga? Ma non dovevano già arrivare i soldi per il 730?

Probabilmente sarà capitato anche a te di sentirlo almeno una volta, ma non ci hai capito molto. Soprattutto, poi, ti sei chiesto: ma questi soldi spettano anche a me?

Vediamo di fare un po’ di chiarezza. (Per la compilazione del 730 puoi usare il video che abbiamo allegato a inizio articolo).

Il rimborso del 730 indica del credito che si ottiene, di solito automaticamente, nella rata della pensione (qui abbiamo spiegato come) o in busta paga. Chi ti versa questi soldi?

Il tuo datore di lavoro o, se hai già la pensione (qui la guida per il rimborso 730 destinato ai pensionati), l’ente pensionistico come l’Inps.

Indice:

  1. Modello 730 precompilato

  2. Modello cartaceo

  3. Quando viene versato il rimborso?

  4. Scadenza della domanda

  5. Documentazione utile

  6. Chi è esonerato dalla dichiarazione dei redditi

  7. Gruppo whatsapp offerte di lavoro, bandi e concorsi

Modello 730 precompilato

Dal 2016 è possibile fare tutto online. Andate sul sito dell‘Agenzia delle Entrate e, dopo esservi registrati, utilizzate il 730 precompilato con i dati già noti al Fisco.

C’è comunque la possibilità di integrarlo e poi trasmetterlo all’Agenzia delle Entrate o ai Caf se non volete avere quest’incombenza.

Modello 730 cartaceo

Per chi preferisce il “sistema tradizionale”. Qui si può scaricare la versione cartacea 2020 del Modello 730 e compilarlo.

Ok, ho compilato il modello 730, ora dove lo spedisco?

Le soluzioni sono diverse.

Puoi infatti inviarlo al tuo datore di lavoro o all’ente pensionististico se hanno detto che forniranno assistenza fiscale per quell’anno.

Puoi, in alternativa, optare per un Caf o professionisti come i consulenti del lavoro o i commercialisti. Se non siete pratici, consigliamo di farvi assistere da loro nella compilazione.

Quando viene versato il rimborso?

Di solito il rimborso per il 730 viene versato a luglio in busta paga o con l’accredito della pensione. Oppure, se per voi è più comodo, potete chiedere all’Agenzia delle Entrate di fare un accredito diretto.

Le tre scadenze fissate sono: 15 giugno, 29 giugno e 23 luglio per conoscere i risultati delle dichiarazioni presentate rispettivamente entro il 31 maggio, il 20 giugno e il 15 luglio.

I nuovi termini, disposti dal Decreto Rilancio, sono quelli del 15 settembre per le dichiarazioni dei redditi presentate dal 16 luglio al 31 agosto, l’ultima scadenza è il 30 settembre per quelle presentate dal 1° settembre al 30 settembre 2020

rimborsi Irpef relativi al 730 sono versati sul primo stipendio, dal mese successivo in cui datore di lavoro o ente pensionistico hanno ricevuto il prospetto di liquidazione. Se viene ricevuto a ottobre o successivamente, il rimborso Irpef sarà effettuato tra i mesi di novembre e dicembre.

Scadenza della domanda

Il Modello 730/2020 si consegna entro il 30 settembre e non più il 23 luglio (scadenza che resta valida per il 2021) per via delle proroghe legate all’emergenza Corovirus.

Documentazione utile

Se volete compilare la dichiarazione dei redditi ricordatevi di raccogliere questi documenti e di conservarli per quattro anni dopo la procedura:

  • Certificazione Unica fornita dal datore di lavoro o ente pensionistico;

  • Fatture, ricevute, scontrini di farmaci sui quali è prevista la detrazione Irpef al 19% (chiedete in farmacia);

  • Altra documentazione finanziaria come ricevute di bonifici o risarcimenti di spese detraibili e deducibili

  • Ultima dichiarazione presentata, se con eccedenza d’imposta.

Chi è esonerato dalla dichiarazione dei redditi

E’ esonerato dalla dichiarazione dei redditi chi ha entrate che derivano solo da:

  • Abitazione principale;

  • Lavoro dipendente o pensione;

  • Lavoro dipendente o pensione con abitazione principale;

  • Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;

  • Alcuni redditi esenti come le borse di studio.

  • Chi ha reddito soggetti a imposta sostitutiva

Chi ha reddito da lavoro, pensione, terreni o mantenimento, esclusa l’abitazione in cui vive e le pertinenze, inferiore a:

  • 8.000 euro per chi ha meno di 75 anni;

  • 7.750 euro per chi ha più di 75 anni a condizione che il periodo di pensione non sia inferiore a 365 giorni;

  • 7.500 euro per i pensionati a condizione che il periodo di pensione non sia inferiore a 365 giorni;

  • 4.800 euro per attività non esercitate abitualmente o da lavoratori autonomi;

  • 500 euro per i redditi di terreni e fabbricati a condizione che il periodo di lavoro non sia inferiore a 365 giorni;

  • 7.500 (pensione) + 185,92 (terreni) a condizione che il periodo di lavoro/pensione non sia inferiore a 365 giorni;

  • 7.500 euro per l’assegno periodico corrisposto dal coniuge e altre tipologie di reddito. Escluso l’assegno di mantenimento dei figli

  • 28.158,28 euro di compensi per attività sportive.

Gruppo whatsapp offerte di lavoro, bandi e concorsi

Entra nel nostro gruppo whatsapp e ricevi articoli su offerte di lavoro, bandi, guide legate alle nuove misure di agevolazione regionali e nazionali per privati e famiglie. Per entrare clicca qui. Sul gruppo si riceveranno solo i link utili.

Per ricevere tutte le news puoi anche seguire il servizio GNews su Google, Facebook e Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie